laRegione
la-francia-riapre-tavoli-pieni-nei-bistrot-dopo-6-mesi
Si festeggia nei dehors parigini (Keystone)
19.05.21 - 20:47

La Francia riapre, tavoli pieni nei bistrot dopo 6 mesi

File nei cinema fin dalle 9 del mattino, Macron è andato a prendersi il caffè al bar

Ansa, a cura de laRegione

Dopo l'inverno più lungo, sei mesi di chiusura di tutti i ristoranti, i bistrot, i bar, i cinema, i musei, i teatri, le sale di spettacolo, la Francia ha riaperto. Il Paese, e in particolare la sua capitale Parigi, città simbolo dei bistrot, si è svegliata in preda a una febbre di riconquista del tempo perduto. File già dalle 9 a Les Halles, dove i cinema propongono film in matinée, per i più appassionati costretti a rinunciare alle proiezioni in sala. Prenotazioni esaurite da giorni per la prima sera di libertà ai tavolini dei ristoranti, anche se ci si è dovuti limitare per ora a quelli esterni (per mangiare all'interno bisognerà aspettare giugno). Incurante degli improvvisi acquazzoni che hanno imperversato tutto il giorno, una moltitudine di parigini di ogni età si è seduta, ha invitato gli amici, ha scattato un numero incalcolabile di selfie seduta al tavolino o con il bicchiere in mano, per salutare la fine del tunnel.

Dal celebre "Flore" di Saint-Germain ai baretti di Montparnasse, dal Montmartre al Café Français della Bastiglia, i parigini si sono messi ordinatamente in fila per conquistare un tavolo. Nella stessa giornata di oggi, il coprifuoco è stato posticipato di due ore, dalle 19 alle 21, ma nonostante la prenotazione per la cena, all'aperto con la pioggia, fosse al massimo per le 19 (calcolando un paio d'ore per essere a casa), non ci sono tavoli liberi. Chi ne aveva pochi, ha ottenuto dal Comune la possibilità della "terrazza effimera", il permesso per occupare soltanto per questa fase di riapertura anche i posti destinati al parcheggio, riempite di tavolini. Riaperti anche negozi "non essenziali", chiusi da un paio di mesi, e tutti gli impianti sportivi per gli studenti e i ragazzi.

"La priorità del Paese - ha detto Macron che si è fatto intervistare e fotografare stamattina al tavolo di un bar mentre sorseggiava un caffè - è di ritrovare gradualmente una vita normale, di proteggersi con i vaccini, di ritrovare il nostro equilibrio di vita e di provare ad avere tutti insieme la massima benevolenza, di prendersi cura l'uno dell'altro". Il premier Jean Castex, dopo il caffè di stamattina con il presidente, è stato uno dei primi ad entrare al cinema, celebrando così la sospirata riapertura delle sale. E' andato a vedere "Slalom", un film sugli abusi sessuali nello sport, insieme con la ministra della Cultura, Roselyne Bachelot, in un cinema multisala di Montparnasse.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bistrot cinema coronavirus emmanuel macron francia riapertura bar ristoranti
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
15 min
‘Solo un sì è un sì’: violenze sessuali, la Spagna indica la via
Primo via libera del Parlamento alla legge che pone al centro il consenso esplicito. La ministra Irene Montero: frutto di 30 anni di lotta civica.
Stati Uniti
1 ora
‘Una decisione sbagliata’ non irrompere nella classe
Tre giorni dopo il massacro di Uvalde, il capo del Dipartimento di pubblica sicurezza prende la parola. Oltre cento i colpi sparati dal killer
Olanda
4 ore
Cadono due gondole nel parco a tema, quattro feriti
Una giostra perde pezzi: momenti di paura questo pomeriggio al Sprookjesbos di Valkenburg, nei Paesi Bassi
Estero
7 ore
Stavolta è un guasto informatico a tenere a terra easyJet
Dopo i voli cancellati causa Covid in aprile, la compagnia low-cost fermata da problemi con i computer. Duecento decolli annullati nel Regno Unito
Estero
12 ore
Canada, la polizia uccide un uomo armato vicino a una scuola
Un portavoce dell’Unità investigativa speciale della polizia di Toronto ha spiegato che due agenti di polizia hanno sparato all’uomo e lo hanno ucciso
Confine
1 gior
Disastro al Mottarone: ‘Fune vecchia ed errori umani’
Depositata la relazione intermedia della Commissione di indagine del Ministero dei trasporti. Poco spazio alla tesi della tragica fatalità
Estero
1 gior
Kiev: ‘Segnali di un’escalation a est’
Nel frattempo Mosca disposta a lasciar uscire dal porto di Mariupol le navi che portano grano solo se si eliminano le sanzioni. Segui il live de laRegione
Estero
1 gior
‘I poliziotti non hanno attuato protocollo post Columbine’
Dopo la strage avvenuta nel 1999 il protocollo prevede che gli agenti armati presenti sulla scena trovino l’aggressore e lo uccidano
Confine
1 gior
Milano-Zurigo in tre ore? ‘Il terzo binario va fatto’
In un’interrogazione la parlamentare comasca Chiara Braga sottolinea l’importanza di implementare la struttura ferroviaria tra Camnago e Cantù
Estero
1 gior
Il Wwf critica il ‘culto della bellezza’ per frutta e verdura
Il 40% degli alimenti prodotti globalmente non viene consumato. È come se tutto il cibo prodotto da gennaio a oggi fosse stato buttato
© Regiopress, All rights reserved