laRegione
operazione-ritual-4-arresti-e-3-kg-di-cocaina-sequestrati
Guardia di finanza
Passava dagli aeroporti, ma non solo
19.05.22 - 08:31
Aggiornamento: 15:16

Operazione Ritual, 4 arresti e 3 kg di cocaina sequestrati

Prima di imbarcare la sostanza stupefacente verso l’Europa, la banda di nigeriani era solita avvalersi di riti propiziatori dei ‘santoni’

Quattro persone in manette e 3 kg di cocaina sequestrati. È il frutto dell’operazione Ritual condotta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Varese, che ha permesso di smascherare e interrompere un traffico internazionale di stupefacenti, proveniente dall’Africa verso l’Europa.

L’operazione era scattata con l’arresto, da parte dei Finanzieri di Malpensa, di un nigeriano appena sbarcato da Addis Abeba (Etiopia), reo di aver introdotto nel territorio nazionale oltre 1,5 kg di cocaina, confezionata in 92 ovuli occultati nello stomaco. Le successive indagini avevano svelato l’esistenza di un pericoloso sodalizio criminoso con base logistica a Torino.

Agli arresti era poi finito un ulteriore corriere, una donna pure nigeriana, residente a Torino, trovata in possesso di oltre 530 g di cocaina. Dagli accertamenti sono pure state ricostruite due importazioni illecite effettuate da quest’ultima, poche settimane prima del suo arresto.

Le indagini di Polizia economico-finanziaria, supportate dall’analisi dei trasferimenti di denaro, studio dei tabulati telefonici, osservazioni, pedinamenti, accertamenti tecnici, nonché dall’utilizzo dei cani antidroga, hanno permesso di scoprire le diverse metodologie attuate dall’organizzazione criminale, da un lato per reperire lo stupefacente e, dall’altro, immetterlo illegalmente in Italia.

Le prove acquisite dai finanzieri hanno condotto a individuare gli organizzatori nonché destinatari della sostanza stupefacente, una coppia di cittadini di nazionalità nigeriana residente a Torino che, come emerso dalle indagini tecniche, per favorire il buon esito del viaggio del corriere, era solita avvalersi di rituali propiziatori praticati a pagamento da appositi ‘santoni’ nei luoghi di origine della spedizione.

Oltre a giungere per via aerea dal continente africano, la droga arrivava in transito anche dall’Europa, attraverso altri canali, ritenuti dagli organizzatori più ‘sicuri’ per i loro fini criminali, impartendo ai corrieri specifiche modalità di acquisto di titoli di viaggio per autobus.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cocaina operazione ritual
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
28 min
Alpinista precipita e muore sull’Ortles
L’uomo è caduto per 400 metri nei pressi del rifugio Payer. L’incidente è avvenuto verso le 5.30 di questa mattina.
Estero
44 min
Estradato Morabito: il boss dovrà scontare 30 anni
Il 56enne si trovava in Brasile. È considerato uno dei più importanti trafficanti di droga al mondo.
Estero
46 min
Dopo gli scandali, Johnson nomina due nuovi ministri
Steve Barclay sarà capo gabinetto di Downing Street. Nadhim Zhawi avrà il ruolo di cancelliere dello Scacchiere.
Regno Unito
10 ore
Johnson travolto dagli scandali, il governo perde pezzi
Lasciano altri due ministri di peso. A far traboccare la goccia le accuse al premier di aver mentito sulle molestie attribuite all’alleato Pincher
Estero
11 ore
Sparatoria in Illinois, il bilancio delle vittime sale a 7 morti
Una persona è morta in ospedale in seguito alle ferite riportate, secondo quanto riferito dalla NBC Chicago.
Estero
11 ore
Giallo sull’invito in Russia “rifiutato da Xi”
La motivazione ufficiale del No del presidente cinese è la pandemia, ma sullo sfondo restano i dubbi sulla solidità della partnership Mosca-Pechino
Estero
12 ore
Assalto russo al Donetsk, pioggia di bombe su Sloviansk
Colpito il mercato di uno degli ultimi centri del Donetsk ancora in mano ucraina
Estero
13 ore
British Airways: cancella altre centinaia di voli
La causa, come per altre compagnie aeree, è la carenza di personale
Estero
13 ore
Hacker annuncia un maxifurto di dati a un miliardo di cinesi
Se confermata, sarebbe una delle più grandi violazioni di dati della storia
Estero
15 ore
‘In montagna d’estate con più prudenza’. E c’è chi chiede regole
Dopo la tragedia sulla Marmolada, si parla dei rischi attuali creati dal cambiamento climatico e della necessità di limiti e restrizioni alla fruizione
© Regiopress, All rights reserved