laRegione
11.06.21 - 21:02
Aggiornamento: 22:09

Amnesty alla Cina: crimini e torture contro gli uiguri

Pechino risponde alle accuse sui soprusi nello Xinjijang: ‘Sono solo bugie’

amnesty-alla-cina-crimini-e-torture-contro-gli-uiguri
Manifestazione a favore del popolo uiguro in Turchia (Keystone)

La Cina ha creato "un paesaggio distopico infernale di proporzioni spaventose" nella regione dello Xinjiang, fatto di detenzione in massa, tortura e sorveglianza, commettendo crimini contro l'umanità contro gli uiguri e le altre minoranze musulmane che abitano nella vasta regione del nordovest, come kazaki e tagiki. L'ultimo atto d'accusa, pesantissimo, contro le politiche di Pechino avviate un quinquennio fa è di Amnesty International, con un rapporto di 160 pagine diffuso in vista del vertice dei leader del G7 in Cornovaglia. Secca la risposta di Pechino che ha respinto l'attacco, definendolo fatto di "bugie".

"Dovrebbe scuotere le coscienze umane che un numero gigantesco di persone sia stato sottoposto a lavaggio del cervello, tortura e ad altri trattamenti degradanti nei campi di internamento, mentre milioni di altre persone vivono nel terrore sottoposte ad un fortissimo apparato di sorveglianza" e costrette ad "abbandonare le loro religioni, tradizioni e cultura", ha dichiarato Agnès Callamard, segretaria generale di Amnesty.

Attacco all'Onu

Una situazione di indifferenza che ha spinto la stessa Callamard ad accusare il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, di "non aver agito secondo il suo mandato". Guterres "non ha denunciato la situazione e non ha sollecitato un'inchiesta internazionale", malgrado "abbia l'obbligo di tutelare i valori sui quali si fondano le Nazioni Unite e di non restare in silenzio di fronte a crimini contro l'umanità", ha puntato il dito la segretaria di Amnesty.

Il rapporto della ong, che comprende la testimonianza di una cinquantina di ex detenuti nei campi di prigionia, è stato rispedito al mittente dalla Cina che ha sempre difeso le sue politiche, inclusi i cosiddetti 'campi vocazionali' ideati per combattere l'estremismo e il fondamentalismo religioso, puntando attraverso "la formazione" a dare più opportunità di lavoro e una vita più agiata.

"Che tipo di organizzazione è Amnesty International? Tutti lo sanno bene. Questa organizzazione indossa sempre gli occhiali colorati, racconta storie ovunque, diffonde bugie e voci relative allo Xinjiang", ha ribattuto il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin. "Esortiamo le organizzazioni competenti ad abbandonare i loro pregiudizi contro la Cina, a smettere di creare e diffondere informazioni false e a considerare le questioni rilevanti in modo obiettivo ed equo", ha concluso Wang. Diversi Paesi occidentali, tra cui gli Usa, hanno esplicitamente parlato di genocidio in corso nello Xinjiang, sollecitando un'indagine internazionale con il coinvolgimento dell'Alto commissario dei diritti umani dell'Onu.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
iran
12 ore
Teheran rilascia il regista Panahi dopo 7 mesi di carcere
Libero il vincitore del Leone d’Oro 2000. Foto scioccanti di un altro attivista durante lo sciopero della fame
la guerra in ucraina
13 ore
Kiev denuncia il capo del gruppo Wagner per crimini di guerra
Prigozhin nel mirino: ‘Non sfuggirà alle sue responsabilità’
la guerra in ucraina
13 ore
Zelensky all’Ue: ‘Negoziati nel 2023’. Dubbi tra i 27
Michel insiste, indispettendo i russi: ‘Il vostro destino è con noi’
stati uniti
13 ore
Pallone-spia cinese sugli Usa, Blinken non va a Pechino
L’ira di Washington. La Cina si scusa: ‘Faceva solo rilievi meteo’
medio oriente
13 ore
La Siria restaura il museo di Palmira distrutto dall’Isis
Ma l’area è oggi una piazzaforte di milizie jihadiste filo-Iran
Cina
17 ore
‘Macché pallone spia: è una sonda per misurazioni meteo’
Pechino si rammarica per l’incidente: ‘Pronti a collaborare per un’adeguata gestione di questa situazione imprevista causata da forza maggiore’
Estero
1 gior
Il pallone aerostatico sorvola una base con missili nucleari
Gli Stati Uniti si dicono ‘molto sicuri’: ‘Si tratta di una spia cinese’. Ma per questioni di sicurezza non sarà abbattuto
oceania
1 gior
L’Australia non vuole Re Carlo sulle sue banconote
L’erede di Elisabetta non apparirà sui nuovi 5 dollari. Al suo posto una figura per onorare la cultura aborigena
asia
1 gior
Gli Usa sbarcano nelle Filippine, accordo anti-Cina
Altre 4 basi per la difesa a Taiwan, la vigilia dell’incontro Blinken-Xi si fa tesa
economia
1 gior
La Bce alza i tassi di mezzo punto
La mossa della Banca centrale europea fa seguito a quella della Fed, che aveva appena fissato un rialzo dello 0,25%
© Regiopress, All rights reserved