laRegione
minacce-a-biden-e-harris-nuovo-allarme-fbi
(Keystone)
Stati Uniti
12.01.21 - 19:55

"Minacce a Biden e Harris", nuovo allarme Fbi

"Non ho paura di giurare all'aperto", così il presidente eletto ha liquidato le minacce

Sarà un 20 gennaio blindato a Washington e nelle altre capitali americane. Il susseguirsi di allarmi lanciati dall'Fbi in vista della cerimonia di insediamento di Joe Biden e Kamala Harris fa sprofondare l'America in un clima di paura.

Mentre continua la caccia all'uomo a livello nazionale per arrestare i violenti che il 6 gennaio hanno assaltato il Congresso, gli agenti federali stanno perlustrando la rete per anticipare eventuali pericoli e si preparano a giornate di fuoco, con lo spettro di nuovi attacchi da parte di milizie armate.

Minacce sono state rinvenute nei confronti di Biden, Harris e della speaker della Camera Nancy Pelosi. "Non ho paura di giurare all'aperto", le ha liquidate il presidente eletto, che come da tradizione intende prestare giuramento sui gradini del Congresso. Insieme a lui ci saranno gli ex presidenti Barack Obama, George W. Bush e Bill Clinton. Il pubblico sarà ridotto all'osso fra il Covid e il timore di proteste violente, con l'attuale inquilino della Casa Bianca Donald Trump che ha approvato lo stato di emergenza per Washington e la sindaca Muriel Bowser che ha invitato a stare alla larga.

Deputati e senatori del Congresso sono in allerta, consapevoli di essere nel mirino di possibili agguati. I democratici della Camera sono stati informati e aggiornati su tre possibili scenari e tre possibili manifestazioni. Il primo è relativo alla "più grande protesta armata mai avvenuta sul suolo americano". Il secondo riguarda una manifestazione in onore di Ashli Babbitt, la sostenitrice di Trump uccisa in Congresso. Il terzo è quello che più preoccupa le forze dell'ordine e Capitol Hill: un gruppo di estremisti potrebbe formare un perimetro intorno al Campidoglio, alla Casa Bianca e alla Corte Suprema per bloccare l'ingresso dei democratici, anche uccidendoli se fosse necessario, in modo che i repubblicani possano prendere il controllo del governo.

L'allerta è alta non solo a Washington ma in tutte le capitali degli Stati americani, dove la sicurezza è stata rafforzata per paura delle proteste di gruppi organizzati armati fra il 16 e il 20 gennaio. Le due date di allarme maggiore sono quelle di domenica 17, identificata anche da Twitter quando ha sospeso Trump, e martedì 20, il giorno del passaggio formale di testimone a Biden. Aleggia sui timori di sicurezza lo spettro Trump. Non parteciperà alla cerimonia di insediamento e dovrebbe essere a Mar-a-Lago, in Florida, ma questo non rassicura. Preoccupa infatti l'ipotesi che possa sfidare tutti, anche l'impeachment, e organizzare un comizio in grado di alimentare e fomentare i suoi sostenitori con effetti potenzialmente devastanti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
joe biden kamala harris
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Birmania
27 min
Suu Kyi condannata a sei anni per corruzione
L’ex leader democratica è stata riconosciuta colpevole di quattro capi d’accusa. Probabile il ricorso dei suoi avvocati
Gran Bretagna
34 min
Luce verde al nuovo booster aggiornato contro Omicron
Coronavirus, il nuovo preparato di Moderna, già approvato in Gran Bretagna, potrebbe richiedere una sola vaccinazione all’anno
Germania
40 min
Caro-energia: aggravio medio annuo di 484 euro a famiglia
In Germania il rincaro sarà di 2,4 centesimi di euro (2,360 centesimi di franco) per kilowattora
Italia
52 min
Passata l’emergenza Covid, tornano a salire i reati
Sebbene non ancora raggiunti i livelli pre-pandemici, gli atti criminosi in Italia sono cresciuti sensibilmente
Ucraina
2 ore
Guerra del grano, luce verde all’export per altre sei navi
Superati i relativi controlli, le imbarcazioni con a bordo cereali potranno lasciare l’Ucraina attraverso il corridoio marittimo umanitario
Estero
4 ore
Crolla un ponte: due veicoli precipitano nel fiume
È accaduto stamane in Norvegia. Il ‘Tretten’ collegava le due sponde del Gudbrandsdalslågen, nel sud del Paese
Stati Uniti
4 ore
Auto contro la folla in Pennsylvania: un morto e 17 feriti
L’uomo ha dapprima investito le persone di un corteo, dopodiché ha preso mira una 56enne, poi presa a colpi di martello
Stati Uniti
5 ore
Aggressione a Rushdie: Blinken punta il dito contro l’Iran
Il segretario di Stato degli Usa condanna autorità e media: ‘Le istituzioni hanno incitato alla violenza contro di lui per anni’
Estero
20 ore
Salman Rushdie è sulla via della guarigione
Lo ha detto il suo agente, Andrew Wylie, in un comunicato al Washington Post
Estero
21 ore
Si schianta in auto contro Capitol Hill, spara e si suicida
Un uomo si è schiantato contro la Cancellata del Congresso, ha poi esploso alcuni colpi in aria e si è tolto la vita. Nessun altro è rimasto ferito
© Regiopress, All rights reserved