laRegione
Ti-Press
Confine
15.11.18 - 17:310

Frana di Re, al sindaco una richiesta per danni

La società che gestisce gli impianti sciistici della Piana di Vigezzo chiede un risarcimento di 280mila euro

È rimasto basito il sindaco di Re, Oreste Pastore, quando ha ricevuto il decreto di citazione dal Tribunale di Verbania, per 280mila euro: i danni che la “Vigezzo and friends”, società di gestione degli impianti sciistici della Piana di Vigezzo, sopra Craveggia, sostiene di aver subito a causa della chiusura della statale 337 della Valle Vigezzo, a seguito della frana dello scorso 1° aprile di Olgia che si è portata via la vita di una coppia del locarnese. “È chiaro che ci opporremo alla richiesta, anche se capiamo che, come tutti gli operatori turistici e commerciali della zona, anche loro hanno subito notevoli disagi – dice Pastore –. Ma quest'azione è incomprensibile. Le famiglie delle due vittime non hanno avanzato richieste, anche per questo siamo perplessi davanti al decreto di citazione''. Comunque sia, a questo punto ci sarà una discussione in sede civile. La “Vigezzo and friends” si era già fatta viva nelle settimane immediatamente dopo la frana, ma a quel momento, come ha sottolineato Pastore, amministratori e Anas avevano ben altro a cui pensare: l'urgenza era di riaprire la strada internazionale, quotidianamente utilizzata da migliaia di frontalieri, considerato che la frana aveva imposto anche la chiusura della linea ferroviaria Vigezzina-Centovallina. La ''Vigezzo and friends'' nel novembre del 2017 aveva assunto per due anni la gestione degli impianti sopra Craveggia.

Tags
vigezzo
frana
vigezzo and
and friends
danni
re
vigezzo and friends
sindaco
impianti
richiesta
TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved