laRegione
stati uniti
01.04.21 - 22:03
Aggiornamento: 23:12

Facebook vieta la voce di Trump, l'ira dei conservatori

Intervista dell'ex presidente americano rimossa dal profilo della nuora. La battaglia tra il tycoon e il social network continua

Ansa, a cura de laRegione
facebook-vieta-la-voce-di-trump-l-ira-dei-conservatori
Donald Trump (Keystone)

Facebook vieta sulla sua piattaforma anche la voce di Donald Trump. È l'ultimo capitolo del braccio di ferro in corso da mesi tra l'ex presidente Usa e il mondo dei social media. Un episodio che ha inevitabilmente scatenato l'ira dei conservatori americani, che parlano di "scandalosa censura" e di "violazione della libertà di espressione", e che alimenta il dibattito su fin dove i social network possano spingersi nel mettere al bando determinati contenuti. Oggetto del contendere il lancio di un'intervista a tutto campo che la nuora del tycoon, Lara Trump, ha pubblicato sul suo profilo invitando i follower a sintonizzarsi. Intervista condotta dalla stessa Lara, moglie del terzogenito di Trump, Eric, e di recente assunta da Fox News come commentatrice.

La spiegazione

"A causa del blocco degli account di Donald Trump su Facebook e Instagram, qualsiasi contenuto pubblicato anche solo con la sua voce sarà rimosso", hanno comunicato via e-mail i responsabili del social fondato da Mark Zuckerberg. Uno screenshot del testo della notifica è stato a sua volta postato da Lara Trump con un commento sarcastico: "Ed ecco che siamo a un passo da '1984' di Orwell!". Facebook ha messo al bando in maniera permanente Trump dopo i drammatici fatti dell'assalto al Congresso americano del 6 gennaio scorso da parte dei sostenitori dell'ex presidente, tra cui erano infiltrati anche esponenti delle milizie suprematiste e di estrema destra. Assalto costato la vita a cinque persone e che, secondo i detrattori, sarebbe stato istigato proprio dal tycoon, che poco prima a due passi da Capitol Hill aveva tenuto un comizio dalla retorica incendiaria. "I rischi di permettere al presidente di continuare a usufruire del nostro servizio in questo periodo sono semplicemente troppo grandi", era stata allora la motivazione data da Zuckerberg, dopo che Trump era stato 'cacciato' anche da altre piattaforme social come Twitter, Snapchat e YouTube.

Il social su misura

Da qui una suggestione che però sta prendendo sempre più corpo: il ritorno di Trump nel mondo dei social ma con una sua piattaforma nuova di zecca. Un progetto di cui si starebbe discutendo molto a Mar-a-Lago e ultimamente rilanciato con forza da uno dei più stretti consiglieri dell'ex presidente, Jason Miller: "Lo vedremo nel giro di due tre mesi", ha assicurato, spiegando come con l'ingresso di Trump il mondo dei social sarà "completamente rivoluzionato". Negli ultimi anni quello tra Trump e i social è stato un rapporto di odio e amore, con Twitter divenuto il suo principale canale di comunicazione durante i quattro anni alla Casa Bianca ma allo stesso tempo diventato la sua spina nel fianco. Tanto da far proporre a più riprese all'ex presidente l'abolizione dell'immunità di cui godono i social media, con la norma che li protegge dai contenuti postati da terzi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Italia
6 ore
Milano, per gas e luce 30 milioni di euro in più
Già l’anno scorso il capoluogo lombardo aveva dovuto far fronte a un aumento di 70 milioni di euro. E per li 2023 il caro-bollette si farà ancora sentire
Italia
10 ore
Milano capitale italiana per numero di furti
Se ne registrano quasi tremila ogni centomila abitanti. Pure in aumento, nel capoluogo lombardo, il numero di femminicidi
Estero
12 ore
Lavoratrice in difficoltà, i colleghi le donano 170 ore di ferie
Per assistere la figlia gravemente malata, la donna aveva esaurito tutti i suoi congedi. Ora potrà assentarsi per un intero mese
Confine
12 ore
Tir carico di hashish, fra gli arrestati pure un ticinese
Al volante del mezzo c’era un 38enne ucraino, che avrebbe dovuto consegnare il carico a due complici, fra cui un 55enne di Bodio
Italia
14 ore
Tornano a circolare i treni sull’Adriatica
Graduale ritorno alla normalità sulla rete ferroviaria dopo che la circolazione era stata sospesa a seguito del terremoto che aveva interessato la zona
Nuova Zelanda
17 ore
Le piogge torrenziali fanno almeno tre morti ad Auckland
Il primo ministro neozelandese: ‘Il livello di devastazione in alcune aree è considerevole’. C’è anche un disperso
Italia
17 ore
La terra trema ancora nel Cesenate, treni fermi
Dopo la scossa registrata all’alba, la circolazione ferroviaria in Romagna è stata precauzionalmente sospesa
gerusalemme
1 gior
La risposta palestinese è un attacco alla sinagoga
Uomo apre il fuoco in un rione ortodosso di Gerusalemme: uccise 7 persone. L’attentatore è stato colpito a morte dagli agenti. Hamas esulta.
Estero
1 gior
Afroamericano ucciso da agenti, video shock del pestaggio
Il capo della polizia di Memphis: ‘Disprezzo per la vita umana’. Attese proteste, appello alla calma da parte della mamma della vittima.
Estero
1 gior
Tensione dopo scontri a Jenin: razzi da Gaza, raid di Israele
Dopo l’‘operazione antiterrorismo’ israeliana con 9 vittime palestinesi, nella notte la Jihad islamica attacca, Tel Aviv risponde con l’aviazione
© Regiopress, All rights reserved