laRegione
30.05.21 - 19:47
Aggiornamento: 21:31

In Colombia il presidente Duque schiera l’esercito

Proteste e morti nel Paese sudamericano. Migliaia di soldati mandati a pattugliare le strade di Cali e altre aree. L’Onu chiede un’inchiesta sulle violenze.

in-colombia-il-presidente-duque-schiera-l-esercito
Keystone
Cali

Buenos Aires – Si fa incandescente l'emergenza ordine pubblico in Colombia dove da oltre un mese si ripetono le manifestazioni antigovernative su tutto il territorio nazionale con cortei, blocchi stradali e manifestazioni che in alcune città, come a Cali e Popayán, sono degenerate in gravi violenze e numerose vittime. Nessuno può dire quale sia il reale bilancio di queste cinque settimane di disordini, ma i morti sono almeno 50, con centinaia di feriti e altrettanti scomparsi, e un altissimo numero di arrestati.

La situazione sembra sfuggire di mano al governo del presidente Iván Duque che, di fronte alle rivendicazioni del Comitato nazionale di sciopero (Cnp), ha prima ritirato una controversa legge che aumentava la pressione fiscale sulla popolazione e poi ha cercato, senza successo, di arrivare all'apertura di un tavolo negoziale con gli organizzatori della protesta. Le autorità governative pongono come condizione preliminare per esaminare le rivendicazioni sociali ed economiche del Cnp che si rimuovano tutti i blocchi stradali sulle principali vie di comunicazione, ma la richiesta è stata respinta.

Così negli ultimi giorni le tensioni in alcune città sono cresciute, gli scontri con le forze dell'ordine si sono fatti più pesanti e, hanno assicurato responsabili di ong e organizzazioni di difesa dei diritti umani, soprattutto sono apparsi gruppi di civili armati che, dal lato della polizia, hanno sparato ad alzo zero contro i manifestanti.

Maniere forti

Duque, pressato dal partito Centro democratico dell'ex presidente di destra Alvaro Uribe, ha deciso di usare le maniere forti per riportare l'ordine nel Paese annunciando l'invio di 7mila soldati a sostegno delle forze dell'ordine a Cali, capoluogo del dipartimento del Valle de Cauca dove venerdì sono morte 13 persone. Poi ha chiesto al ministro della Difesa Diego Molano di militarizzare ben otto dipartimenti, fra cui quello del Cauca, con il suo capoluogo Popayán, dove un commando con il volto coperto ha incendiato la sede del comune.

Dura la reazione dell'opposizione. Il senatore del Polo democratico, Iván Cepeda, ha annunciato di voler denunciare il ministro Molano per aver violato la Costituzione nazionale ed ha avvertito che l'invio di personale militare in alcune aree del Paese per reprimere le proteste è "un colpo di stato".

‘I responsabili rispondano’

Di fronte a questo preoccupante scenario e alle numerose vittime, l'Alto Commissario per i Diritti umani dell'Onu Michelle Bachelet ha dichiarato che "è essenziale che quanti si presume siano coinvolti in queste morti o nei ferimenti, inclusi funzionari governativi, siano soggetti ad un'inchiesta rapida, efficace, indipendente, imparziale e trasparente. E che i responsabili ne rispondano".

Invitando le parti al dialogo, unico modo per uscire pacificamente dalla crisi, Bachelet ha indicato che il suo ufficio ha ricevuto informazioni su individui armati che a Cali hanno sparato in direzione di manifestanti, giornalisti e passanti, fra cui anche un funzionario fuori servizio, poi a sua volta ucciso.

"Dobbiamo pregare per la Colombia!", ha esortato stamattina papa Francesco al termine dell'Angelus indicando un gruppo di fedeli colombiani presente a Piazza San Pietro.

Precipita un elicottero della polizia, 5 i morti


Almeno cinque agenti sono morti oggi in Colombia quando un elicottero della polizia si è schiantato al suolo durante un'operazione antidroga nel dipartimento settentrionale di Bolívar. L'incidente, ha reso noto l'istituzione in un comunicato, è avvenuto in una zona selvatica a 15 chilometri da Cantagallo, comune adagiato sulla riva sinistra del Rio Magdalena.Per il momento i vertici della polizia propendono per l'ipotesi di un guasto meccanico, ma è stata comunque costituita una commissione d'inchiesta che dovrà confermarlo. I media colombiani hanno da parte loro ricordato che l'incidente è avvenuto in una zona dove è attivo il Fronte "Edgar Amilkar Grimaldos Barón" dell'Esercito di liberazione nazionale (Eln).
 
 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
12 ore
Meloni sulla testa di Letta e Salvini
Un riassunto di quel che è successo alle elezioni in Italia, ‘per chi l’ha visto e per chi non c’era’
Ecuador
12 ore
Naufragio alle Galapagos: l’unica svizzera a bordo sta bene
La donna era fra i passeggeri dell’imbarcazione protagonista di un grave incidente che ha visto la morte di quattro persone
Stati Uniti d'America
13 ore
Dodicenne spara al padre: aveva fatto un patto con un’amica
L’adolescente di una cittadina del Texas, a est di Dallas, avrebbe stretto un accordo con una coetanea per uccidere le due famiglie
Stati Uniti d'America
13 ore
New York non è una città per donne: casi di stupro in aumento
Critiche alla gestione della sicurezza sono rivolte alla polizia e all’Unità vittime speciali dopo l’incremento dell’11% dei casi
Italia
14 ore
Il leader dei Dem Enrico Letta non si ricandida alla segreteria
Dopo la sconfitta elettorale la sinistra fa il mea culpa e afferma di voler portare avanti “un’opposizione dura e intransigente”
italia
16 ore
I politici italiani? ‘Non hanno un amico’
Il comico Luca Bizzarri stila un breve bilancio sulle bizzarrie comunicative della campagna elettorale appena conclusa
Estero
18 ore
Spari in una scuola in Russia: 11 bimbi morti, suicida il killer
Uccisi anche due insegnanti e due guardie di sicurezza. La sparatoria a Izhevskn nella Russia centrale
Estero
20 ore
Per i media stranieri in Italia ‘al governo l’estrema destra’
Ampio spazio per le elezioni italiane e per Giorgia Meloni, di cui più di una testata sottolinea il ruolo di erede della tradizione politica neofascista
Estero
23 ore
Giorgia Meloni si prende l’Italia con numeri saldi per governare
Ampia maggioranza alle due Camere per la coalizione di centrodestra a guida Fratelli d’Italia, primo partito in tutto il Paese ad eccezione del Sud
Estero
1 gior
In Italia vince nettamente la destra
Elezioni politiche: 40% alla coalizione di Meloni secondo le proiezioni, centrosinistra fermo al 25%. Malissimo la Lega
© Regiopress, All rights reserved