laRegione
22.05.22 - 11:55
Aggiornamento: 16:20

Un carro attrezzi per rimuovere solo... le vetture straniere

L’obiettivo è costringere principalmente i ticinesi a pagare le multe per divieto di sosta. Lo propone Alessandro Rapinese, candidato a sindaco di Como.

di Marco Marelli
un-carro-attrezzi-per-rimuovere-solo-le-vetture-straniere
Depositphotos

Un carro attrezzi per rimuovere solo le autovetture con targhe straniere (per lo più svizzere, in primis ticinesi) beccate in sosta vietata, per evitare il rientro in patria senza aver pagato la contravvenzione. È la proposta di Alessandro Rapinese, uno degli otto candidati a sindaco di Como, dove per le elezioni amministrative si vota il prossimo 12 giugno.

Dalla sua pagina Facebook il candidato sindaco civico – che a Como ha un buon seguito ma non sufficiente per essere eletto – ha lanciato la sua idea che in riva al Lario fa discutere, anche perché tutti i tentativi di far pagare le multe agli automobilisti stranieri sono via via naufragati. Il post è stato scritto con tono ironico, ma l’intenzione è seria. Visto che le multe per divieto di sosta non vengono riscattate, le cose andrebbero diversamente se, ragiona Rapinese, quelle auto venissero rimosse. In quel caso il proprietario sarebbe costretto a pagare la multa per riavere indietro il proprio veicolo.

"Appena sarò sindaco – afferma Rapinese – per gli amici svizzeri che parcheggiano dove gli pare e poi, complici le difficoltà legali, non pagano mai le multe, avrò, come i buoni amici meritano, un occhio di riguardo: un carro attrezzi loro dedicato. Quando avranno pagato la multa, e la rimozione, i precisetti elvetici potranno tornare a casa serenamente. Per un amico si fa questo e altro".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
il terremoto
10 ore
In Siria e Turchia oltre 7mila morti, si cerca sotto le macerie
A caccia di sopravvissuti, mentre montano le prime polemiche sui ritardi nei soccorsi
la guerra in ucraina
10 ore
Mosca ammassa nuove truppe. Berlino: ‘100 Leopard a Kiev’
Altre decine di migliaia di soldati russi inviati nel Donbass. Zelensky alle prese con il rebus nomine
stati uniti
12 ore
Biden bocciato dal 62% degli americani
Brutte notizie nei sondaggi a poche ore dal discorso sullo stato dell’Unione
Estero
20 ore
Sempre più vittime del terremoto in Turchia e Siria: oltre 5’000
È stato intanto estratto vivo dalle macerie il calciatore ghanese Christian Atsu. Oltre 8’000 persone sono state salvate finora
Estero
1 gior
Sale a 4’890 il bilancio dei morti del sisma fra Turchia e Siria
Da parte di Ankara le vittime del terremoto di magnitudo 7,9 di ieri sono al momento 3’381, da parte siriana sono 1’509
la guerra in ucraina
1 gior
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
1 gior
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
1 gior
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
1 gior
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
1 gior
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
© Regiopress, All rights reserved