laRegione
no-alla-tassazione-italiana-per-i-frontalieri-in-smart-working
Ti-Press
Confine
05.08.20 - 18:420
Aggiornamento : 21:06

No alla tassazione italiana per i frontalieri in smart working

I lavoratori occupati in Svizzera continueranno a essere tassati qui, via libera all'accordo con l'Italia

I frontalieri occupati nei cantoni Ticino, Grigioni e Vallese che nel periodo del lockdown hanno lavorato in smart working, e molti di loro continuano la propria attività da remoto, non dovranno pagare le tasse in Italia, come sollecitato da alcune Agenzia delle Entrate di frontiera, che intendevano applicare le norme previste dalla convenzione del 1974 sull'imposizione fiscale dei frontalieri. I frontalieri occupati in Svizzera, così come quelli che lavorano in Francia e in Austria continueranno a essere tassati nei Paesi hanno sede le rispettive aziende. Lo si apprende da una nota del Ministero delle finanze italiano, dalla quale si apprende che nei giorni scorsi sono stati conclusi accordi interpretativi con Svizzera, Francia e Austria "volti a stabilire che il regime di tassazione applicabile nel periodo di lockdown rimanesse quello previsto dagli accordi ordinari vigenti, anche nel caso in cui il lavoro sia stato esercitato in remoto, per cui i giorni di lavoro svolti nello Stato di residenza, a domicilio e per conto di un datore di lavoro svizzero, vengono considerati giorni di lavoro nello Stato la persone avrebbe lavorato e ricevuto in corrispettivo il salario, lo stipendio e le altre remunerazioni analoghe. Di conseguenza il relativo reddito continuerà ad essere tassato in Svizzera". E si precisa: "Le disposizioni dell’accordo si applicano dal 24 febbraio 2020 e sono a oggi ancora in vigore".

TOP NEWS Estero
Estero
19 ore
Ex modella, 'Trump mi molestò nel 1997', lui nega
Un incidente avvenuto nel 1997 durante gli Us Open quando, fuori dal bagno, la donna fu baciata e toccata dal tycoon contro la sua volontà
Gallery (7 foto)
Francia
23 ore
Notre-Dame riprende vita, poco a poco
Ricco programma di attività attorno alla cattedrale devastata dall'incendio del 15 aprile 2019. Riaperta la cripta
Confine
1 gior
Uccisione di don Roberto, il presunto autore ritratta
Il 53enne tunisino, sospettato d'aver accoltellato il prete, in un primo tempo si era costituito e aveva confessato il delitto. Ora si dice estraneo ai fatti
Estero
1 gior
Los blancos: maxioperazione internazionale dell'antidroga
Sgomitato cartello criminale considerato leader dei gruppi albanesi specializzati nel traffico di sostanze stupefacenti in ambito continentale.
Video
Estero
1 gior
Gavettone sul ministro Di Maio: un comizio... annacquato
Il titolare della Farnesina mentre si trovava nella città natale di Massimo Troisi viene raggiunto da un secchio d'acqua. E il video, naturalmente, fa il giro del web.
Estero
1 gior
Il premier libico si dimette: 'Non più tardi di ottobre'
Fayez Al Sarraj a augura che un nuovo esecutivo possa portare a termine la difficile transizione politica del Paese, martoriato da anni di guerra civile.
Confine
1 gior
‘A Campione scelte obbligate e amarezze’
Il Commissario straordinario Giorgio Zanzi sta per lasciare l'Enclave: il suo bilancio due anni dopo
Estero
1 gior
Trump per le elezioni punta sul vaccino
“Arriverà nel giro di tre-quattro settimane” ha dichiarato il presidente in un dibattito nel quale ha anche messo in dubbio l'efficacia delle mascherine
Confine
2 gior
In isolamento l'accoltellatore di don Roberto
Anche Papa Francesco ha voluto ricordare il sacerdote ucciso ieri a Como da un cittadino tunisino reo confesso
Estero
2 gior
Coronavirus, a Madrid lockdown mirati nelle aree con più casi
In Francia chiuse un'ottantina di scuole. Mentre in Brasile comincia a calare l'indice di contagiosità al livello più basso da aprile
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile