laRegione
Estero
17.11.19 - 08:490

Il principe Andrea d'Inghilterra nega sesso con minorenne

Coinvolto nello scandalo di Epstein, il miliardario, poi suicidatosi, accusato di abusi sessuali e traffico traffico internazionale di bambini.

"Non è successo. Posso assolutamente dire categoricamente che non è mai successo". Così il principe Andrea nega, in un'intervista alla Bbc, di aver fatto sesso con Virginia Giuffre, principale accusatrice di Jeffrey Epstein, il miliardario suicidatosi in carcere. Giuffre sostiene di essere stata costretta ad avere rapporti sessuali con il duca di York tre volte tra il 2001 - quando lei aveva 17 anni - e il 2002. Nella stessa intervista, di cui la Bbc sta pubblicando nuovi stralci, Andrea afferma: "Non ho alcun ricordo di aver mai incontrato questa signora, nessuno". Per una delle occasioni di cui viene accusato, il principe dice di essere rimasto a casa con le figlie.

Inoltre, Virginia Giuffre ha raccontato che mentre ballavano insieme in un club, la sera della prima volta in cui sarebbe stata costretta a rapporti sessuali con Andrea, il duca di York "sudava copiosamente". Ma per il terzogenito della regina Elisabetta questo è impossibile perché - spiega ora alla Bbc - all'epoca "aveva una condizione medica che gli impediva di sudare", condizione che il principe imputa a "un'overdose di adrenalina durante la guerra delle Falkland". Il principe dice inoltre di non saper spiegare la foto che lo ritrae mentre cinge la vita dell'allora giovanissima Virginia Giuffre, ma lascia intendere che potrebbe essere stata manipolata: "Non possiamo essere sicuri che quella sia la mia mano", dichiara.

"Le indagini che abbiamo fatto" non sono state in grado di provare che la foto sia un falso "perché è la fotografia di una fotografia di una fotografia", afferma ancora il duca di York, che aggiunge anche di non ricordare di essere salito in quella casa e che nell'immagine non appare vestito come usava fare di solito quando si trovava a Londra.
 
 

TOP NEWS Estero
Estero
5 ore
Colombia, 90 arresti per abusi sessuali su minori
Tra le persone arrestate ci sono membri della forza pubblica, genitori, guide spirituali e religiose, persone vicine alle vittime
Estero
6 ore
In Italia, stato di emergenza fino al 31 dicembre
Con i contagi ancora in salita e focolai in diverse zone del Paese, il premier italiano Conte ha confermato oggi che si andrà in questa direzione
Estero
10 ore
Amazzonia, deforestazione aumentata 25% nel primo semestre
L'Amazzonia brasiliana ha registrato 1.034,4 km quadrati di superficie in allerta di deforestazione a giugno, un record dal 2015
Estero
11 ore
Turchia, Santa Sofia potrà tornare moschea
La storica decisione apre ora la strada alla riconversione in moschea del monumento simbolo di Istanbul
Italia
13 ore
Italia, il Mose di Venezia si è chiuso
Esito positivo per il primo test delle paratoie che dovrebbero difendere la laguna dall'acqua alta: tutte 78 si sono alzate
Estero
19 ore
Muore a 11 anni di Covid-19 negli Usa dei tristi record
La ragazzina è la quarta minorenne vittima di coronavirus in Florida. Negli Stati Uniti oltre 65mila casi in 24 ore.
Estero
1 gior
Dai giudici un altro schiaffo (che non fa male) a Trump
La Corte suprema: i procuratori di New York (ma non il Congresso) potranno esaminare la sua dichiarazione dei redditi. Conseguenze politiche improbabili.
Stati Uniti
1 gior
'Altro che seconda ondata, gli Usa sono nel pieno della prima'
Lo afferma il virologo della Casa Bianca Anthony Fauci, secondo cui servirebbe un secondo lockdown
Estero
1 gior
In migliaia a Sarajevo ricordano il genocidio di Srebrenica
Ricorre sabato il 25esimo anniversario del massacro. Oggi s'è svolta una cerimonia in omaggio alle ultime 9 vittime identificte.
Italia
1 gior
Coronavirus, l'Italia vieta l'entrata da 13 paesi
Bloccati tutti coloro che hanno soggiornato, nei 14 giorni precedenti, ad esempio in Brasile, Bosnia, Cile e Macedonia del Nord
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile