laRegione
29.04.21 - 20:55

Francia, dal 19 maggio riapertura in 4 tappe

Macron ha presentato il piano per un graduale ritorno alla normalità. Già il 3 maggio fine delle restrizioni sugli spostamenti

francia-dal-19-maggio-riapertura-in-4-tappe
Key
Amen

Dopo mesi di restrizioni contro il coronavirus la Francia intravede uno spiraglio. Emmanuel Macron tratteggia i contorni delle riaperture con una revoca progressiva delle restrizioni anti-Covid "in quattro tappe", di cui un passaggio fondamentale tra il 19 maggio e il 30 giugno.

«La tappa zero – dice il presidente in un'intervista alla stampa regionale teoricamente in edicola domani, ma già anticipata da diversi media – è stata la riapertura delle scuole il 26 aprile. Ci siamo addossati questa priorità educativa e questa strategia di vivere con il virus, anche dinanzi ad un alto livello di incidenza, superiore a quello dei nostri vicini».

In Francia, la pressione sugli ospedali resta preoccupante anche se negli ultimi giorni si è assistito ad un calo dei ricoveri. Ieri, il numero ricoverati da Covid-19 è ripassato sotto alla barra dei 30mila, per la prima volta da inizio aprile e il numero quotidiano di casi positivi (27mila in media negli ultimi sette giorni) è inferiore a quello di un mese fa (circa 40mila).

«Apriremo in quattro tappe – spiega Macron –. Il 3 maggio sarà la fine delle autocertificazioni e delle restrizioni sugli spostamenti. Dal 19 maggio, siamo poi chiamati a ritrovare il nostro 'stile di vita' francese, rimanendo prudenti e responsabili: la nostra convivialità, la nostra cultura, lo sport». Un riferimento alla riapertura progressiva di negozi, dehor di bar e ristoranti nonché di luoghi culturali tra cui cinema e musei, nel rispetto delle norme sanitarie. Quel giorno, il 19 maggio, il coprifuoco passerà dalle 19 alle 21 e i dehor verranno limitati ad un massimo di 6 persone. Musei, monumenti, cinema, teatri e sale di spettacolo con il pubblico a sedere potranno riprendere la loro attività con un massimo di 800 persone in interno e 1'000 all'esterno. Aperti, dal 19 maggio, anche gli impianti sportivi con una capienza massima di 800 persone all'interno e 1'000 all'esterno. Per poter tornare in palestra bisognerà invece aspettare il 9 giugno. Obiettivo di queste misure è consentire il «ritorno ad una vita più normale possibile», sottolinea Macron.

Quanto agli spazi interni di Caffé e ristoranti riapriranno, il 9 giugno, quando il coprifuoco passerà alle 23, prima di una revoca totale del rientro a casa obbligatorio prevista per il 30 giugno, se la situazione sanitaria lo permetterà. Eventi e manifestazioni di oltre 1'000 persone verranno autorizzati dal 30 giugno con "pass sanitario", vale a dire sotto presentazione di un test negativo o di un certificato di immunità. Soddisfazione per la 'road map' francese è stata espressa dalle categorie più colpite dalle chiusure anti-Covid, a cominciare da ristoratori e albergatori. Quanto alla campagna di vaccinazione, verrà estesa «a partire dal primo maggio» a tutte le persone di oltre 18 anni che hanno seri problemi di obesità, con un indice di massa corporea (IMC) superiore a 30, dice Macron, escludendo al momento di riaprire la vaccinazione a tutti, mentre le persone obese di oltre 55 anni venivano già considerate come prioritarie. Per ora sono 14,9 milioni le persone che hanno ricevuto almeno una prima dose di vaccino in Francia, 6 milioni quelli che ne hanno avute due (equivalente all'11,5% della popolazione maggiorenne).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
italia
8 ore
Quando il parchimetro... porta fortuna
È successo nel Cuneese dove una signora ha acquistato un Gratta e vinci per cambiare i soldi per il parcheggio e vince 500mila euro
Canada
11 ore
L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente
Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
Stati Uniti
13 ore
Problemi ai finestrini: le auto di Tesla tornano in garage
Richiamate 1,1 milioni di vetture per un aggiornamento del software che permetterà di ovviare a un malfunzionamento
Turchia
17 ore
‘Il referendum russo? Non lo riconosciamo’
Lo ha affermato il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kal. La stessa cosa accadde anche per il referendum in Crimea nel 2014
Estero
18 ore
L’ultimo addio ad Abe
I funerali dell’ex premier giapponese, ucciso in un attentato, si terranno il prossimo 27 settembre
Estero
22 ore
La politica è un Hobbit (o un pelaverdure)
Cronaca semiseria dei comizi che hanno chiuso la campagna elettorale italiana, nell’attesa che arrivi domenica.
Estero
1 gior
Guardie armate porta a porta, al via i referendum in Ucraina
Milioni chiamati alle ‘urne’. Intanto il patriarca Kirill invita a combattere. E decine di migliaia di russi scappano all’estero
Estero
1 gior
Per l’ambasciatore svizzero l’occupazione di Izyum è ‘barbaria’
Dura presa di posizione della sede diplomatica elvetica in Ucraina. Visitati da Claude Wild i centri distrutti dagli occupanti russi
Stati Uniti d’America
1 gior
Aborto: ‘Datemi due senatori e ne farò una legge’
Duro attacco del presidente Biden alla fronda repubblicana: ‘Non sanno assolutamente nulla delle donne americane’
Italia
1 gior
Il piccolo Mattia risucchiato dall’acqua e dal fango per 13 km
Ritrovato l’ultimo disperso dell’alluvione che si è scagliata sulle Marche lo scorso 15 settembre. Il grande dolore dei genitori
© Regiopress, All rights reserved