laRegione
Estero
01.07.18 - 08:250

Assassinio giudice Borsellino, un grave depistaggio

Secondo i giudici di Caltanisetta in prigione finirono sette “innocenti“ . Alcuni investigatori costituirono carte false per sviare le indagini

Assassinio del giudice Paolo Borsellino e degli agenti della sua scorta: ci fu un depistaggio delle indagini. Falsi pentiti costretti a mentire sull'assassinio. «È uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana», accusano i giudici della corte d’assise di Caltanissetta, che  hanno depositato le motivazioni della sentenza del processo Borsellino quater: 1.856 pagine, dodici capitoli, un lavoro minuzioso di ricostruzione firmato dal presidente Antonio Balsamo e dal giudice a latere Janos Barlotti, che rappresenta una tappa importante nel difficile percorso di ricerca della verità, perché fissa in maniera chiara i misteri ancora irrisolti e indica una strada per proseguire le indagini.
Le nuove indagini puntano direttamente al cuore dello Stato. Si tratterebbe in particolare di alcuni investigatori del gruppo Falcone e Borsellino guidati dall’allora capo della squadra mobile di Palermo Arnaldo La Barbera: dovevano scoprire i responsabili delle bombe, invece costruirono a tavolino alcuni falsi pentiti. Il processo Borsellino quater, lo ricordiamo, ha visto condannati all'ergastolo i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino e a dieci anni per calunnia i falsi pentiti Francesco Andriotta e Calogero Pulci. Vincenzo Scarantino, anche lui imputato per calunnia, è uscito dal processo per la prescrizione del reato, scattata perché i giudici gli hanno concesso l'attenuante riconosciuta a chi commette il reato indotto da altri.
Il depistaggio, secondo i giudici, era costato la condanna all'ergastolo a sette innocenti, poi scarcerati e scagionati nel processo di revisione. Per i magistarti di Caltanisetta le dichiarazioni, poi rivelatesi infondate, erano al centro di di uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana.

Tags
borsellino
depistaggio
assassinio
giudice
giudici
processo
depistaggi
indagini
falsi pentiti
assassinio giudice
TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile