laRegione
16.02.22 - 18:12
Aggiornamento: 19:49

Rapina alla Posta di Dumenza, arrestati i due ladri

La coppia, che aveva sottratto poco meno di 5’000 euro minacciando l’impiegata, è stata catturata dai carabinieri del comando di Varese lunedì sera

di Marco Marelli
rapina-alla-posta-di-dumenza-arrestati-i-due-ladri
Ti-Press/Archivio
I due ladri sono finiti in manette lunedì

Non hanno fatto molta strada il presunto rapinatore, e la sua complice con la quale si era dileguato a bordo di un’auto, che lunedì mattina all’ora di apertura, mascherato con un passamontagna e armato con un martello, aveva assaltato l’ufficio postale di Dumenza, 1’400 abitanti a ridosso del Canton Ticino. Il bandito, per farsi consegnare i soldi custoditi in un cassetto (quasi 5mila euro, il bottino della rapina) aveva preso per i capelli e minacciato di colpirla con il martello l’unica impiegata delle Poste di Dumenza. Un’azione banditesca che aveva messo in apprensione gli abitanti di Dumenza, molti dei quali frontalieri in Ticino. La risposta degli investigatori non si è fatta attendere. I carabinieri del comando provinciale di Varese già nella serata di lunedì hanno arrestato il presunto autore della rapina, un 34enne con precedenti, e la sua complice, una 44enne del posto. La notizia degli arresti è stata però fornita solo nelle ultime ore, dopo la convalida del fermo della coppia da parte del gip del Tribunale di Varese. Per ora i carabinieri non hanno fornito ulteriori particolari sugli arresti che saranno resi noti dopo il via libera della magistratura. Si è comunque appreso che un ruolo importante lo hanno avuto i testimoni che hanno visto i due scappare.

Leggi anche:

Rapina alle poste di Dumenza, bottino da alcune migliaia di euro

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Canada
1 ora
L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente
Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
Stati Uniti
4 ore
Problemi ai finestrini: le auto di Tesla tornano in garage
Richiamate 1,1 milioni di vetture per un aggiornamento del software che permetterà di ovviare a un malfunzionamento
Turchia
7 ore
‘Il referendum russo? Non lo riconosciamo’
Lo ha affermato il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kal. La stessa cosa accadde anche per il referendum in Crimea nel 2014
Estero
8 ore
L’ultimo addio ad Abe
I funerali dell’ex premier giapponese, ucciso in un attentato, si terranno il prossimo 27 settembre
Estero
12 ore
La politica è un Hobbit (o un pelaverdure)
Cronaca semiseria dei comizi che hanno chiuso la campagna elettorale italiana, nell’attesa che arrivi domenica.
Estero
21 ore
Guardie armate porta a porta, al via i referendum in Ucraina
Milioni chiamati alle ‘urne’. Intanto il patriarca Kirill invita a combattere. E decine di migliaia di russi scappano all’estero
Estero
22 ore
Per l’ambasciatore svizzero l’occupazione di Izyum è ‘barbaria’
Dura presa di posizione della sede diplomatica elvetica in Ucraina. Visitati da Claude Wild i centri distrutti dagli occupanti russi
Stati Uniti d’America
22 ore
Aborto: ‘Datemi due senatori e ne farò una legge’
Duro attacco del presidente Biden alla fronda repubblicana: ‘Non sanno assolutamente nulla delle donne americane’
Italia
23 ore
Il piccolo Mattia risucchiato dall’acqua e dal fango per 13 km
Ritrovato l’ultimo disperso dell’alluvione che si è scagliata sulle Marche lo scorso 15 settembre. Il grande dolore dei genitori
Italia
1 gior
‘Cosa nostra, c’è il rischio di un ritorno a un passato buio’
La sorella del giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia, sui recenti casi di politici arrestati per infiltrazioni mafiose
© Regiopress, All rights reserved