laRegione
Estero
30.06.20 - 20:310

Trump cade nella trappola afghana

Il presidente avrebbe ignorato i rapporti dell'intelligence sui soldi di Mosca ai taleban per uccidere i soldati americani

Donald Trump trema. Ora teme lo spettro di un nuovo Russiagate per la vicenda delle presunte ricompense in denaro offerte da Mosca ai taleban per uccidere soldati americani o della coalizione in Afghanistan. Una partita complicata, dove sono in gioco la vita delle truppe all'estero, la gestione della sicurezza nazionale, i rapporti con l'intelligence Usa e con gli alleati, le sue relazioni ambigue con Vladimir Putin, sullo sfondo della campagna per la rielezione con sondaggi sempre piu' a picco. Il problema di fondo è che col passare dei giorni la sua linea di difesa si va sfaldando.

Il presidente ha sostenuto di non essere stato informato e che l'intelligence non lo ha fatto perché non riteneva credibili le notizie. La Casa Bianca ha sostenuto che non c'era consenso tra gli 007. Ma il New York Times, autore del primo scoop, ha rivelato ora che il commander in chief ricevette una informazione scritta a fine febbraio nel briefing d'intelligence quotidiano. E che la conclusione dell'intelligence era così seria e solida da finire in una pubblicazione della Cia il 4 maggio. Non solo. Secondo l'Ap, la valutazione degli 007 era inclusa in almeno un altro briefing scritto all'inizio del 2019. Le informazioni di intelligence, tra l'altro, sono state condivise recentemente con la Gran Bretagna e, in teoria, dovrebbero essere state veicolate a tutti i Paesi alleati presenti in Afghanistan

Ora Trumpè sotto pressione perche' deve spiegare se ha ricevuto quelle informazioni per iscritto, se le ha lette e, nel caso, perché non ha risposto adeguatamente, esponendo gli eroi di casa ad una ulteriore minaccia: nel 2019 sono morti 20 soldati americani in Afghanistan, anche se finora l'indagine dell'intelligence si è concentrata su un'autobomba dell'aprile 2019 che uccise tre marine. È noto che il presidente non presta grande attenzione ai briefing degli 007, ma questo non lo esimerebbe da eventuali responsabilità.

Ad aggravare il quadro le rivelazioni alla Cnn del giornalista del Watergate Carl Bernstein sulle centinaia di telefonate a ruota libera con i capi di Stato stranieri, che hanno indotto alcuni suoi ex alti dirigenti a ritenerlo un "pericolo alla sicurezza nazionale" per la sua impreparazione. Telefonate dove inseguiva la sua agenda personale e alternava le adulazioni di Putin alle offese verso la "stupida" Merkel. I democratici sono andati all'attacco costringendo la Casa Bianca ad informare un gruppo ristretto di repubblicani e democratici. Quest'ultimi sono rimasti insoddisfatti e hanno suggerito nuove sanzioni a Mosca. "Il presidente Usa non dovrebbe invitare la Russia al G7 o al G8. Dovremmo considerare quali sanzioni sono appropriate per prevenire ulteriormente le attivita' maligne della Russia", ha detto il presidente della commissione intelligence della Camera Adam Schiff. Ma anche diversi repubblicani incalzano Trump a verificare le informazioni e a dare eventualmente una risposta al Cremlino.

Mosca nega ogni coinvolgimento. "Si tratta solo di lotte politiche interne. Ci sono forze negli Usa che stanno cercando di ostacolare i piani di Trump di ritirare le truppe dall' Afghanistan: vogliono rimanere perché questo è un business redditizio per un'intera categoria di rappresentanti politico-militari", ha accusato l'inviato presidenziale russo per l'Afghanistan Zamir Kabulov.
 
 
 

TOP NEWS Estero
Estero
9 ore
Razzismo: sgomberata zona occupata a Seattle, 31 arresti
La zona vicino al Congresso era occupata da settimane da manifestanti che protestavano per l'uccisione di George Floyd
Italia
15 ore
Lugano, ditta implicata nello sbarco di 14 tonnellate di droga
Stando ai documenti doganali sequestrati a Salerno, in città ci sarebbe la sede della società coinvolta nel più vasto traffico internazionale di anfetamine
Foto e video
Estero
17 ore
Hong Kong: migliaia in piazza, almeno 80 arresti
Alta tensione al raduno a Causeway Bay per protestare contro la nuova legge sulla sicurezza nazionale imposta dalla Cina
Estero
22 ore
Il Mississippi ammaina la bandiera confederata
Quella del Mississippi era l'unica bandiera che ancora raffigurava nel suo disegno la bandiera degli Stati Confederati d'America
Estero
1 gior
L'Ue riapre le frontiere a 15 Stati ma non agli Usa
I confini esterni dell'Unione europea riaperti a 15 Paesi terzi, tra cui la Cina, ma a condizione di reciprocità. In Italia resta la quarantena.
Estero
1 gior
Hong Kong, la Cina vara la legge sulla sicurezza nazionale
La mossa, che ha causato la dura opposizione di Usa, Ue e Gran Bratagna, è vista come una stretta all'ampia autonomia della regione
Estero
1 gior
In America Latina i casi aumentano ma con meno forza
Osservata una diminuzione dei contagi rispetto alla media delle scorse settimane
Estero
1 gior
Il Boeing 737 Max torna a volare
Dopo uno stop di 15 mesi a causa di due incidenti, il velivolo è tornato nei cieli avviando il processo di certificazione con la Federal Aviation Administration.
Estero
2 gior
Messico, per i 43 studenti scomparsi forse una svolta
Uno dei principali sospettati del sequestro del 2014 è stato fermato dalla polizia settimana scorsa.
Estero
2 gior
Kosovo, se riconosciuto colpevole, Thaci pronto a lasciare
Il presidente lo ha reso noto in un intervento televisivo. Su di lui le accuse del Tribunale speciale dell'Aja che indaga sui crimini di guerra compiuti dall'Uck
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile