laRegione
19.02.21 - 11:27
Aggiornamento: 18:09

Varese: finti loghi su tessuti, due imprenditori denunciati

Il tessuto stampato con i finti loghi di note griffe quali Louis Vuitton e Gucci sarebbe stato trasformato in circa 2000 articoli tra borse e abiti firmati

Ats, a cura de laRegione
varese-finti-loghi-su-tessuti-due-imprenditori-denunciati
(Foto Guardia di finanza)

La guardia di finanza di Busto Arsizio (Varese) ha individuato un negozio con licenza di vendita al dettaglio e all'ingrosso in possesso di pezze di tessuto ed etichette con marchi delle più note griffe della moda contraffatti.

Il materiale, pronto per il confezionamento, non era accompagnato dai previsti documenti che ne legittimavano la regolare provenienza e il legittimo possesso. I finanzieri bustocchi hanno perquisito i locali aziendali per sequestrate tutta la merce e ricostruire la filiera produttiva.

Grazie all'incrocio di fatture e documenti contabili rinvenuti e alle banche dati in uso ai militari del corpo, è stata poi individuata la stamperia del comasco da dove proveniva la merce. Lo sviluppo delle indagini consentiva di ricostruire come la stamperia comasca, attraverso l'utilizzo di alcuni file grafici forniti direttamente dalla committente di Busto Arsizio, riproducesse fedelmente - ma illecitamente - i marchi su numerosi tessuti, gran parte dei quali erano già rinvenuti dalle fiamme gialle all'interno del magazzino.

L'operazione, condotta nell'ambito del dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti, ha permesso di sottoporre a sequestro oltre 800 metri lineari di tessuto già stampato e 100 etichette recanti marchi contraffatti. Anche le etichette erano pronte per essere applicate sugli articoli contraffatti destinati alla vendita sul mercato italiano ed estero.

Senza l'intervento delle fiamme gialle, il tessuto stampato con i finti loghi di note griffe quali Louis Vuitton, Gucci e Christian Dior sarebbe stato trasformato in circa 2000 articoli tra borse e abiti firmati che avrebbero fruttato considerevoli illeciti guadagni.

Il materiale sequestrato è stato posto a disposizione delle autorità giudiziarie di Busto Arsizio e Como e i due titolari delle imprese - di nazionalità italiana - sono stati denunciati per i reati di contraffazione, commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione, mentre una delle due società coinvolte è stata anch'essa deferita all'autorità giudiziaria di Busto Arsizio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
3 ore
La protesta cinese è un foglio bianco
Migliaia di persone in piazza in diverse città per protestare contro le misure anti-Covid, tra esasperazione e censura. Resta da capire se c’è dell’altro
Estero
3 ore
Guerra: il Papa rilancia il negoziato, ma condanna la Russia
Critiche da Mosca: ‘Questa non è più russofobia, ma una perversione della verità’
ITALIA
4 ore
A Ischia si scava nel fango, ora è allarme maltempo
I soccorritori sono alla ricerca di quattro persone, disperse dopo la frana di sabato
Estero
9 ore
Riesumato il corpo di Saman, integro e con gli stessi abiti
Esame autoptico della 18enne pachistana che si ritiene sia stata uccisa a Novellara dai familiari per contrastare una relazione amorosa
Cina
12 ore
In Cina la polizia picchia e arresta un reporter della Bbc
Ed Lawrence è stato preso a calci e trattenuto per diverse ore per poi essere rilasciato. Il portavoce di Pechino: ‘Non si è qualificato come giornalista’
Estero
14 ore
C’è un’ottava vittima nella frana ad Ischia
Individuato il corpo di un uomo nella zona di Casamicciola Terme devastata dall’alluvione di sabato mattina
italia
1 gior
Sette morti a Ischia, tra loro un bimbo di 22 giorni
Ancora cinque dispersi dopo la colata di fango che ha travolto Casamicciola. Tra le vittime anche due bambini di 6 e 11 anni
Estero
1 gior
Proteste anti-Covid in Cina: ‘Via Xi e il Pcc’
Rabbia e cortei in diverse città contro la politica della ‘tolleranza zero’, il potere trema. Intanto la tv di Stato filtra i Mondiali di calcio
la guerra in ucraina
1 gior
‘I russi stanno per lasciare la centrale di Zaporizhzhia’
Kiev sicura della ritirata dei soldati di Putin. Intanto due terzi dei Paesi della Nato sarebbero a corto di armi da inviare all’Ucraina
Confine
1 gior
Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio
Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
© Regiopress, All rights reserved