laRegione
21.01.22 - 18:37
Aggiornamento: 19:18

Como, tre arresti per frode nel settore del compro oro

I beni sequestrati dalla Guardia di finanza ammontano a 383mila euro. La frode si basava su un collaudato sistema di cooperative fantasma

di Marco Marelli
como-tre-arresti-per-frode-nel-settore-del-compro-oro
Ti-Press
Le indagini sono iniziate nel 2020

Nell’ambito di una vasta inchiesta nei confronti di una società di compro oro le fiamme gialle della Guardia di finanza di Olgiate Comasco, guidate dal capitano Salvatore Stella, hanno arrestato nelle ultime ore tre persone. Si tratta degli amministratori di una società in dissesto, con sede legale a Como e sequestrato beni per 383mila euro, l’equivalente della frode fiscale. Un sequestro cautelativo di oro, soldi e un immobile in un settore, quello del compro oro, a rischio. Gli arrestati sono stati rinchiusi nelle carceri di Busto Arsizio, Viterbo e Milano. Frode fiscale il reato contestato agli arrestati, a seguito di una ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Andrea Giudice del Tribunale di Como, su richiesta della pm Antonia Pavan. L’indagine era iniziata nel 2020. I finanzieri di Olgiate Comasco nel corso di una verifica fiscale nella sede legale della società comasca hanno accertato l’esistenza di un collaudato sistema di frode fiscale basato sullo sfruttamento di diverse cooperative, esistenti solo su carta per emettere fatture false, consentendo alla società comasca di abbattere il reddito imponibile e, allo stesso tempo, di drenare le risorse finanziarie, giacenti sui conti correnti, provocando così lo stato di dissesto della stessa impresa. I fondi successivamente sarebbero stati reimmessi nella disponibilità degli amministratori e utilizzati per acquistare beni di lusso e immobili di pregio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Corea del Nord
2 ore
Lanciato missile balistico nel Mar del Giappone
La guardia costiera nipponica non ha segnalato incidenti che hanno riguardato navi o imbarcazioni.
italia
2 ore
Mafia: 34 anni fa l’uccisione di Mauro Rostagno
Il giornalista si era a lungo impegnato a denunciare le infiltrazioni mafiose nel tessuto politico del Trapanese
Italia
2 ore
Urne aperte, italiani pronti al voto
Quasi 51 milioni di cittadini devono scegliere i 600 membri di Camera e Senato. Si voterà in una sola giornata: i seggi chiuderanno questa sera alle 23
Estero
4 ore
Malgrado i correttivi, Nutriscore è fuorviante
Sono le conclusioni a cui giunge l’ong a tutela dei consumatori Safe, secondo cui questa classificazione degli alimenti ‘produce nuove distorsioni’
Venezuela
5 ore
Da patrona del Venezuela orientale a protettrice dei coralli
Il rispetto per la Vergine del Valle prevale su tutto: niente più reti a strascico nella zona, che diventa sede di un museo sommerso
Italia
5 ore
Italia seconda al mondo per consumo di acqua in bottiglia
Solo in Messico se ne beve di più (244 litri). Ma con i suoi 208 litri a testa, la Penisola si prende il primato continentale
italia
17 ore
Quando il parchimetro... porta fortuna
È successo nel Cuneese dove una signora ha acquistato un Gratta e vinci per cambiare i soldi per il parcheggio e vince 500mila euro
Canada
19 ore
L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente
Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
Stati Uniti
22 ore
Problemi ai finestrini: le auto di Tesla tornano in garage
Richiamate 1,1 milioni di vetture per un aggiornamento del software che permetterà di ovviare a un malfunzionamento
Turchia
1 gior
‘Il referendum russo? Non lo riconosciamo’
Lo ha affermato il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kal. La stessa cosa accadde anche per il referendum in Crimea nel 2014
© Regiopress, All rights reserved