laRegione
soldi-sbiancati-in-russia-via-ticino
Tipress
Confine
11.12.19 - 20:090
Aggiornamento : 21:22

Soldi 'sbiancati' in Russia via Ticino

La Procura di Varese ha ricostruito un importante traffico di capitali frutto di evasione fiscale

Una 'fabbrica per soldi puliti' è stata scoperta dal Nucleo di polizia economica-finanziaria della Guarda di Finanza di Varese, nel corso di una inchiesta coordinata da Gaetano Ruta, sostituto della Procura di Varese. Una indagine che in un paio d'anni ha documentato l'attività di una associazione per delinquere attiva da Varese, Milano, Torino, Inghilterra e Canton Ticino.

Riciclaggio internazionale

Dell'inchiesta si è avuta notizia stamane, dopo che le fiamme gialle varesine hanno eseguito un'ordinanza ci custodia cautelare in carcere alla persona ritenuta responsabile dei reati di riciclaggio internazionale, trasferimento fraudolento di fraudolenti e tributari.  Per gli stessi reati sono indagati a piede libero 14 imprenditori, residenti nelle province di Milano e Torino. Contestualmente al provvedimento cautelare la Guardia di finanza ha sequestrato beni per 3,5 milioni di euro. L'inchiesta ha preso il via da una verifica fiscale in una impresa varesina, il cui proprietario è stato arrestato.

Fatture false

L'imprenditore per il tramite di alcuni 'consulenti/promotori di servizi', così come gli altri quattordici indagati, avrebbe occultato all’estero ingenti somme di denaro, per lo più provenienti da evasione fiscale in Italia. Stando alla ricostruzione dell'accusa l'organizzazione metteva a disposizione dei propri 'clienti', alcune società cartiere che, tramite fatture false, fornivano giustificazioni al drenaggio del denaro verso la Russia, dopo essere essere passato dal Ticino e dell'Inghilterra del denaro, che una volta uscito dall'Italia sarebbe servito per operazioni immobiliari.

In Russia, hanno ricostruito gli investigatori, il denaro finiva su conti correnti intestati ad alcuni dei soggetti indagati a piede libero. Soggetti che hanno avuto a disposizione di carte di credito utilizzabili in Italia in maniera del tutto anonima. Inoltre le disponibilità finanziarie potevano essere destinate ad una società finanziaria di diritto danese che, stipulando un fittizio contratto di finanziamento con il cliente, consentiva a quest’ultimo di rientrare in possesso del proprio capitale ormai ripulito.

TOP NEWS Estero
Estero
7 ore
Joe Biden ha scelto Kamala Harris
Il candidato democratico alle presidenziali Usa annuncia il nome della sua vice
Estero
9 ore
Coronavirus, cresce l'allerta in Grecia e Francia
Intanto, nel mondo i casi hanno superato i 20 milioni. Polemica negli Stati Uniti sulla possibilità di riaprire le scuole.
Estero
14 ore
Vaccino, l'annuncio è russo ma la Cina è più vicina
Nella corsa internazionale al vaccino contro il Sars-Cov-2 cinesi in testa, seguiti da americani e britannici. In tutto sono 44 gli studi in corso
Confine
15 ore
Como, oltre 800mila euro di multe da recuperare
È questo l'ammontare ricostruito dal Comune lariano in merito alle contravvenzioni nei confronti di automobilisti stranieri
Estero
18 ore
Putin: 'La Russia ha il vaccino'
Il presidente russo ha dichiarato che anche a una delle sue figlie è stato somministrato il vaccino sperimentale russo contro il Covid-19 e sta bene
Estero
22 ore
Spari alla Casa Bianca e Trump finisce nello Studio Ovale
Uomo armato fermato e ferito dalle forze dell'ordine. Dopo attimi di confusione la conferenza stampa sul Coronavirus e post elezioni è ripresa normalmente
Estero
1 gior
Trump lascia la conferenza stampa in tutta fretta
Voci non confermate parlano di uno scontro a fuoco all'esterno della Casa Bianca. Il presidente avvisato da un suo assistente
Estero
1 gior
Fulmine sui binari: dodici feriti a Lourdes
La scarica ha provocato la brusca frenata della funicolare. Una coppia di passeggeri ospedalizzata in gravi condizioni
Libano
1 gior
Le dimissioni di Diab non fermano la protesta
L'esecutivo travolto dopo il disastro del 4 agosto
Confine
1 gior
Esplosione della villetta, accusa nei confronti dei genitori
Ad Andrate perse la vita un 21enne che teneva in casa sostanze esplosive artigianali. Per la procura lariana i genitori sapevano
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile