laRegione
mein-kampf-e-armi-in-casa-di-un-aggressore-di-macron
Macron circondato dalla folla (Keystone)
09.06.21 - 16:17
Aggiornamento : 22:29

Mein Kampf e armi in casa di un aggressore di Macron

Le perquisizioni dopo l'episodio dello schiaffo al presidente francese durante un bagno di folla nel sud-est della Francia

Ansa, a cura de laRegione

In casa di Arthur, l'amico dello schiaffeggiatore che ha colpito ieri il presidente della repubblica Emmanuel Macron, gli inquirenti hanno trovato diverse armi da fuoco e una copia del 'Mein Kampf' di Adolf Hitler, secondo quanto reso noto dall'emittente CNews. Sia il colpevole dello schiaffo, Damien Tarel, sia l'amico Arthur, che stava filmando la scena, sono sempre interrogati in stato di fermo. Si cerca di scavare nelle loro vite per comprendere l'origine del gesto.

Tarel, secondo quanto trapela dalla procura di Valence - incensurato come l'amico - era attratto dall'estrema destra. Su YouTube era abbonato ad influencer come "Papacito", l'autore di un video in cui si spiega come uccidere un militante di sinistra, che nei giorni scorsi ha creato polemiche. Seguiva anche Julien Rochedy, ex presidente dei giovani del Front National, oltre che un gruppo affiliato ai cosiddetti "suprematisti bianchi". Inoltre, lo "schiaffeggiatore" - che ha accompagnato la sua aggressione gridando il motto usato in battaglia dagli antichi cavalieri Capetingi ("Monjoie! Saint-Denis!") - è risultato essere presidente di un'associazione di arti marziali antiche nel suo paese, Saint-Vallier.

Una sua foto su Instagram lo immortala vestito da antico cavaliere, con una lunga spada al fianco. Stando a fonti vicine all'inchiesta, Tarel vive a casa della madre "in una specie di mondo parallelo fatto di giochi di ruolo e simulazioni di battaglie medievali". Insieme all'amico Arthur, vengono descritti come "emarginati", "disoccupati" ed "entrambi in stato di ebbrezza al momento dei fatti".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
emmanuel macron francia mein kampf schiaffo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
17 min
‘Solo un sì è un sì’: violenze sessuali, la Spagna indica la via
Primo via libera del Parlamento alla legge che pone al centro il consenso esplicito. La ministra Irene Montero: frutto di 30 anni di lotta civica.
Stati Uniti
1 ora
‘Una decisione sbagliata’ non irrompere nella classe
Tre giorni dopo il massacro di Uvalde, il capo del Dipartimento di pubblica sicurezza prende la parola. Oltre cento i colpi sparati dal killer
Olanda
4 ore
Cadono due gondole nel parco a tema, quattro feriti
Una giostra perde pezzi: momenti di paura questo pomeriggio al Sprookjesbos di Valkenburg, nei Paesi Bassi
Estero
7 ore
Stavolta è un guasto informatico a tenere a terra easyJet
Dopo i voli cancellati causa Covid in aprile, la compagnia low-cost fermata da problemi con i computer. Duecento decolli annullati nel Regno Unito
Estero
12 ore
Canada, la polizia uccide un uomo armato vicino a una scuola
Un portavoce dell’Unità investigativa speciale della polizia di Toronto ha spiegato che due agenti di polizia hanno sparato all’uomo e lo hanno ucciso
Confine
1 gior
Disastro al Mottarone: ‘Fune vecchia ed errori umani’
Depositata la relazione intermedia della Commissione di indagine del Ministero dei trasporti. Poco spazio alla tesi della tragica fatalità
Estero
1 gior
Kiev: ‘Segnali di un’escalation a est’
Nel frattempo Mosca disposta a lasciar uscire dal porto di Mariupol le navi che portano grano solo se si eliminano le sanzioni. Segui il live de laRegione
Estero
1 gior
‘I poliziotti non hanno attuato protocollo post Columbine’
Dopo la strage avvenuta nel 1999 il protocollo prevede che gli agenti armati presenti sulla scena trovino l’aggressore e lo uccidano
Confine
1 gior
Milano-Zurigo in tre ore? ‘Il terzo binario va fatto’
In un’interrogazione la parlamentare comasca Chiara Braga sottolinea l’importanza di implementare la struttura ferroviaria tra Camnago e Cantù
Estero
1 gior
Il Wwf critica il ‘culto della bellezza’ per frutta e verdura
Il 40% degli alimenti prodotti globalmente non viene consumato. È come se tutto il cibo prodotto da gennaio a oggi fosse stato buttato
© Regiopress, All rights reserved