laRegione
Estero
21.10.18 - 22:440

Detroit, resti di 63 feti in un'agenzia funebre

È il secondo caso nella città Usa. Il dipartimento per gli affari legali del Michigan ha parlato di 'condizioni atroci e condotta negligente'.

Macabra scoperta in un'agenzia funebre di Detroit: la polizia ha ritrovato i resti di 63 feti chiusi in scatole e in un congelatore della Perry Funeral Home. Lo riferiscono i media Usa.

È il secondo caso dopo quella della settimana scorsa quando le forze dell'ordine hanno rinvenuto i corpi di 11 neonati in una ex agenzia funebre, sempre a Detroit. Al momento i due casi non sarebbero collegati anche se l'indagine è stata estesa e gli investigatori stanno cercando di capire in che modo vengono gestiti i resti umani dalle agenzie funebri.

Il dipartimento per gli affari legali del Michigan ha parlato di 'condizioni atroci e condotta negligente" in merito al ritrovamento dei 63 feti: 37 erano rinchiusi in scatole e gli altri 26 nel freezer: le morti di alcuni risalivano a molti anni fa.

Secondo il dipartimento, l'agenzia funebre ha commesso un crimine non disponendo in maniera corretta dei corpi e non facilitandone la sepoltura o la cremazione in conformità con le leggi statali. Alla Perry Funeral home è stata sospesa la licenza e rimane chiusa.

Tags
agenzia funebre
agenzia
resti
feti
detroit
dipartimento
TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile