laRegione
Confine
20.03.19 - 12:330

Boschi della droga, preso il fornitore

Un 55enne marocchino trovato in possesso di hashish, euro e franchi. Si sospetta foraggi gli spacciatori attivi appena oltre confine

Carabinieri ritengono di aver arrestato il fornitore di hashish agli spacciatori attivi nei boschi della droga a ridosso del Canton Ticino. Si tratta di un cinquantacinquenne marocchino, residente a Cesano Maderno, con regolare permesso di soggiorno in Italia.

L'uomo è stato arrestato l'altroieri notte, al termine di un inseguimento in auto nei boschi. Aveva con sé cinque chili di hashish. A intercettarlo sono stati i carabinieri del Radiomobile di Cantù e della stazione di Lomazzo, con il concorso delle pattuglie delle altre stazioni limitrofe giunte in rinforzo.

Il cinquantacinquenne, regolare sul territorio, ha insospettito i militari perché a tarda notte stava uscendo da una strada dell’area boschiva di Cadorago. I carabinieri hanno intimato l’alt, ma l'uomo anziché fermarsi ha accelerato tentando la fuga per evitare i controlli. Ne è scaturito un inseguimento, fino a che lo spacciatore no ha perso il controllo del veicolo ribaltandosi.

Rimasto illeso, è stato immobilizzato. Sulla sua auto sono stati trovati cinque chili di hashish  suddivisi in 5 panetti, 1'500 euro e 400 franchi in contanti e due telefoni cellulari. Dalle schede dei cellulari i carabinieri sperano di ricavare elementi utili per le indagini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile