laRegione
21.11.22 - 18:48
Aggiornamento: 19:08

Confine, quattro arresti per 4 milioni e 300mila euro

Due degli arrestati sono domiciliati a Vacallo e a Vico Morcote e insieme agli altri, un comasco e un varesino, erano soci in affari immobiliari loschi

di Marco Marelli
confine-quattro-arresti-per-4-milioni-e-300mila-euro
Ti-Press
In manette per bancarotta fraudolenta

Quattro arresti per bancarotta fraudolenta e sottrazione al pagamento delle imposte in una vicenda che si è sviluppata a cavallo della frontiera. Le manette ai polsi di due degli arrestati sono scattate, da parte dei finanzieri del Nucleo di Polizia economica-finanziaria della Guardia di finanza di Como, con al comando il colonnello Samuel Bolis, alla dogana di Brogeda nelle scorse ore. Al Bassone sono stati rinchiusi due comaschi, sulla quarantina, residenti a Vacallo e a Vico Morcote. Nello stesso carcere, nel fine settimana erano finiti gli altri due arrestati, un comasco e un varesino. All’appello manca una quinta persona, colpita da un’ordinanza di custodia cautelare. Si tratta di un 72enne, anch’egli comasco che deve aver annusato aria pesante ed è scappato in Brasile.

Gli ammanettati a Como erano soci in alcune questioni immobiliari. Soci anche in tre società svizzere, operanti nella compravendita di terreni e immobili. Due con sede a Chiasso e la terza a Lugano. Questi i fatti, in rapida sintesi, così come sono stati accertati dagli investigatori della Gdf di Como, coordinati dalla Procura lariana. Dal 2014 ai nostri giorni gli indagati hanno acquistato cinque terreni sia a Como, sia nei comuni confinanti, poi rivenduti alla grande distribuzione. Su quei terreni sono stati costruiti cinque supermercati. Operazioni che, stando all’accusa, avrebbero consentito alle immobiliari comasche di realizzare ingenti guadagni, nell’ordine di cinque milioni di euro. Guadagni sui quali non sono state pagate le tasse. Immobiliari che prima degli accertamenti tributari sarebbero state svuotate, con il trasferimento delle risorse finanziarie a Chiasso e a Lugano. Un meccanismo che ha portato al fallimento delle società. Oltre alle ordinanze di custodia cautelare in carcere, il Gip del Tribunale di Como ha firmato il decreto di sequestro preventivo (conti correnti e immobili) a carico degli arrestati per 4 milioni e 300mila euro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
l’invasione russa
8 ore
Mosca risponde ai tank, missili ipersonici sull’Ucraina
Almeno 11 morti nei raid. Putin e Zelensky chiudono la porta ai colloqui
cisgiordania
8 ore
Esercito israeliano irrompe a Jenin: 10 morti
Scontri durante un’operazione definita di ‘antiterrorismo’ in un campo profughi. Dura presa di posizione di Abu Mazen. Hamas: ‘Tel Aviv la pagherà’
balcani
9 ore
Solo il 43% dei serbi vuole entrare nell’Ue
Nel sondaggio non si dicono convinti di voler abbracciare l’Unione europea. Il sistema sociale più ambito? Quello svizzero
russia
9 ore
Putin mette al bando Meduza ‘Testata indesiderata’
Il media indipendente nel mirino della censura del Cremlino: ‘Non molliamo’
Estero
13 ore
Piccolo Stato, grande multa: San Marino sanziona Facebook
Meta Inc. ha perso il ricorso e dovrà pagare 4 milioni di euro per la diffusione indebita dei dati di circa 12’700 sammarinesi
Estero
14 ore
Al Memoriale della Shoah ‘I Simpson deportati ad Auschwitz’
I murales dell’artista aleXsandro Palombo sono apparsi sui muri della Stazione centrale a Milano presso il Binario 21, luogo di partenza per i lager
Confine
17 ore
Como, aumenta il numero di giovani spacciatori
Quattro giovani sono stati denunciati a piede libero per detenzione di hashish. Sanzionato anche un minorenne
Italia
17 ore
15enne spinto sui binari, fermati due minori: lite per gelosia
I due hanno rischiato di far finire il coetaneo sotto un treno in corsa alla stazione di Seregno. All’origine dell’aggressione, una ragazza ‘contesa’
Estero
19 ore
Maxiretata anti-’ndrangheta: 56 arresti, sequestri milionari
L’operazione è scattata oggi in diverse province in tutta Italia, da Milano a Vibo Valentia: sequestrati beni per 250 milioni di euro
Estero
19 ore
Spagna: attacco con machete in due chiese, un morto e un ferito
Un uomo ha aggredito il parroco e il sagrestano di due parrocchie nella città di Algeciras, ferendo il primo e uccidendo il secondo per poi essere fermato
© Regiopress, All rights reserved