laRegione
20.03.20 - 19:49
Aggiornamento: 20:34

Trovata molecola che blocca il motore del coronavirus

Si chiama '13b'. È in grado d'inibire il replicarsi delle cellule infettate. Aiuterà a sviluppare nuovi farmaci

Ats, a cura de laRegione
trovata-molecola-che-blocca-il-motore-del-coronavirus
Ti-Press

Trovata un'arma capace di bloccare il 'motore' del virus SarsCoV2: si chiama '13b' ed è una molecola che lega e inibisce l'enzima proteasi usato dal virus per replicarsi nelle cellule infettate.

Questo è considerato il bersaglio principale per colpire il virus e la sua struttura 3D, finalmente svelata grazie ai raggi X del sincrotrone Bessy di Berlino, aiuterà a sviluppare nuovi farmaci, come indica lo studio pubblicato su Science da un gruppo internazionale guidato dall'Università di Lubecca, in Germania.

Testata in provetta su cellule di polmone umano colpite da coronavirus, la molecola 13b è subito entrata in azione. Sperimentata sui topi, ha dimostrato di non essere tossica e di poter essere somministrata per via inalatoria, depositandosi dopo 24 ore nei polmoni, che sono gli organi più colpiti dall'infezione.

"Ora il nostro inibitore deve essere trasformato in un farmaco: per farlo avremo bisogno del supporto di un'azienda farmaceutica, per avere le risorse per finanziare la sperimentazione clinica", afferma il coordinatore dello studio Rolf Hilgenfeld, fiducioso di poter ottenere il supporto del consorzio di aziende ed enti di ricerca messi insieme dalla Commissione europea per affrontare l'emergenza.

"Di sicuro - precisa l'esperto - ci vorranno anni prima che il nostro inibitore diventi un farmaco anti-coronavirus. Se tutto andrà bene, il prodotto non sarà comunque disponibile per questa epidemia".

Lo sforzo fatto finora con la molecola 13b rappresenta in ogni caso un'importante prova di principio: ora diventa più facile disegnare nuovi farmaci contro Covid-19, perché finalmente si conosce la struttura 3D della sua proteasi, considerata il principale bersaglio da colpire. Per fotografarla in alta definizione, i ricercatori hanno usato i potenti raggi X del sincrotrone Bessy di Berlino, messo subito a disposizione con procedure speciali visto l'avanzare dell'emergenza sanitaria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
3 ore
Sale a 4’890 il bilancio dei morti del sisma fra Turchia e Siria
Da parte di Ankara le vittime del terremoto di magnitudo 7,9 di ieri sono al momento 3’381, da parte siriana sono 1’509
la guerra in ucraina
12 ore
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
13 ore
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
14 ore
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
16 ore
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
17 ore
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
Estero
19 ore
La visita dei parlamentari svizzeri a Taiwan preoccupa la Cina
Pechino critica i contatti ufficiali fra le autorità dell’isola che considera una provincia ribelle e i Paesi che hanno relazioni diplomatiche con la Cina
Confine
20 ore
Confine, arrestato un 21enne per spaccio di droga
Nell’abitazione del giovane militari e cane antidroga hanno rinvenuto 500 grammi di hashish, diversi contanti e una bici elettrica rubata in Ticino
Estero
20 ore
Sono oltre 3600 le vittime del sisma, ma si scava ancora
Superati i 2300 morti in Turchia e 1200 in Siria. Erdogan: ‘Il più grande disastro nel Paese dal 1939’
Confine
20 ore
Violenta lite in famiglia a Verbania
L’alterco ha avuto per protagonisti un 32enne di origini albanesi e con cittadinanza italiana e suo padre, con quest’ultimo lievemente ferito
© Regiopress, All rights reserved