laRegione
il-debito-globale-raggiunge-livelli-da-primato
Ti-Press
15.12.21 - 16:52
Aggiornamento : 18:28

Il debito globale raggiunge livelli da primato

Il settore pubblico ha speso per arginare le conseguenze della pandemia. Dati e analisi del Fondo monetario internazionale

Il debito globale è schizzato con la pandemia a 226mila miliardi di dollari nel 2020. E ora la sua sostenibilità è a rischio con gli attesi aumenti dei tassi di interesse da parte delle banche centrali. È la fotografia scattata dal Fondo monetario internazionale (Fmi) che non nasconde le sue preoccupazioni di fronte all’indebitamento record in uno scenario caratterizzato dall’incertezza e in cui gli istituti centrali si trovano a combattere un’inflazione che corre.

Il debito globale è salito di 28 punti percentuali lo scorso anno volando al 256 per cento del prodotto interno lordo (Pil), in quello che è stato il maggiore aumento annuale dalla Seconda Guerra Mondiale. Solo nelle economie avanzate il debito pubblico è passato dal 70 per cento del Pil nel 2007 al 124 per cento dello scorso anno, mentre quello privato è passato dal 164 al 178 per cento del Pil.

L’aumento del debito globale nel 2020 è stato “giustificato dalla necessità di proteggere le vite umane, preservare posti di lavoro ed evitare un’ondata di bancarotte. Se i governi non avessero agito, le conseguenze sociali ed economiche sarebbero state devastanti”, afferma il Fondo.

Nonostante questo, però, “il balzo amplifica le debolezze, soprattutto di fronte a una stretta delle condizioni finanziarie”: la sfida cruciale è quella di centrare un “giusto mix” di politiche di bilancio e monetarie in un contesto di alto debito e alta inflazione.

Le banche centrali, osserva il Fmi, stanno giustamente spostando la loro attenzione sull’aumento dell’inflazione e delle aspettative di inflazione: “con l’aumento dei tassi di interesse la politica di bilancio” va rivista per adeguarsi alle nuove condizioni. “Una significativa stretta delle condizioni finanziarie aumenterebbe la pressione sui governi, le famiglie e le aziende più indebitate. Se il settore pubblico e quello privato si trovassero a procedere simultaneamente con il deleveraging, allora le prospettive di crescita ne risentirebbero”, osservano gli esperti di Washington.

Da qui l’invito a trovare un equilibrio fra flessibilità delle politiche e l’impegno a piani credibili e sostenibili di risanamento di bilancio: “questa strategia ridurrebbe le debolezze del debito e faciliterebbe il lavoro delle banche centrali nel contenere l’inflazione”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
debito globale pandemia
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
1 ora
I rimborsi pesano sulle casse di Groupe Mutuel: 2021 in rosso
Gestione chiusa con una perdita di 78 milioni di franchi. Complice però la rifusione ai soci (per 111 milioni) delle riserve
Economia
1 gior
Banca nazionale pronta a misure per contrastare l’inflazione
L’inasprimento della politica monetaria è un’opzione qualora la situazione non dovesse migliorare. Maechler: ‘Fondamentale capirne la dinamica’
Economia
4 gior
Zurich vende la sua attività in Russia ed esce dal mercato
Sarà ceduta a undici membri del team dell’unità, che continueranno a operare sul territorio con un marchio diverso
Economia
5 gior
Inflazione osservata speciale della Banca nazionale
Per il suo presidente Thomas Jordan, attualmente nella Confederazione non sussiste il rischio di una spirale prezzi-salari
Economia
1 sett
Lastminute.com, risultati positivi per il primo trimestre
Non si è però tornati ai livelli pre-pandemia. L’azienda afferma che né la guerra in Ucraina né l’inflazione hanno avuto finora un impatto significativo
Economia
1 sett
Pensioni, anche nei momenti difficili conviene pensare al futuro
I fondi Etf sono dei buoni strumenti per costruire un capitale previdenziale 3a nel lungo periodo. L’esperto di VZ: ‘Proteggono anche dall’inflazione’
Economia
1 sett
Crisi alimentare, colmare il vuoto dell’Ucraina
La Fao chiede ai ministri dell’Agricoltura al G7 di Stoccarda di sostenere la produzione di cereali per evitare l’esplosione dei prezzi
Economia
1 sett
KD Pharma Group pensa alla Borsa di Zurigo
La società, detenuta da un fondo d’investimento tedesco, ha sede a Bioggio e vorrebbe quotarsi
Economia
1 sett
World Economic Forum, a Davos si parlerà di Ucraina
Il 23 maggio Volodymyr terrà un discorso online, mentre nei Grigioni è atteso il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko
Economia
1 sett
Il Senato Usa conferma Jerome Powell alla guida della Fed
Nei prossimi mesi la banca centrale americana procederà a nuovi rialzi del costo del denaro per contenere un’inflazione schizzata in aprile all’8,3%
© Regiopress, All rights reserved