laRegione
23.01.22 - 15:30
Aggiornamento: 16:50

Lago Maggiore, forse un’alternativa all’innalzamento dei livelli

Durante l’incontro tenutosi a Torino si è avanzata l’ipotesi di pompare acqua dalla falda per rifornire la Pianura Padana. Permane comunque scetticismo

di Marco Marelli
lago-maggiore-forse-un-alternativa-all-innalzamento-dei-livelli
Wikipedia
Veduta di Sesto Calende

Si potrebbe fare a meno del Verbano per rifornire d’acqua la Pianura Padana. Come? Prelevandola dalla falda acquifera. L’alternativa è emersa nel corso dell’incontro organizzato ad Arona dall’assessore all’Ambiente leghista Matteo Marnati. L’assessore è stato contestato da sindaci e operatori turistici della sponda piemontese del Lago Maggiore per aver firmato, lo scorso 22 dicembre, la delibera dell’Autorità di bacino del Po, che prevede come entro il 2026 il livello del Verbano all’occorrenza potrà arrivare sino a 150 centimetri sopra lo zero idrometrico, allo sbarramento di regolazione della Miorina di Sesto Calende.

A sostenere l’alternativa della falda acquifera l’Istituto per lo studio degli ecosistemi del Cnr di Verbania Pallanza che dal 1952 monitora il livello del Lago Maggiore. Una soluzione che, comprensibilmente, non è dietro l’angolo, quando invece è urgente trovarne una in grado di soddisfare le esigenze, fin qui contrapposte, di tutti i soggetti fortemente interessati dal livello del grande lago insubrico.

Ora come ora sul livello estivo del Lago Maggiore continua a essere battaglia. Un muro contro muro, come si è visto nel corso dell’incontro promosso dall’assessore Marnati. Nessuna soluzione è infatti emersa nel corso del vertice durato due ore tra Regione Piemonte e sindaci dei Comuni lacustri, interpreti delle fortissime preoccupazioni degli operatori turistici e anche di quelle rimbalzate dal Canton Ticino.

Muro contro muro anche perché non ha convinto l’assicurazione da parte di un dirigente regionale che questa estate (15 marzo - 15 settembre) il livello del Verbano resterà a 125 centimetri. Così come poco convincenti per gli amministratori locali guidati da Silvia Marchionini (sindaca di Verbania) sono state valutate le considerazioni di Meuccio Berselli, segretario generale dell’Autorità di bacino del Po, secondo cui “il primo ciclo sperimentale non ha rilevato danni al lago e nessuno li vuole creare, ma va valutato che manca acqua e che il Maggiore rappresenta un valido bacino di accumulo”, e di Doriana Bellani, direttrice del Consorzio del Ticino che regola la diga della Miorina, secondo la quale nel periodo estivo il progressivo innalzamento dei livelli sarebbe un fatto trascurabile, considerato che vengono tenuti al massimo consentito per pochi giorni.

Valutazioni che, e non poteva non essere diversamente, hanno sollevato un coro di contestazioni e di allarme da parte degli amministratori locali. Questi ultimi dopo aver ribadito che la zona litoranea vive di turismo e convive con un forte rischio idraulico (l’innalzamento del livello si tradurrebbe in esondazioni, con spiagge e campeggi sott’acqua) hanno chiesto “una valutazione d’incidenza ambientale che una volta per tutte misuri le criticità create da questo innalzamento di livelli”.

Una richiesta condivisa dall’ente di gestione del Parco del Ticino e del Lago Maggiore, per cui è stato chiesto un intervento di Alberto Cirio, presidente di Regione Piemonte, mentre Silvia Marchionini, ha lasciato aperta la via di un’azione legale.

Leggi anche:

In estate più alto il livello del Lago Maggiore

Più su il livello del Lago Maggiore, preoccupato il Cantone

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
40 min
Malgrado i correttivi, Nutriscore è fuorviante
Sono le conclusioni a cui giunge l’ong a tutela dei consumatori Safe, secondo cui questa classificazione degli alimenti ‘produce nuove distorsioni’
Venezuela
55 min
Da patrona del Venezuela orientale a protettrice dei coralli
Il rispetto per la Vergine del Valle prevale su tutto: niente più reti a strascico nella zona, che diventa sede di un museo sommerso
Italia
55 min
Italia seconda al mondo per consumo di acqua in bottiglia
Solo in Messico se ne beve di più (244 litri). Ma con i suoi 208 litri a testa, la Penisola si prende il primato continentale
italia
12 ore
Quando il parchimetro... porta fortuna
È successo nel Cuneese dove una signora ha acquistato un Gratta e vinci per cambiare i soldi per il parcheggio e vince 500mila euro
Canada
15 ore
L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente
Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
Stati Uniti
17 ore
Problemi ai finestrini: le auto di Tesla tornano in garage
Richiamate 1,1 milioni di vetture per un aggiornamento del software che permetterà di ovviare a un malfunzionamento
Turchia
21 ore
‘Il referendum russo? Non lo riconosciamo’
Lo ha affermato il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kal. La stessa cosa accadde anche per il referendum in Crimea nel 2014
Estero
22 ore
L’ultimo addio ad Abe
I funerali dell’ex premier giapponese, ucciso in un attentato, si terranno il prossimo 27 settembre
Estero
1 gior
La politica è un Hobbit (o un pelaverdure)
Cronaca semiseria dei comizi che hanno chiuso la campagna elettorale italiana, nell’attesa che arrivi domenica.
Estero
1 gior
Guardie armate porta a porta, al via i referendum in Ucraina
Milioni chiamati alle ‘urne’. Intanto il patriarca Kirill invita a combattere. E decine di migliaia di russi scappano all’estero
© Regiopress, All rights reserved