laRegione
italia-fumata-grigia-il-pd-chiede-la-rottura-con-salvini
Estero
24.04.18 - 21:140

Italia, fumata grigia: il Pd chiede la rottura con Salvini

Tempo fino a giovedì per trovare un accordo fra democratici e pentastellati, altrimenti la palla torna nelle mani del presidente Sergio Mattarella

Il giro di consultazioni avviato per la formazione del nuovo governo italiano dal presidente della Camera Roberto Fico si è chiuso con una fumata grigia. Il Partito Democratico fa sapere tramite il suo reggente Maurizio Martina di essere "disponibile" a valutare un’intesa con il Movimento Cinque stelle a patto che il baricentro siano i 100 punti di programma dei Dem ma soprattutto la chiusura ufficiale di ogni canale di dialogo con Matteo Salvini. Richiesta quest’ultima subito accolta da Luigi Di Maio. Il leader pentastellato mette fine ad ogni tentativo di intesa con la Lega ed invita il Pd ad avviare subito un confronto.

Il leader della Lega Nord non molla

Consapevole delle distanze tra i due partiti, il candidato premier M5s chiede che le due forze politiche si incontrino al più presto per verificare "prima ancora di firmare un contratto se ci siano i presupposti per metterlo in piedi". Il tavolo così si apre, scatenando l’ira di Matteo Salvini che però sceglie, al momento, la strada di non rompere i ponti con i 5 stelle rilanciando ancora l’ipotesi di un governo M5s-centrodestra. Certo, l’esito del percorso avviato dai pentastellati e dal Pd è tutt’altro che scontato (giovedì potrebbe esserci un nuovo giro di consultazioni) e soprattutto a pesare nelle decisioni saranno due passaggi fondamentali: il voto degli iscritti del movimento sulla piattaforma Rousseau, nel caso si arrivasse alla stesura di un contratto; mentre in casa del Partito Democratico l’attesa è ora per la direzione del partito che dovrebbe essere convocata i primi giorni della prossima settimana.

Il tentativo con il Pd è 'l'ultimo' per i 5 Stelle

Un appuntamento che suona già come una ’conta’ tra chi è favorevole al dialogo con il Movimento Cinque Stelle ed i sostenitori dell’ex premier Matteo Renzi da sempre contrari. Ma in attesa dei passaggi formali, sui social, in modo assolutamente bipartisan, monta la polemica. Su twitter i militanti renziani del Pd coniano l’hashtag #Renzitorna, mentre sul blog delle Stelle (l’house organ del Movimento) l’ipotesi di un’intesa con il Pd scatena una rivolta tra i militanti. Di tempo in realtà per verificare la possibilità di chiudere un’intesa ce n’è poco. Entrambi i partiti ne sono consapevoli anche perchè il presidente della Camera è atteso giovedì al Colle per riferire al presidente Sergio Mattarella l’esito dei colloqui. Se sarà negativo la ’palla’ tornerà di nuovo nelle mani del Capo dello Stato, che a quel punto dovrà decidere quale strada intraprendere: se tentare un terzo giro di consultazioni oppure farsi carico di individuare lui una soluzione. Mattarella deve comunque fare i conti con il no del Movimento Cinque Stelle ad altre ipotesi. Il tentativo con il Pd, mette in chiaro Di Maio, sarà l’ultimo e "noi diciamo già da ora che non sosterremo governi tecnici, governissimi, o del presidente". Senza un accordo con i Dem per i pentastellati l’unica strada è quella del ritorno alle urne.

Il Movimento non accetta Berlusconi

La chiusura ufficiale della trattativa con il Carroccio, dunque da un lato fa infuriare il leader della Lega che accusa Di Maio di "amoreggiare con Renzi e con il Pd pur di andare al potere"; dall’altro, lo spinge a non chiudere definitivamente la porta ai Pentastellati, invitandoli a "smettere di polemizzare" e ad "aiutarlo a ricostruire questo paese". Ribadendo, però, di essere il leader del centrodestra, Salvini lascia intendere che comunque ogni trattativa non può escludere Silvio Berlusconi e Forza Italia su cui il veto dei 5 stelle continua ad essere irremovibile. La ’svolta’ non lascia indenne nemmeno il Pd dalle polemiche interne. "Io resto contrario ad un’intesa con il M5s", mette in chiaro il presidente del Partito Matteo Orfini annunciando la convocazione della direzione il prima possibile. Per il ministro della Giustizia Andrea Orlando invece è "giusto un confronto con M5s" ma il coordinatore della segreteria nazionale Lorenzo Guerini tiene a precisare che "ogni ipotesi di confronto parte dai 100 punti di programma presentato agli italiani".

TOP NEWS Estero
Estero
29 min
Così l'Ue si prepara alla seconda temuta ondata del Covid
Preoccupano Catalogna e Balcani. L'Ue raccomanda 'stress test' per simulare focolai, vedere se i sistemi sanitari reggono, coordinare le forniture mediche
Estero
1 ora
Brutale omicidio a New York, imprenditore decapitato
La polizia indaga sulla morte di un 33enne fatto a pezzi nel suo lussuoso appartamento. Accanto al cadavere è stata trovata una sega elettrica
Video
Estero
3 ore
La nipote di Trump: 'Zio dimettiti, sei un pericolo'
Così Mary Trump nella prima intervista dopo che un tribunale ha revocato il divieto per impedirle di parlare in pubblico
Estero
7 ore
Torture su bimbi in dirette web, indagati 17enni in Piemonte
Nel deep web assistevano a violenze e torture praticate da adulti su minori, interagendo con i protagonisti e richiedendo sevizie sui corpi dei bambini
Estero
8 ore
Due alpinisti italiani morti sul Monte Bianco
Le vittime avevano 56 e 57 anni. I loro corpi sono stati recuperati oggi verso le 6.30 sul versante nord del Mont-Maudit, a 4100 metri di quota
Confine
10 ore
'Riaprite i bagni ai senzatetto': attivisti si mobilitano a Como
Il Gruppo Cominciamo da Como occupa i bagni pubblici del sottopassaggio di piazza Vittoria: 'Governati da chi non ha il minimo rispetto per la dignità umana'
Estero
11 ore
Mascherine all'aperto in Lombardia: cade l'obbligo
Purché sia mantenuta la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone. Naso e bocca ancora coperti nei luoghi al chiuso (mezzi di trasporto inclusi)
Estero
12 ore
Trump firma sanzioni contro la Cina per Hong Kong
'Fine del trattamento preferenziale' dopo la stretta cinese. Pechino: 'Gli Usa smettano di interferire negli affari interni'. Il Nyt sposta i giornalisti a Seul.
Estero
12 ore
Autostrade per l'Italia: passo indietro dei Benetton
Il Consiglio dei Ministri dà mandato a Cdp per avviare, entro il 27 luglio, il percorso che dovrebbe portare all'uscita progressiva dei Benetton entro un anno
Estero
22 ore
Covid, senza un vaccino a rischio il Carnevale di Rio
Le autorità carioca - il secondo stato brasiliano più colpito dalla pandemia - ammettono la possibilità di posticipare il maxi evento
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile