laRegione
03.08.21 - 10:02
Aggiornamento: 15:26

Navigazione Lago Maggiore, incrementate le corse

Dopo la pandemia, la ripresa del turismo e le esigenze dei frontalieri hanno convinto i responsabili del servizio ad aumentare la frequenza dei collegamenti

di Marco Marelli
navigazione-lago-maggiore-incrementate-le-corse

La Navigazione, dopo un anno e mezzo di tagli e limitazioni alle corse fra Intra e Laveno, è tornata a potenziare il servizio dei traghetti tra le due sponde del lago Maggiore.

Lo ha fatto per rispondere alle esigenze dei frontalieri e alle attese dei turisti che sembrano essere tornati sul Verbano. È dunque tornato l’orario estivo pre-pandemia: una corsa ogni venti minuti, almeno tra le 7 e le 20. In serata, invece, continuerà a esserci una motonave ogni ora, con ultima partenza alle 23 dalla sponda piemontese e alle 23.30 da quella lombarda.

Nelle ultime settimane, con il tanto atteso ritorno dei turisti, nei porti delle due città dirimpettaie si è registrata, soprattutto nei week-end, una “invasione” di passeggeri desiderosi di solcare il lago Maggiore per andare a visitare l’altra sponda. Ma due sole corse all’ora non sempre erano sufficienti a imbarcare tutte le auto incolonnate sui piazzali di Intra e Laveno. Con frequenti proteste di chi restava a terra, costretto ad aspettare la motonave successiva. Un disagio non da poco se si viaggia non per vacanza ma per lavoro. «I traghetti stanno lavorando molto bene, così come i battelli a centro lago, compreso quello che collega Arona a Locarno» – ha commentato il direttore della Navigazione, Paolo Bianchi. La conferma dall'istantanea delle motonavi sempre piene considerate lo specchio di una stagione in ripresa. Da qui la decisione di aggiornare l’orario, il che significa introdurre un traghetto e un equipaggio in più ogni giorno.

Nel marzo del 2020 l’esplosione dell’emergenza sanitaria portò a una drastica riduzione delle corse, conseguenza dell’altrettanto drastica diminuzione di passeggeri. La Direzione della Navigazione Lago Maggiore decise di far partire un traghetto ogni 60 minuti, cessando il servizio alle 21.30. Una scelta, questa, che scatenò la rabbia dei frontalieri che, finendo il turno alle 22 in Ticino, non avevano più traghetti per tornare a casa e quindi dovevano sobbarcarsi il giro del lago. A seguito delle proteste anche da parte delle istituzioni spinto la Navigazione a reintrodurre alcune corse, l'ultima delle quale alle 23,30 da Laveno. Restano cancellate le corse di mezzanotte da Intra e di mezzanotte e trenta da Laveno. Comunque, dal 1° agosto le corse dei traghetti da ogni sponda sono salite a 46, quindi 92 in totale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
iran
6 ore
Festeggia la sconfitta con gli Usa, ucciso 27enne
Tanti manifestanti in strada a esultare come forma di protesta contro il regime, la polizia risponde col fuoco
siria
6 ore
Ucciso il capo dell’Isis, già annunciato un nuovo Califfo
Abu al-Hassan ‘morto in combattimento’, mistero sul quarto leader
Confine
10 ore
Benzina, lo sconto in Italia cala ma il prezzo resta migliore
In provincia di Como non sono preoccupati: ‘Rimaniamo molto più competitivi che in Ticino, per un pieno da noi si risparmieranno una decina di euro’
Spagna
11 ore
Bomba-carta all’ambasciata ucraina a Madrid, un ferito
La persona coinvolta nell’episodio ha ricevuto assistenza sanitaria, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Aperta un’indagine sull’accaduto
Estero
19 ore
È morto l’ex presidente cinese Jiang Zemin
Aveva 96 anni ed era malato di leucemia. Guidò la Cina dalla fine degli anni Ottanta verso il nuovo millennio
Video
Italia
20 ore
Frana a Ischia: la vignetta dello scandalo
Intanto è spuntato nelle ultime ore un video che riprende il momento esatto del tragico scoscendimento
Tunisia
21 ore
Scoop terroristico senza rivelare fonti: giornalista condannato
All’agente delle forze dell’ordine, che è stato la ‘talpa’ del servizio mandato in onda su una radio, tre anni di reclusione
Confine
22 ore
Sequestrati a Ronago otto orologi per un valore di 350mila euro
I sette Rolex e un Patek Philippe erano a bordo di un’auto in entrata in Italia dalla Svizzera. Denunciate due persone.
Estero
1 gior
Kiev e la diplomazia ripiombano nel buio
Un’altra giornata di guerra, un’altra giornata di speranze deluse e provocazioni. Intanto l’Alleanza atlantica rilancia il suo impegno
Estero
1 gior
La Cina sceglie la repressione, ma non solo
Pechino incolpa le ‘forze ostili’ ed è pronta a prevenire e sedare ulteriori proteste contro le misure anti-Covid, ma non esclude qualche allentamento
© Regiopress, All rights reserved