laRegione
Estero
14.01.20 - 14:210

Foreste brasiliane, spariti 44 milioni di campi da calcio

Quasi raddoppiate, rispetto all'anno precedente, le aree incendiate nel 2019. L'area scomparsa è la terza più vasta del decennio

Il Brasile ha chiuso il 2019 con 318'000 km quadrati di area forestale consumata dagli incendi, secondo i dati dell'Istituto nazionale per le ricerche scientifiche (Inpe): si tratta dell'86% in più rispetto al 2018 (170'000 km quadrati). L'anno scorso è stato il primo anno in cui l'Inpe ha visto un aumento dell'area bruciata in tutti e sei i biomi misurati rispetto al periodo precedente, riporta il portale Uol. L'area bruciata nel 2019 equivale a 44,5 milioni di campi da calcio ed è quasi il 10% più grande della somma dei territori degli Stati di Rio de Janeiro e San Paolo. Il totale raggiunto dai roghi nel 2019 è il terzo più grande del decennio, dietro solo al 2012 (391 mila km quadrati) e al 2015 (354 mila). Il maggior aumento dell'area bruciata dei biomi si è verificato nel Pantanal, dove 20'800 km quadrati sono stati colpiti dagli incendi, il 573% in più rispetto al 2018. In tutto, l'anno scorso, il 13,9% del territorio del bioma è stato colpito dalle fiamme, il tasso più alto in 15 anni. Lo scorso settembre, gli Stati del Mato Grosso e del Mato Grosso do Sul hanno dichiarato l'emergenza a causa dell'alto numero di roghi.

TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile