laRegione
13.02.21 - 14:11

Concluso il viaggio in Africa di Ignazio Cassis

Oggi il ministro degli esteri ha avuto colloqui con il vicepresidente del Gambia Isatou Touray e il ministro dell'interno Yankuba Sonko

Ats, a cura de laRegione
concluso-il-viaggio-in-africa-di-ignazio-cassis

Il ministro degli esteri Ignazio Cassis ha concluso il suo viaggio in Africa. Le ultime tappe sono state il Senegal e il Gambia. Lo scopo principale era presentare le priorità e gli obiettivi della nuova strategia per l'Africa subsahariana adottata dal Consiglio federale, che mira alla prosperità e alla sostenibilità. Oggi Cassis ha avuto colloqui con il vicepresidente del Gambia Isatou Touray e il ministro dell'interno Yankuba Sonko. È stata la prima visita ufficiale di un ministro degli esteri svizzero nel Paese, indica una nota diffusa stamane dal Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae). Le discussioni si sono concentrate sui diritti umani e sull'iniziativa Blue Peace, che mira a prevenire i conflitti attraverso una gestione ottimale ed equa delle risorse idriche. Cassis ha pure visitato il Gambia Tourism and Hospitality Institute, attivo nella formazione e nel reinserimento professionale, così come una struttura carceraria a Banjul.

In precedenza, durante i due giorni di visita in Senegal, con la sua omologa Aissata Tall Sall ha firmato un memorandum d'intesa per ridurre gli effetti negativi dei cambiamenti climatici. Anche in questo caso le due parti hanno discusso dell'iniziativa Blue Peace e hanno sottoscritto un accordo per migliorare l'efficienza e la competitività dei servizi di trasporto aereo tra i due Paesi. Le due controparti hanno pure parlato di cooperazione in materia di diritti umani, in particolare nell'ambito della giustizia minorile e per la protezione dei bambini. A Dakar, Cassis ha pure incontrato il presidente senegalese Macky Sall, al quale ha espresso la propria soddisfazione per il grande potenziale economico del Senegal, che appartiene al gruppo delle "Leonesse economiche" dell'Africa, precisa il Dfae. Entrambi hanno anche evocato il tema del multilateralismo, in particolare in vista della presidenza dell'Unione africana, nel 2022, del presidente Macky Sall.

A margine del suo viaggio in Senegal il consigliere federale ha visitato uno studio di registrazione dedicato alla formazione digitale istituito dal Politecnico federale di Losanna (Pfl) con il sostegno finanziario della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (Dsc). Il capo del Dfae si è recato anche sull'isola di Gorée, luogo di memoria della tratta degli schiavi. Prima del Senegal, il ministro degli esteri elvetico ha fatto sosta in Mali. Oltre agli incontri con i massimi rappresentanti dello Stato e alle visite ai progetti sostenuti dalla Svizzera, Cassis ha commemorato la svizzera Beatrix Stöckli, uccisa nel 2020. La prima tappa del viaggio è stata l'Algeria, dove il consigliere federale ha discusso di sfide interregionali come la pace e la sicurezza nel Sahel, la migrazione e i diritti umani con il primo ministro Abdelaziz Djerad e il ministro degli esteri Sabri Boukadoum. Ad accompagnare Cassis in questo periplo c'erano la consigliera nazionale Elisabeth Schneider-Schneiter (Alleanza del centro/BL) e il consigliere nazionale Nicolas Walder (Verdi/GE), entrambi membri della Commissione degli affari esteri del Consiglio nazionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Italia
15 ore
Evade dai domiciliari per ‘badare alle galline’, assolto
Vista la tenuità del fatto, il giudice ha chiuso un occhio, non senza ammonire l’83enne: ‘Mi raccomando, non esca più’
Perù
15 ore
Castillo scioglie il Parlamento, ‘è in atto un golpe’
L’annuncio è stato formulato alcune ore prima dell’inizio di una seduta del Parlamento in cui si sarebbe discussa la destituzione del presidente
Germania
17 ore
Volevano colpire il Bundestag, arrestati 25 terroristi
Tra gli attentatori, appartenenti tutti a un gruppo di estrema destra, anche un principe e un’ex deputata di AfD. Arresti anche in Italia e Austria
italia
21 ore
Giorgia Meloni è la settima donna più potente al mondo
Questo secondo la classifica di ‘Forbes’. Accanto a lei anche Ursula von der Leyen, Christine Lagarde, Kamala Harris e - simbolicamente - Mahsa Amini
Francia
22 ore
Obsolescenza programmata, dalla Francia una denuncia per Apple
Il colosso americano degli smartphone accusato di limitare le possibilità di riparazione delle sue apparecchiature
Francia
23 ore
La Francia risparmia Co2 e chiude tre tratte a corto raggio
Via libera da Bruxelle per la soppressione di collegamenti aerei Orly-Bordeaux, Orly-Nantes e Orly-Lione
Spagna
1 gior
Scontro tra due treni in Catalogna, 155 feriti
L’incidente è avvenuto presso la stazione di Montcada i Reixac-Manresa. Dove uno dei due convogli era fermo
Iran
1 gior
Ucciso mentre festeggia la sconfitta, arrestato capo polizia
Il 27enne, per strada ad acclamare il kappaò contro gli Stati Uniti, era stato freddato con un colpo alla testa
Argentina
1 gior
‘Meglio andare in prigione che essere una marionetta’
‘Non mi ricandiderò’. Così l’ex presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner dopo la lettura della sentenza di condanna a sei anni di prigione
Stati Uniti
1 gior
Luce verde alla vendita di elicotteri alla Corea del Sud
Gli Stati Uniti forniranno a Seul apparecchi Ch-47 Chinook per un valore stimato in 1,5 miliardi di dollari
© Regiopress, All rights reserved