laRegione
riciclaggio-e-truffe-in-svizzera-beni-sequestrati-a-varese
Ti-Press
Sotto sequestro un immobile, auto, titoli e diversi conti correnti
02.04.22 - 10:27
Ats, a cura de laRegione

Riciclaggio e truffe in Svizzera, beni sequestrati a Varese

Due persone in manette per aver imbrogliato alcune aziende elvetiche. Reati commessi tra novembre 2018 e maggio 2020

Sequestro di beni per un milione di euro nei confronti di due persone accusate di autoriciclaggio di denaro frutto di truffe finanziarie commesse in Svizzera. Lo riferisce l’agenzia di stampa italiana Adnkronos.

A eseguire il provvedimento sono stati i finanzieri del Comando Provinciale di Varese, su disposizione del tribunale dopo le indagini svolte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Varese e dirette dalla Procura in coordinamento con quella di Lugano che aveva già indagato sui componenti della banda – composta da persone residenti in provincia di Varese (alcuni dei quali di origine campana), che da novembre 2018 a maggio 2020 si sarebbero resi responsabili di reati di truffa in danno di imprese elvetiche dalle quali avrebbero acquistato merce di ingente valore (oltre 320 mila euro) senza provvedere al relativo pagamento. Per questi fatti alcuni degli indagati sono stati tratti in arresto in territorio elvetico e hanno riportato la condanna di primo grado.

La ricostruzione

Attraverso indagini su numerosi conti correnti italiani, i finanzieri hanno ricostruito numerose operazioni finanziarie sospette consistite in ricariche di denaro contante (da parte di alcuni dei soggetti indagati dalla Procura di Lugano) effettuate su carte prepagate intestate all’amministratrice di una società che gestisce un centro di raccolta scommesse sportive di Varese.

Questi soldi, pari a 250 mila euro, sono poi stati bonificati sui conti correnti della medesima impresa che li ha utilizzati per il pagamento di debiti col concessionario nazionale autorizzato alla raccolta. Gli investigatori economico-finanziari hanno anche effettuato approfondimenti finalizzati alla ricostruzione del patrimonio accumulato dagli indagati rilevando che, proprio nel periodo di commissione delle truffe in territorio elvetico, si è registrato un incremento del valore del medesimo che risultava in sproporzione rispetto ai redditi lecitamente dichiarati ai fini delle imposte e non giustificato da altre entrate regolari.

Sulla base della normativa vigente è stato così possibile applicare il provvedimento di sequestro in funzione della confisca "per sproporzione", applicabile nel caso di sospetto riciclaggio. Tra i beni sequestrati vi sono diversi conti correnti, un appartamento con garage in provincia di Varese, le quote della società proprietaria di un centro di raccolta scommesse sportive di Varese e diversi automezzi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
riciclaggio truffa
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
Fanno surf a Venezia: multati per 1’500 euro ciascuno
Protagonisti della bravata due giovani turisti stranieri. Ripresi dalle telecamere sono stati fermati nel giro di poche ore
Estero
1 ora
Esplosione in una moschea a Kabul, decine di vittime
In Afghanistan i talebani non riescono a garantire la sicurezza della popolazione. I morti sarebbero,al momento, almeno 20
Stati Uniti
2 ore
‘Ho aggredito Rushdie perché ha attaccato l’Islam’
Parla l’assalitore. Che nega di essere stato in contatto con i pasdaran iraniani. ‘Ispirato dai video dello scrittore su Youtube’
Spagna
3 ore
Spagna, si rovescia un trenino turistico: undici feriti
L’incidente si è verificato a Maiorca. Tra le persone contuse anche quattro minori. Di cui uno in gravi condizioni
Spagna
4 ore
Oltre 21mila ettari di bosco arsi dalle fiamme in Spagna
Due grossi incendi stanno devastando le località di Bejís e la Valle d’Ebo, nell’Est della Spagna. Tremila le persone sfollate
Estero
4 ore
Covid, quindicimila decessi in una settimana
Per il direttore dell’Oms Tedros Ghebreyesus, una ‘situazione inaccettabile ora che abbiamo gli strumenti per prevenire le infezioni’
Italia
5 ore
Secca del Po, ‘il peggio è passato, ma ora si deve agire’
Lo afferma Alessandro Bratti, segretario generale dell’Autorità distrettuale del Fiume Po: ‘Interventi strutturali non più procrastinabili’
Germania
6 ore
Una chiatta in avaria blocca il Reno a Magonza
L’imbarcazione si è arenata non lontano dalla strettoia di Kaub, punto cruciale per la navigazione fluviale
Germania
8 ore
Saluto nazista agli atleti: arrestato un addetto sicurezza
Presa di mira la delegazione israeliana che si stava recando verso il monumento alla memoria dei compatrioti uccisi dai terroristi nel 1972
Estero
13 ore
La Corea del Nord ha lanciato due missili da crociera
Lo ha reso noto il Ministero della difesa di Seul. Si tratta del primo test missilistico da settimane
© Regiopress, All rights reserved