laRegione
05.08.21 - 08:01
Aggiornamento: 15:02

Swiss, pesante perdita nel primo semestre

La compagnia aerea soffre parecchio nei primi sei mesi dell'anno. Il fatturato è sceso del 43,5%. Quasi 8 milioni di passeggeri in meno rispetto al 2019

Ats, a cura de laRegione
swiss-pesante-perdita-nel-primo-semestre
(Keystone)

Swiss ha nuovamente sofferto in modo pesante della crisi del coronavirus nei primi sei mesi dell'anno. Il fatturato è sceso del 43,5% su base annua a 659,3 milioni di franchi, ha comunicato oggi la compagnia aerea. Nella prima metà dell'anno precedente la pandemia il giro di affari si era attestato a 2,57 miliardi. La perdita operativa è stata di 398,2 milioni di franchi dopo i -266,4 milioni dell'anno precedente.

La ragione delle scarse prestazioni è ancora la pandemia da coronavirus, che ha fatto precipitare il settore dell'aviazione nella peggiore crisi della sua storia: mentre quasi 8,8 milioni di passeggeri hanno volato con Swiss nel primo semestre del 2019 - ossia pre-coronavirus - la cifra è ora solo di un milione.

Il secondo trimestre è andato un po' meglio. Tuttavia, questo non toglie che la situazione è estremamente tesa a causa dell'ancora imprevedibile sviluppo della pandemia, ha detto il CEO della compagnia aerea Dieter Vranckx, citato in una nota.

Secondo quanto comunicato, due terzi degli aerei sono attualmente di nuovo in servizio e Swiss serviva a fine giugno il 90% delle destinazioni coperte prima della crisi sanitaria. Tuttavia, la capacità totale è solo circa il 50-55% di quella pre-crisi. L'apertura degli Stati Uniti come un'importante regione di traffico è particolarmente importante per un'ulteriore ripresa, sottolinea la nota.

Per l'insieme dell'anno, la compagnia aerea conta su una capacità equivalente al 40% del 2019. Il direttore finanziario (CFO) Markus Binkert ha poi aggiunto che la società si aspetta un risultato operativo positivo nel secondo trimestre.

Binkert ha sottolineato come la società non preveda di utilizzare più della metà del prestito bancario garantito dalla Confederazione, fissato in 1,5 miliardi di franchi (per Swiss e la sua controllata Edelweiss). Dal prossimo anno, la compagnia aerea ritiene di poter iniziare a rimborsare questo prestito.

I risultati dovrebbero tornare "in equilibrio" nel 2022. Swiss dovrebbe poi ritrovare una certa redditività entro l'anno seguente, ha detto Binkert all'agenzia finanziaria Awp. La società intende raggiungere gli obiettivi anche grazie alla riduzione del 20% della forza lavoro - a tal proposito il CFO ha ricordato che saranno tagliati 550 impieghi invece dei 780 previsti - e del 15% della sua flotta rispetto al 2019, cosa che dovrebbe far risparmiare 500 milioni di franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
6 gior
Tonfo Credit Suisse: le azioni crollano a poco più di 4 franchi
Da inizio anno il titolo ha perso il 48% del suo valore, il 16% solo nell’ultimo mese. L’apice l’aveva invece raggiunto nel 2000: 96,50 franchi
Economia
1 sett
Credit Suisse sborsa oltre 32 milioni: ‘Ci rallegriamo’
La banca elvetica passa alla cassa per risolvere una denuncia collettiva sulla qualità della gestione dei rischi negli Stati Uniti
Economia
1 sett
Rete elettrica, ‘la Svizzera non è un’isola’
Swissgrid investe 2,5 miliardi per le linee, ma il rischio è che le tensioni con l’Europa portino a problemi di collegamento e approvvigionamento
Economia
2 sett
Agosto col segno negativo per le casse pensioni
Il calo medio, dopo la deduzione delle commissioni, è stato dell’1,45%, che fissa a -7,87% quello da inizio anno
Economia
2 sett
Da Novartis 100 milioni per il campus di Basilea
L’importante investimento servirà a sviluppare il ramo delle bioterapie. Previsto un nuovo centro per lo sviluppo tecnico precoce
Economia
2 sett
Ermotti: ‘Non è così importante il numero di banche’
In un’intervista rilasciata alla stampa d’oltre Gottardo l’ex ceo di Ubs ha risposto con un ‘no comment’ sulla sua posizione al Credit Suisse
Economia
3 sett
Una capsula per il caffè che non è una... capsula
Per contrastare i rifiuti e favorire la sostenibilità Migros ha lanciato sul mercato una nuova macchina che non utilizza plastica né alluminio
Economia
3 sett
Porsche entra in Borsa e segna una quotazione da record
Le azioni del noto marchio di auto di lusso saranno quotate a Francoforte a fine settembre-inizio ottobre
Economia
3 sett
Settore assicurativo e nuova normalità, una tavola rotonda
Il Centro studi Villa Negroni ha promosso una discussione sulle peculiarità necessarie per superare il momento di crisi: intelligenza artificiale su tutte
Economia
3 sett
Pil progredito in Svizzera del 2,8% su un anno
Traino l’aumento della spesa dei consumatori dovuto all’abolizione delle misure contro il Covid-19
© Regiopress, All rights reserved