laRegione
Italia
06.04.21 - 15:17

Caso camici, i giudici milanesi attendono risposte dalla Svizzera

Gli estratti conto richiesti dalla procura milanese per verificare l'operatività, finora negata, del presidente della Lombardia Fontana sui conti svizzeri

caso-camici-i-giudici-milanesi-attendono-risposte-dalla-svizzera
(Keystone)

Con la rogatoria in Svizzera, la Procura di Milano punta anche a verificare l'eventuale operatività del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana (Lega), sul primo conto aperto dalla madre nel 1997, a Lugano, sul quale sono stati versati quasi 3 milioni di euro (circa 3,3 milioni di franchi).

Conto che il governatore, a suo dire, non ha mai gestito pur essendo a conoscenza della sua esistenza in quanto già dagli anni '70 i genitori "come avveniva in tante famiglie benestanti, gli avevano detto che avevano messo i loro risparmi all'estero e solo alla morte della mamma ha saputo della cifra che gli era stata lasciata in eredità".

Un chiarimento su quel deposito bancario e sulle movimentazioni potrà arrivare dagli estratti conto richiesti con l'istanza di assistenza giudiziaria inoltrata alla magistratura federale a Berna dai pubblici ministeri (pm) Luigi Furno, Carlo Scalas e Paolo Filippini e dall'aggiunto Maurizio Romanelli nell'ambito del nuovo filone di indagine in cui Fontana è indagato per falso in voluntary disclosure e autoriciclaggio.

I pm contano di avere una riposta nel giro di qualche mese anche se non è detto che le autorità svizzere decidano di inviare tutti gli atti richiesti. Nel frattempo, è stata disposta non solo una consulenza sulla firma, ritenuta falsa, della madre per l'avvio del conto del 2005, sul quale il presidente lombardo non era autorizzato a fare operazioni, ma anche un accertamento sulle firme in calce ai moduli proprio del conto del '97. Risulta che la madre di Fontana firmò il documento originale e poi il modulo fu scannerizzato e siglato da Fontana in un altro luogo per avere il via libera ad operare.

Infine sul caso "camici", indagine da cui è nata quelle con al centro i conti alla UBS di Lugano della famiglia Fontana, i pm sono vicini a tirare le file con la chiusura dell'inchiesta in vista della richiesta di rinvio a giudizio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
3 ore
Australia, 16enne uccisa da uno squalo in un fiume
Non è nota la specie che ha azzannato la ragazza mentre nuotava nel fiume Swan uccidendola. L’ultimo attacco mortale in un fiume risale al 1960
iran
22 ore
Teheran rilascia il regista Panahi dopo 7 mesi di carcere
Libero il vincitore del Leone d’Oro 2000. Foto scioccanti di un altro attivista durante lo sciopero della fame
la guerra in ucraina
22 ore
Kiev denuncia il capo del gruppo Wagner per crimini di guerra
Prigozhin nel mirino: ‘Non sfuggirà alle sue responsabilità’
la guerra in ucraina
22 ore
Zelensky all’Ue: ‘Negoziati nel 2023’. Dubbi tra i 27
Michel insiste, indispettendo i russi: ‘Il vostro destino è con noi’
stati uniti
23 ore
Pallone-spia cinese sugli Usa, Blinken non va a Pechino
L’ira di Washington. La Cina si scusa: ‘Faceva solo rilievi meteo’
medio oriente
23 ore
La Siria restaura il museo di Palmira distrutto dall’Isis
Ma l’area è oggi una piazzaforte di milizie jihadiste filo-Iran
Cina
1 gior
‘Macché pallone spia: è una sonda per misurazioni meteo’
Pechino si rammarica per l’incidente: ‘Pronti a collaborare per un’adeguata gestione di questa situazione imprevista causata da forza maggiore’
Estero
1 gior
Il pallone aerostatico sorvola una base con missili nucleari
Gli Stati Uniti si dicono ‘molto sicuri’: ‘Si tratta di una spia cinese’. Ma per questioni di sicurezza non sarà abbattuto
oceania
1 gior
L’Australia non vuole Re Carlo sulle sue banconote
L’erede di Elisabetta non apparirà sui nuovi 5 dollari. Al suo posto una figura per onorare la cultura aborigena
asia
1 gior
Gli Usa sbarcano nelle Filippine, accordo anti-Cina
Altre 4 basi per la difesa a Taiwan, la vigilia dell’incontro Blinken-Xi si fa tesa
© Regiopress, All rights reserved