laRegione
Estero
21.10.18 - 22:440

Detroit, resti di 63 feti in un'agenzia funebre

È il secondo caso nella città Usa. Il dipartimento per gli affari legali del Michigan ha parlato di 'condizioni atroci e condotta negligente'.

Macabra scoperta in un'agenzia funebre di Detroit: la polizia ha ritrovato i resti di 63 feti chiusi in scatole e in un congelatore della Perry Funeral Home. Lo riferiscono i media Usa.

È il secondo caso dopo quella della settimana scorsa quando le forze dell'ordine hanno rinvenuto i corpi di 11 neonati in una ex agenzia funebre, sempre a Detroit. Al momento i due casi non sarebbero collegati anche se l'indagine è stata estesa e gli investigatori stanno cercando di capire in che modo vengono gestiti i resti umani dalle agenzie funebri.

Il dipartimento per gli affari legali del Michigan ha parlato di 'condizioni atroci e condotta negligente" in merito al ritrovamento dei 63 feti: 37 erano rinchiusi in scatole e gli altri 26 nel freezer: le morti di alcuni risalivano a molti anni fa.

Secondo il dipartimento, l'agenzia funebre ha commesso un crimine non disponendo in maniera corretta dei corpi e non facilitandone la sepoltura o la cremazione in conformità con le leggi statali. Alla Perry Funeral home è stata sospesa la licenza e rimane chiusa.

Tags
agenzia funebre
agenzia
resti
feti
detroit
dipartimento
TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved