laRegione
16.04.22 - 17:42
Aggiornamento: 20.04.22 - 17:47

Ancora una fumata nera per la funivia di Monteviasco

Vana, per ora, la ricerca di un gestore per l’impianto fermo dall’incidente mortale del 2018. Situazione insostenibile per i sette residenti

di Marco Marelli
ancora-una-fumata-nera-per-la-funivia-di-monteviasco
Youtube
Aspettando un gestore

Ancora una ’fumata nera’ – la sesta in pochi mesi – per la rinascita della funivia di Monteviasco, ferma dal 12 novembre 2018, a seguito dell’incidente mortale che causò il decesso di un manutentore, stritolato dalla cabina dell’impianto che collega Ponte di Piero (frazione di Curiglia), al borgo alle pendici del Monte Pola, al confine col canton Ticino, da sempre raggiungibile solo con 1’442 gradini, in quanto non ci sono strade, neppure mulattiere percorribili con fuoristrada.

Sei manifestazioni di interesse sin qui praticamente deserte, o quasi, con soggetti non idonei per la gestione della funivia che dopo gli impegnativi lavori per rispettare le norme di sicurezza, dal 2 dicembre è pronta ma non ancora collaudata: le autorità ministeriali competenti daranno infatti il via libera definitivo non appena trovato un nuovo gestore. Figura che, appunto, a oggi non c’è.

Una situazione insostenibile per i sette residenti di Monteviasco, che si sono fatti il quarto inverno senza funivia, come pure i proprietari di seconde case, i ristoratori in difficoltà, con la ciliegina di due anni di pandemia e isolamento quasi assoluto. Gli anziani residenti di Monteviasco continuano a essere riforniti dai carabinieri di Luino.

Ora, alla vigilia della bella stagione il rischio è che l’impianto rimanga ancora fermo. «Ho contattato Regione Lombardia per trovare una soluzione in grado di far ripartire la funivia – commenta Nora Sahnama, sindaco di Curiglia con Monteviasco –. Siamo consapevoli che ci troviamo in una zona relativamente ‘periferica’ dal punto di vista commerciale rispetto a zone solo all’apparenza più blasonate. L’assenza di un nuovo gestore rappresenterebbe una sconfitta per tutti a partire da chi ha profuso impegno e forze, anche economiche, per riattivare al più presto il servizio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
la guerra in ucraina
1 ora
Biden pronto a parlare con Putin
Conferenza di pace a Parigi il 13 dicembre, l’annuncio durante la visita di Macron a Washington
coronavirus
1 ora
La Cina allenta la morsa, ‘sì all’isolamento a casa’
Aperture di Pechino dopo le proteste, mentre si prepara l’addio a Jiang Zemin
Estero
2 ore
Giallo su sei pacchi bomba in Spagna
Oltre all’ordigno esploso all’ambasciata ucraina a Madrid, ne sono stati notificati altri, pure all’indirizzo del premier Pedro Sánchez. Indagini in corso
la guerra in ucraina
2 ore
“La Nato non entrerà nel conflitto”
Mosca accusa l’Alleanza: ‘Ci fanno la guerra’. Stoltenberg risponde seccamente. Macron spinge per un negoziato: ‘Lo ritengo possibile’
Estero
4 ore
Svezia, vendesi casa... con il proprietario morto sotto il letto
Nessuno in due anni si era accorto del decesso dell’80enne ex padrone di casa, probabilmente a causa del cattivo odore e del disordine degli ambienti
Italia
6 ore
Chat neonazista con foto di abusi e piani di stragi: tre arresti
Nel canale Telegram gestito da due genovesi si programmava un attentato al parlamento italiano. Fra le accuse anche quella di istigazione al suicidio
Italia
7 ore
Maxisequestro di marijuana in provincia di Brescia
Nel mirino della Guardia di Finanza un’azienda che coltivava canapa legalizzata. Ma con Thc superiore al limite: confiscate due tonnellate
Città del Vaticano
9 ore
Congo e Sud Sudan nei piani di viaggio del Papa
Rinviata già a luglio a causa di problemi al ginocchio, la visita in Africa del Pontefice sarà recuperata tra fine gennaio e inizio febbraio
Italia
10 ore
Frana di Casamicciola, individuati altri due corpi
All’appello mancano ancora due persone. E nel pomeriggio è prevista una nuova riunione del Centro Coordinamento Soccorsi
Confine
11 ore
Falsi test positivi per il green pass, 11 indagati a Varese
I tamponi venivano effettuati da due infermieri conniventi all’esterno di una farmacia estranea alla vicenda. Costo totale: 500 euro
© Regiopress, All rights reserved