laRegione
19.10.21 - 09:31

Esportazioni svizzere da record nel terzo trimestre

Nel periodo luglio-settembre le esportazioni sono salite a 63,1 miliardi di franchi, il 3,7% in più dei tre mesi precedenti e miglior risultato di sempre

Ats, a cura de laRegione
esportazioni-svizzere-da-record-nel-terzo-trimestre

Cresce ulteriormente il commercio estero svizzero, che raggiunge valori da primato: nel periodo luglio-settembre le esportazioni sono salite a 63,1 miliardi di franchi, il 3,7% in più dei tre mesi precedenti, segnando il miglior trimestre di sempre.

Anche le importazioni sono aumentate, attestandosi a 50,5 miliardi (+2,6%): il periodo in rassegna si chiude così con un’eccedenza da primato di 12,6 miliardi, emerge dai dati pubblicati oggi dall’Amministrazione federale delle dogane (AFD).

Le variazioni indicate sono nominali: in termini reali (cioè corrette dell’effetto dei prezzi) si sono attestate rispettivamente a +1,5% (export) e +1,2% (import). Per le esportazioni si registra il quinto trimestre consecutivo di crescita (per ritornare a un calo bisogna risalire al periodo aprile-giugno 2020, nel pieno della crisi pandemica), con i livelli ante-Covid già da tempo superati, mentre per le importazioni si è arrivati al terzo trimestre positivo di seguito, ma si è ancora di 2,5 miliardi sotto il valore record del terzo trimestre 2019.

Nel confronto con il secondo trimestre i vari settori dell’export hanno mostrato un andamento unanime, tutto di progressione. Quello di gran lunga più importante, la chimica-farmaceutica, segna (a livello nominale) +3,9% (a 33,1 miliardi di franchi), trainato in particolare dai prodotti immunologici (+8,2% a 12,1 miliardi); seguono le macchine e l’elettronica (+2,7% a 7,9 miliardi), orologeria (+3,6% a 5,7 miliardi, è record), strumenti di precisione (+4,0% a 4,9 miliardi, pure record) e metalli (+2,6% a 3,7 miliardi).

A livello regionale, il continente più importante per i prodotti con il marchio della balestra rimane l’Europa (+4,2% a 36,4 miliardi), che mostra un incremento malgrado lo scarso dinamismo mostrato dal principale paese di sbocco dell’export, la Germania (-3,4% a 10,9 miliardi). Sostanzialmente stabile è l’Asia (+1,0% a 13,3 miliardi), sulla scia di una Cina che marcia sul posto (+0,5 a 3,7 miliardi), mentre in forte aumento è il Nordamerica (+8,0% a 13,0 miliardi).

Anche sul fronte delle importazioni il settore più importante è quello chimico-farmaceutico (+4,2% a 14,2 miliardi), seguito da macchine ed elettronica (+0,5% a 8,2 miliardi), veicoli (+2,3% a 4,4 miliardi, ma per le vetture è il terzo trimestre in flessione), metalli (+7,5% a 4,3 miliardi) e derrate alimentari (+0,8% a 3,0 miliardi). Riguardo alle regioni va segnalato il calo dell’Asia (-2,4% a 10,2 miliardi); Europa (+1,8% a 35,3 miliardi) e Nordamerica (+1,7% a 3,4 miliardi) mettono per contro a referto un incremento.

Per completezza di informazione uno sguardo va anche lanciato al solo mese di settembre, che si è chiuso con esportazioni i 21,1 miliardi (-0,2% nominale rispetto ad agosto, +0,4% reale) e importazioni di 16,7 miliardi (+0,9% e -0,8%).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
1 gior
Per Ubs il 2022 si chiude con il segno positivo
Nel quarto trimestre la banca ha registrato un utile di 1,65 miliardi, per un totale complessivo di 7,63 sull’arco dell’intero anno
Economia
1 sett
Banca Migros supera il milione di clienti
La clientela nel 2022 registra un +27% rispetto all’anno precedente, sulla scia dell’introduzione della nuova carta di credito Cumulus
Economia
1 sett
Credit Suisse prevede un’inflazione più alta
La banca scommette su un rincaro 2023 che dovrebbe raggiungere l’1,7%, oltre a un aumento pari a 1,75% anche per i tassi della Banca nazionale svizzera
Economia
1 sett
Blocchi regionali e protezionismo contro le economie emergenti
I Paesi Non Allineati Nuovi (Nan) temono che la loro crescita venga ostacolata dai muri commerciali eretti da Stati Uniti, Europa e Cina
Economia
1 sett
E all’improvviso nulla più turba le Borse
Inflazione, tassi d’interessi più elevati, rallentamento cinese, timori di recessione: in Europa e negli Usa l’ottimismo si diffonde, nonostante tutto
Economia
2 sett
Lufthansa vuole comprare una quota di Ita Airways
È l’unica offerta arrivata al Governo italiano, tedeschi pronti a rilevare l’intera compagnia aerea
Economia
2 sett
Importante cessione nel settore chimico
Sika, gruppo attivo nelle specialità chimiche, ha deciso di vendere una parte dell’ex filiale del colosso tedesco Basf
Speciale Economia
2 sett
La deglobalizzazione non è la strada giusta
Economia
3 sett
Il franco si indebolisce sull’euro: moneta europea sopra 1,00
È la prima volta dall’inizio di luglio 2022 che l’euro torna sopra la parità
Economia
3 sett
Pry-Cam Home, la nuova frontiera di Prysmian
Il colosso mondiale della produzione di cavi ad alta tecnologia entra nelle case con una tecnologia che monitora la rete elettrica domestica
© Regiopress, All rights reserved