laRegione
27.01.22 - 13:04
Aggiornamento: 17:20

‘Quello di don Roberto è stato un assassinio cinico’

Nelle motivazioni della condanna all’ergastolo del 53enne che ha tolto la vita al sacerdote le ragioni delle sue ‘modalità efferate dell’azione’

di Marco Marelli
quello-di-don-roberto-e-stato-un-assassinio-cinico
Ti-Press
Per non dimenticare

Stanno scritte nelle 52 pagine delle motivazioni alla sentenza di condanna all’ergastolo di Ridha Mahmoudi, 53enne tunisino, le ragioni della morte di don Roberto Malgesini. Quel 15 settembre del 2020 si è consumato, infatti, un assassino “cinico” ma assolutamente “lucido” da parte di un imputato che “merita di non uscire più dal carcere”. Parole che spiegano il carcere a vita. Dietro quei fendenti che hanno tolto la vita al 51enne sacerdote vi è “lo sfogo del sentimento di vendetta nei confronti della persona che lo aveva aiutato più di ogni altra, ma nella sua ottica prepotente e vittimista, non solo non aveva fatto abbastanza, ma lo aveva addirittura tradito”.

Insomma, don Roberto è morto per il suo servizio gratuito agli ultimi. Lo ribadiscono i giudici della Corte d’Assise di Como. “È pacifico e incontestato che Ridha Mahmoudi sia l’autore dell’omicidio”, scrivono ancora i giudici, che spiegano poi le ragioni per cui hanno ritenuto il tunisino capace di intendere e volere e quindi imputabile, oltre alla motivazione dell’aggravante della premeditazione. “L’imputato ha seguito una precisa strategia difensiva, secondo la sua logica, astuta, anche se maldestra – si spiega –, ha scelto di negare l’evidenza, addirittura negando di conoscere la vittima, ma nel contempo ha dimostrato piena lucidità e precisa memoria anche nei dettagli di tutte le altre vicende della sua vita”.

Una manciata di righe basta a chiarire come le modalità di azione non lascino alcun margine di dubbio sul fatto che si tratti di omicidio volontario: “Le modalità efferate dell’azione, consistita nella reiterazione di colpi in direzione di organi vitali, con un coltello di grosse dimensioni, e nell’infierire sulla vittima, già inerme, in segno di sfregio”. La premeditazione, infine, che parte dall’acquisto del coltello e passa dalla preparazione della borsa da portare in carcere, per chiudersi pochi istanti prima dell’azione finale. “Anche dopo aver avvicinato la sua vittima, che gli ha offerto l’ultimo aiuto per accompagnarlo in ospedale – scrive la Corte –, Mahmoudi avrebbe avuto il tempo di recedere dal suo proposito omicida, ma non lo ha fatto”. L’avvocato Sonia Bova, difensore del tunisino che era in attesa dell’espulsione dall’Italia, dopo aver letto le motivazioni che spiegano la condanna all’ergastolo, ha confermato il ricorso in appello, puntando sulla presenza di possibili patologie psichiatriche. Si torna, dunque, alla perizia psichiatrica, mai concessa dai magistrati comaschi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
C’è un’ottava vittima nella frana ad Ischia
Individuato il corpo di un uomo nella zona di Casamicciola Terma devastata dall’alluvione di sabato mattina
italia
14 ore
Sette morti a Ischia, tra loro un bimbo di 22 giorni
Ancora cinque dispersi dopo la colata di fango che ha travolto Casamicciola. Tra le vittime anche due bambini di 6 e 11 anni
Estero
15 ore
Proteste anti-Covid in Cina: ‘Via Xi e il Pcc’
Rabbia e cortei in diverse città contro la politica della ‘tolleranza zero’, il potere trema. Intanto la tv di Stato filtra i Mondiali di calcio
la guerra in ucraina
15 ore
‘I russi stanno per lasciare la centrale di Zaporizhzhia’
Kiev sicura della ritirata dei soldati di Putin. Intanto due terzi dei Paesi della Nato sarebbero a corto di armi da inviare all’Ucraina
Confine
20 ore
Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio
Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
Gallery
Italia
1 gior
Ondata di fango a Ischia: alla ricerca disperata dei dispersi
Mancano ancora all’appello undici persone. Oltre 150 gli sfollati sull’isola, mentre è stata confermata la morte di una giovane donna
Italia
1 gior
Scassinano 21 bancomat e rubano circa un milione: arrestati
Tra i reati contestati fabbricazione e porto illegale di esplosivi in pubblico, ricettazione, rapina aggravata e furto d’auto
eutanasia
2 gior
Cappato ha accompagnato un altro italiano a morire in Svizzera
La moglie: ‘Gravemente malato, non voleva più soffrire’. Dopo l’autodenuncia del tesoriere dell’associazione Luca Coscioni, un’altra indagine
la guerra in ucraina
2 gior
Putin alle madri russe: ‘I vostri figli sono eroi’
Secondo il presidente in rete circolano “false notizie, inganni e menzogne”, utilizzate come “armi da combattimento”
Estero
2 gior
Le proteste a Foxconn, tra il Covid e l’iPhone
Scontri senza precedenti si sono registrati nei pressi della megafabbrica cinese che produce gli smartphone di Apple. C’entra il coronavirus, ma non solo
© Regiopress, All rights reserved