laRegione
04.05.20 - 10:00
Aggiornamento: 13:11

Cina nel mirino di mezzo mondo per la gestione del coronavirus

Intanto negli Stati Uniti un documento della Sicurezza nazionale punta il dito: 'Perchino ha tenuto nascosta la gravità della situazione per fare scorte'

Ats, a cura de laRegione
cina-nel-mirino-di-mezzo-mondo-per-la-gestione-del-coronavirus
Xi Jinping (Keystone)

La Cina è nel mirino del mondo per la sua "iniziale cattiva gestione" del coronavirus che ne ha favorito la diffusione. "L'Australia chiede un'inchiesta sull'origine del virus. La Germania e la Gran Bretagna esitano sull'invitare nei loro Paesi il gigante Huawei. Il presidente Donald Trump scarica la colpa sulla Cina per il contagio e punta a punirla. Molti governi vogliono fare causa a Pechino e chiedere danni".

Lo afferma il New York Times, mettendo in evidenza come si sia aperta una battaglia che sembra ridimensionare e infliggere un colpo alle ambizioni cinesi di riempire il vuoto di leadership a livello globale lasciato dagli Stati Uniti.

'Tenuto segreta la gravità del virus per fare scorte'

Tanto più che questa mattina dagli Stati Uniti sono trapelante nove accuse all'indirizzo di Pechino. In particolare quella di aver tenuta nascosta la gravità del coronavirus per accumulare le scorte di forniture e apparecchiature mediche necessarie. Lo si afferma in un documento del Dipartimento della Sicurezza nazionale datato 1 maggio e riportato dall'Associated Press (Ap) sul proprio sito.

I leader cinesi hanno "deliberatamente nascosto la gravità" del coronavirus al resto del mondo agli inizi di gennaio, si legge. Mentre minimizzava il virus, la Cina aumentava le importazioni e riduceva le esportazioni di forniture mediche. Nel documento la Cina è accusata anche di non aver informato l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) sul fatto che il virus fosse "contagioso" per gran parte del mese di gennaio.

Crescente diffidenza contro Pechino

Stando al New York Times la Cina avrebbe risposto alle accuse in modo aggressivo, unendo agli "aiuti una retorica nazionalista e mescolando richieste di gratitudine con minacce economiche. Il risultato ha solo alimentato il contraccolpo e la crescente diffidenza della Cina in Europa e in Africa, mettendo a rischio il desiderio di Pechino di essere vista come un generoso attore sulla scena globale".

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Portogallo
9 ore
Pedofilia: il vescovo di Fatima indagato per copertura abusi
Il religioso è rimasto sorpreso dall’informazione, fornitagli da una persona legata ai media: “Collaborerò per chiarire queste situazioni drammatiche”
Africa
10 ore
Burkina Faso, secondo colpo di stato in otto mesi
Il nuovo uomo forte del Paese, nominato presidente dell’Mprs, è ora il capitano Ibrahim Traoré. Frontiere terrestri e aeree chiuse.
Europa
13 ore
Crisi energetica: con gasdotto Grecia-Bulgaria nuova era Ue
L’Ue, ha sottolineato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, ha sostenuto il progetto “sia finanziariamente che politicamente”
Estero
13 ore
Falle Nord Stream in zona discarica armi chimiche
Ma è probabile che l’effetto delle perdite di gas sulle armi chimiche sia minimo, poiché sono sepolte a diversi chilometri
Italia
16 ore
Prega sulla tomba del padre per 33 anni, ma non è lui
Al cimitero in Abruzzo. La scoperta da parte di una donna di 61 anni nel momento della traslazione della salma nell’ossario.
Estero
20 ore
‘Rascismo’: il fascismo russo che piace a Putin
L’ideologia del Cremlino ha una robusta matrice intellettuale nella storia del Paese e condensa alcune caratteristiche classiche dell’estrema destra
Estero
1 gior
Il proclama di Putin: ‘Le regioni annesse nostre per sempre’
Al Cremlino in corso la cerimonia di firma dei trattati di annessione alla Russia delle regioni ucraine in cui si son tenuti i referendum-farsa pro Mosca
la guerra in ucraina
2 gior
Quarta falla nel Nord Stream, la Nato in allerta
‘Risponderemo ad attacchi’. Mosca: ‘Non si sa se sarà riavviato’
Estero
2 gior
Putin sfida il mondo e annette i territori ucraini
La firma al Cremlino. Dopo Polonia e Paesi baltici, anche la Finlandia chiude i confini ai russi. L’esodo di chi non vuole andare in guerra prosegue a est
Confine
2 gior
Sacerdote ciadiano trovato morto a Bresso. Era giunto da Locarno
Del religioso si erano perse le tracce da diversi giorni. Il suo corpo senza vita era appeso a una recinzione nei pressi del camposanto
© Regiopress, All rights reserved