laRegione
20.10.20 - 22:04

Paraguay, super sequestro di cocaina

Tra le 3 e le 3,5 tonnellate intercettate dall'antidroga nel porto fluviale di Villeta. Un bottino che non ha precedenti nel Paese sudamericano

paraguay-super-sequestro-di-cocaina

Il ministro dell'interno del Paraguay, Euclides Acevedo, ha riferito oggi che un carico di cocaina sequestrato ieri sera nella zona del porto fluviale di Villeta, a 37 chilometri da Asunción, potrebbe raggiungere tra le 3 e le 3,5 tonnellate, sottolineando che si tratta del più grande sequestro di droga mai realizzato nel paese.

Secondo quanto riferito dalle autorità, la droga era nascosta in un carico di carbone vegetale destinato in Israele. Il peso di 3,5 tonnellate è ancora preliminare, poiché il carico è ancora in fase di analisi. In ogni caso, il ministro ha confermato che il risultato dell'operazione non ha precedenti in paese.

"È un sequestro storico che non ha precedenti. Spero che questo finisca per sradicare completamente il traffico di droga (...). Lavorando in modo armonioso nella lotta al narcotraffico possiamo ottenere i risultati auspicati, e l'importante non è il sequestro, ma la prevenzione", ha affermato il ministro citato dal quotidiano "La Nación".

Secondo l'alto funzionario, "il Collegamento Asunción - Buenos Aires - Anversa (Belgio) e infine Israele era la rotta che doveva essere utilizzata per il trasferimento del carico. Ma la destinazione della droga non era Israele, da lì sarebbe andata in altre località. Ora tutto questo verrà indagato", ha affermato.

Acevedo ha indicato che per il momento il carico è stato sequestrato ed è stato avviato un lavoro investigativo per identificare i possibili responsabili della droga oltre che i destinatari. Al momento è stata arrestata solo una persona nell'ambito dell'operazione: si tratta di Cristian Turrini, responsabile del carico di carbone e direttore della tv pubblica del paese nel 2012 e 2013.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
5 ore
Australia, 16enne uccisa da uno squalo in un fiume
Non è nota la specie che ha azzannato la ragazza mentre nuotava nel fiume Swan uccidendola. L’ultimo attacco mortale in un fiume risale al 1960
iran
1 gior
Teheran rilascia il regista Panahi dopo 7 mesi di carcere
Libero il vincitore del Leone d’Oro 2000. Foto scioccanti di un altro attivista durante lo sciopero della fame
la guerra in ucraina
1 gior
Kiev denuncia il capo del gruppo Wagner per crimini di guerra
Prigozhin nel mirino: ‘Non sfuggirà alle sue responsabilità’
la guerra in ucraina
1 gior
Zelensky all’Ue: ‘Negoziati nel 2023’. Dubbi tra i 27
Michel insiste, indispettendo i russi: ‘Il vostro destino è con noi’
stati uniti
1 gior
Pallone-spia cinese sugli Usa, Blinken non va a Pechino
L’ira di Washington. La Cina si scusa: ‘Faceva solo rilievi meteo’
medio oriente
1 gior
La Siria restaura il museo di Palmira distrutto dall’Isis
Ma l’area è oggi una piazzaforte di milizie jihadiste filo-Iran
Cina
1 gior
‘Macché pallone spia: è una sonda per misurazioni meteo’
Pechino si rammarica per l’incidente: ‘Pronti a collaborare per un’adeguata gestione di questa situazione imprevista causata da forza maggiore’
Estero
1 gior
Il pallone aerostatico sorvola una base con missili nucleari
Gli Stati Uniti si dicono ‘molto sicuri’: ‘Si tratta di una spia cinese’. Ma per questioni di sicurezza non sarà abbattuto
oceania
2 gior
L’Australia non vuole Re Carlo sulle sue banconote
L’erede di Elisabetta non apparirà sui nuovi 5 dollari. Al suo posto una figura per onorare la cultura aborigena
asia
2 gior
Gli Usa sbarcano nelle Filippine, accordo anti-Cina
Altre 4 basi per la difesa a Taiwan, la vigilia dell’incontro Blinken-Xi si fa tesa
© Regiopress, All rights reserved