laRegione
14.03.21 - 12:24
Aggiornamento: 15:18

Sushi in dogana a Ponte Chiasso, arriva lo stop

Lo ha deciso il direttore delle dogane di Como a seguito di una campagna di promozione lanciata da un locale specializzato

di Marco Marelli
sushi-in-dogana-a-ponte-chiasso-arriva-lo-stop

Stop alle resse in dogana a Ponte Chiasso a causa del sushi. Lo ha deciso il direttore delle dogane di Como Luca Pignanelli: “Gli spazi doganali sono asserviti esclusivamente al servizio di dogana per il transito dei flussi turistici o dei frontalieri e per consentire, per motivi di servizio, la sosta temporanea dei veicoli dei viaggiatori che hanno merce da sdoganare”. Quindi “in nessun caso” gli spazi doganali “possono essere un punto di ritrovo o di consegna di merce”. Insomma basta ai sushi in dogana a Ponte Chiasso. E per decine di ticinesi sabato sera niente cena a base del menù japan.

Quando sono arrivati in dogana a Ponte Chiasso non hanno trovato quanto avevano ordinato a un locale giapponese di via Morazzone a Como che, a inizio marzo, aveva pubblicato un post dedicato alla clientela ticinese. “Abiti nella zona di Chiasso, Balerna, Mendrisio e Lugano? Se non puoi venire da noi, noi veniamo da te in dogana”. A Ponte Chiasso, due volte al giorno: alle 13.15 per il pranzo e alle 20.15 per la cena. Una promozione che, per la cena di sabato della scorsa settimana, ha raccolto il consenso di decine di ticinesi. Un assembramento che non è passato inosservato, data la presenza di funzionari di dogana e fiamme gialle della Guardia di finanza.

E così i vertici dell'Agenzia delle dogane e della Gdf di Ponte Chiasso hanno preso le contromisure vietando la consegna del cibo d'asporto negli spazi doganali. Nelle parole di Pignanelli il motivo del divieto: “Pur comprendendo le difficoltà degli operatori economici non può passare il messaggio che soluzioni alternative ‘borderline’ consentano di aggirare i divieti posti soprattutto a tutela della salute pubblica”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
57 min
Sempre più vittime del terremoto in Turchia e Siria: oltre 5’000
È stato intanto estratto vivo dalle macerie il calciatore ghanese Christian Atsu. Oltre 8’000 persone sono state salvate finora
Estero
5 ore
Sale a 4’890 il bilancio dei morti del sisma fra Turchia e Siria
Da parte di Ankara le vittime del terremoto di magnitudo 7,9 di ieri sono al momento 3’381, da parte siriana sono 1’509
la guerra in ucraina
14 ore
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
15 ore
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
15 ore
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
18 ore
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
19 ore
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
Estero
21 ore
La visita dei parlamentari svizzeri a Taiwan preoccupa la Cina
Pechino critica i contatti ufficiali fra le autorità dell’isola che considera una provincia ribelle e i Paesi che hanno relazioni diplomatiche con la Cina
Confine
21 ore
Confine, arrestato un 21enne per spaccio di droga
Nell’abitazione del giovane militari e cane antidroga hanno rinvenuto 500 grammi di hashish, diversi contanti e una bici elettrica rubata in Ticino
Estero
21 ore
Sono oltre 3600 le vittime del sisma, ma si scava ancora
Superati i 2300 morti in Turchia e 1200 in Siria. Erdogan: ‘Il più grande disastro nel Paese dal 1939’
© Regiopress, All rights reserved