laRegione
03.02.21 - 19:38
Aggiornamento: 22:50

Draghi scalda i motori: “Pronto a rilanciare l'Italia”

Pd e Forza Italia lo sosterranno, M5S a rischio spaccatura. La Lega pensa a un appoggio esterno. In futuro possibile staffetta con Mattarella al Quirinale

draghi-scalda-i-motori-pronto-a-rilanciare-l-italia
(Keystone)

Mario Draghi ha accettato l'incarico. Proverà a formare un governo. E ha tutte le carte in regola per riuscirci. L'ex presidente della Bce è un nome talmente altisonante che è difficile storcere il naso. Mattarella non poteva giocarsi una carta migliore come presidente del Consiglio. Quella carta l'ha portata in dote Matteo Renzi, che - per tutti - era passato da rottamatore di partiti a demolitore di governi. Evidentemente, oltre al piccone per abbattere Conte, il leader di Italia Viva si era portato anche cemento e cazzuola per ricostruire.

Il capocantiere Mario Draghi è sembrato più che pronto: “Vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, dare risposte ai problemi quotidiani, rilanciare il Paese sono le sfide. Abbiamo a disposizione le risorse straordinarie dell'Ue, abbiamo la possibilità di operare con uno sguardo attento alle future generazioni e alla coesione sociale”. Questa l'agenda: un cambio di marcia sul Recovery Plan, più spesa per la sanità, più investimenti per la ripresa. Con due priorità: i giovani, troppo spesso dimenticati, e la sopravvivenza delle imprese dopo la mazzata Covid.

A rispondere con entusiasmo all'appello di Draghi è stato il Partito Democratico. E arriverà Forza Italia. L'obiettivo è la cosiddetta maggioranza Ursula, dal nome del presidente della Commissione europea von der Leyen, eletta – per parte italiana – proprio con i voti del partito di Berlusconi, del Pd e di M5S.

Il rebus Cinquestelle e le mire di Renzi

Il rebus odierno sono proprio i Cinquestelle, come spiega Ilario Lombardo, giornalista de ‘La Stampa’ che ha vissuto da vicino battesimo e funerale dei due governi Conte: “Il leader Beppe Grillo ha parlato di fedeltà a Conte, senza porre veti su Draghi. E Conte e Draghi si sono parlati. Un via libera del premier uscente all'ex presidente della Bce sarebbe una specie di semaforo verde per i parlamentari del Movimento. Tuttavia c'è un rischio spaccatura se qualcuno dovesse dire sì troppo in fretta, o se – una volta decisa una linea morbida – qualcuno s'impuntasse per il no”. È una questione di tempismo e opportunità, insomma, più che di convinzione, secondo Lombardo: “In politica si dice che bisogna far maturare i tempi e consumare i passaggi. E questo è più che mai vero oggi per i Cinquestelle. Forza Italia appoggerà il governo, e per loro averli come alleati non è una cosa semplice da digerire. Certo, finora hanno dimostrato le solite ingenuità e durante le trattative si sono fatti mangiare da Renzi, uno che ha tanti difetti, ma quando si tratta di giochi di palazzo sa benissimo come muoversi”. Spingerà per avere un incarico nel governo? “Non è detto, lui conta tanto in Parlamento pur avendo solo il 2%, ma non ha consenso fuori. E forse un ruolo di primo piano potrebbe non giovargli. La sua tattica a lungo raggio è ricostituire un grande partito centrista moderato, come fu Forza Italia. Certo, avere messo il proprio marchio sull'arrivo di Draghi nobilita un lavoro che fino a pochi giorni fa era considerato sporco, da cinico arrivista. Molto dipenderà dall'esito di questo governo”. Perfino la Lega di Salvini potrebbe dare una sorta di appoggio esterno, mentre a rimanere fuori è Fratelli d'Italia.

Ma che data di scadenza ha un governo Draghi? “Al momento non è prevedibile - continua Lombardo - anche se va tenuto conto dei tempi di elezione del presidente della Repubblica. Mattarella scade nel gennaio 2022. Draghi, che è un candidato per il ruolo, potrebbe tirare avanti un anno e poi fare una specie di staffetta. Oppure si potrebbe decidere di confermare l'attuale presidente, tenendolo in carica un paio d'anni (successe anche con Napolitano, ndr), per calcolare meglio i tempi del passaggio di consegne”. In tutto questo resta da decifrare il ruolo del Pd, ultimo a scaricare Conte, primo a salire sul carro di Draghi. “Hanno provato a governare la crisi, ma a un certo punto hanno perso lucidità, dimenticandosi dell'obiettivo. Il loro livore nei confronti di Renzi li ha accecati, facendoli chiudere a riccio”.

Ora restano solo da capire tempi e modi, “ma Draghi non è uno sprovveduto. Sa che un governo tecnico non avrebbe l'appoggio dei Cinquestelle e partirebbe zoppo. O non partirebbe proprio. Dovrà dosare bene le scelte, ma ha un credito tale, in Italia e all'estero, da potersi permettere più di chiunque altro”.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Stati Uniti
53 min
Colpo partito sul set di Rust, incriminato formalmente Baldwin
L’attore sparò con una pistola di scena convinto che fosse caricata a salve e colpì la direttrice della fotografia.
Estero
1 ora
Il Senato italiano approva l’accordo fiscale sui frontalieri
Unanimità quasi totale, con un solo astenuto e nessun voto contrario: passa ora alla Camera dove il sì appare scontato. Discusso anche il nodo telelavoro
Oceania
3 ore
Australia, ritrovata la capsula radioattiva
Le ricerche della capsula erano cominciare a metà gennaio, quando era stata smarrita durante il trasporto su un camion da una miniera
reportage dal myanmar
7 ore
La guerra nascosta a due anni dal golpe
Le vittime degli scontri tra i ribelli e i soldati curate in centri clandestini. Non si può nemmeno studiare, le scuole sono prese di mira dai militari
Estero
14 ore
Trovati morti in Spagna un uomo e una donna, forse svizzera
Possibile femminicidio-suicidio in un’abitazione nella località di La Línea de la Concepción (Cadice)
la guerra in ucraina
16 ore
Biden chiude agli F16, ma Kiev insiste: ‘Ne servono 200’
Dopo la Germania e gli Usa si accoda anche Londra. Mattarella: ‘Gli aiuti militari servono a far cessare la guerra’
russia
16 ore
L’ex speechwriter di Putin: ‘Ci sarà il golpe entro un anno’
Abbas Gallyamov: ‘La guerra è persa, per i russi diventa un dittatore di serie B’
Estero
20 ore
L’incendio di auto della Polizia locale rivendicato da anarchici
Su alcuni siti dell’area è stata pubblicata un’e-mail anonima, che esprime solidarietà ad Alfredo Cospito, in sciopero della fame al 41bis a Milano
Estero
23 ore
Dopo il cappotto ‘alla Messina Denaro’, il bimbo vestito da boss
Un video su TikTok mostra un bambino che ‘sfila’ con gli stessi abiti del capomafia al momento dell’arresto. C’è anche chi minimizza: ‘È solo ironia’
Stati Uniti
1 gior
America nella morsa del ghiaccio: aerei a terra
Colpiti in particolare gli Stati meridionali, dove nelle ultime 24 ore sono stati cancellati circa 865 voli nazionali
© Regiopress, All rights reserved