laRegione
25.07.21 - 17:38
Aggiornamento: 18:47

Ricercato per omicidio arrestato al valico di Ponte Chiasso

Si tratta di un 56enne russo che viaggiava con un documento greco. Era ricercato dal 2012 per fatti commessi in Russia

di Marco Marelli
ricercato-per-omicidio-arrestato-al-valico-di-ponte-chiasso
Il suo nome era inserito nella banca dati dell'Interpol (archivio Ti-Press)

Un 56enne cittadino russo ricercato in tutta Europa per omicidio è stato arrestato venerdì pomeriggio al valico di Ponte Chiasso, dopo una segnalazione proveniente dalla Svizzera su un uomo verosimilmente in possesso di documenti falsi. Il nominativo dell'uomo era inserito nella banca dati dell'Interpol. Solo che il russo viaggiava sotto mentite spoglie, grazie a un passaporto greco in cui compaiono i dati di un cittadino greco.

Venerdì gli uomini della polizia di frontiera di Como avevano ricevuto, dalla Svizzera, la segnalazione della presenza di un cittadino russo che girava con passaporto greco. E così quando l’uomo si è presentato, al volante della sua Mercedes Classe A con targa tedesca, al valico di Ponte Chiasso e ha mostrato agli agenti in servizio il documento verosimilmente emesso dalle autorità di Atene, è stato fatto accostare e accompagnato negli uffici della polizia. Una serie di scambi d'informazioni e atti con la direzione centrale della polizia criminale e con la corte d’Appello di Milano, ha convinto gli inquirenti che si trattasse proprio dell’uomo ricercato per omicidio.

Nel corso della perquisizione a bordo della Mercedes, l’uomo è risultato essere stato processato proprio venerdì dalle autorità svizzere e condannato per violazione alla legge federale sugli stranieri con l’obbligo di lasciare immediatamente il territorio svizzero. A dimostrazione che il conducente della vettura non fosse greco, i poliziotti hanno anche trovato documentazione scritta in cirillico. Nei prossimi giorni l’uomo dovrà comparire davanti alla corte d’Appello di Milano, chiamata a decidere sulla richiesta di estradizione da parte delle autorità russe. L’omicidio, stando al capo d’accusa, risale al 2012 e sarebbe stato commesso a Syktyvkar, cittadina nella Repubblica dei Komi, in Russia, a 1300 chilometri a Nord Est rispetto alla capitale Mosca.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
il terremoto
7 ore
In Siria e Turchia oltre 7mila morti, si cerca sotto le macerie
A caccia di sopravvissuti, mentre montano le prime polemiche sui ritardi nei soccorsi
la guerra in ucraina
7 ore
Mosca ammassa nuove truppe. Berlino: ‘100 Leopard a Kiev’
Altre decine di migliaia di soldati russi inviati nel Donbass. Zelensky alle prese con il rebus nomine
stati uniti
8 ore
Biden bocciato dal 62% degli americani
Brutte notizie nei sondaggi a poche ore dal discorso sullo stato dell’Unione
Estero
17 ore
Sempre più vittime del terremoto in Turchia e Siria: oltre 5’000
È stato intanto estratto vivo dalle macerie il calciatore ghanese Christian Atsu. Oltre 8’000 persone sono state salvate finora
Estero
21 ore
Sale a 4’890 il bilancio dei morti del sisma fra Turchia e Siria
Da parte di Ankara le vittime del terremoto di magnitudo 7,9 di ieri sono al momento 3’381, da parte siriana sono 1’509
la guerra in ucraina
1 gior
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
1 gior
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
1 gior
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
1 gior
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
1 gior
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
© Regiopress, All rights reserved