laRegione
credit-suisse-vuole-orari-di-lavoro-piu-flessibili
Keystone
Anche la produttività ci guadagna
05.07.21 - 15:04
Aggiornamento: 20:40

Credit Suisse vuole orari di lavoro più flessibili

L’istituto rende definitiva l’esperienza fatta durante la pandemia. Obiettivo: migliorare l’equilibrio tra vita professionale e privata.

Zurigo – Il Credit Suisse vuole offrire ai suoi dipendenti "un migliore equilibrio tra vita professionale e privata" attraverso una maggiore flessibilità negli orari di lavoro. La sua rivale Ubs ha recentemente annunciato misure simili.

La seconda banca più grande della Svizzera, che impiega poco più di 49'000 persone in tutto il mondo, di cui 13'220 in Svizzera, ha notato che "molti collaboratori hanno espresso un crescente desiderio di modelli di lavoro più flessibili e di un migliore equilibrio tra vita professionale e privata". Un sondaggio interno condotto in Svizzera ha corroborato questa constatazione, indica Credit Suisse in un comunicato.

Anche la produttività ci guadagna

Dopo diverse prove, l'azienda ha scoperto che "per lavorare in modo efficiente non è necessario essere presenti in ufficio. Al contrario, è emerso che i collaboratori con modalità di lavoro più flessibili erano più soddisfatti e desideravano, in futuro, passare due terzi del loro orario lavorativo a casa o scegliendo il luogo in modo flessibile”. Anche la produttività, scrive sempre la banca, “si è rivelata più alta tra i collaboratori maggiormente flessibili nella scelta delle modalità di lavoro."

"Vogliamo diventare più flessibili e agili nel nostro modo di lavorare", ha detto André Helfenstein, capo delle operazioni svizzere della banca, citato nella nota. D'ora in poi, i dipendenti possono pertanto determinare la percentuale del loro tempo di lavoro che vogliono trascorrere in ufficio o lavorare da casa. Questo nuovo modello di lavoro sarà introdotto gradualmente in Svizzera e in altri paesi secondo le rispettive direttive nazionali.

Ubs aveva dichiarato a fine giugno di voler introdurre un modello di lavoro ibrido tra il telelavoro e il lavoro in ufficio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
credit suisse equilibrio lavoro orari telelavoro vita professionale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
1 gior
Euro ai minimi storici nelle quotazioni con il dollaro
Il rallentamento dell’economia e la politica meno aggressiva sui tassi da parte della Banca centrale europea zavorrano la moneta unica
Economia
6 gior
Per la Bns 5,74 miliardi di franchi in valuta estera
È l’ammontare dei riacquisti operati dalla Banca nazionale svizzera nel primo trimestre dell’anno
Economia
6 gior
Prospettive fosche per l’economia svizzera
Lo indica l’Istituto di ricerche congiunturali (Kof) del Politecnico di Zurigo. Difficoltà in particolare per le esportazioni e la produzione industriale.
Economia
6 gior
Commercio al dettaglio, vendite stabili in maggio
Rispetto all’anno scorso, tenendo conto di rincaro e giorni lavorativi, in termini reali il giro d’affari è diminuito dell’1,6%
Economia
1 sett
La Fed ha perso 6-7 mesi e ora deve inseguire gli eventi
La conseguenza: una pericolosa accelerazione della stretta monetaria. Quadro economico assai incerto, soprattutto in Europa
Economia
2 sett
Ecco servito il caro-ipoteche: tassi ai massimi da dieci anni
Prime conseguenze dopo la decisione della Banca nazionale di alzare il tasso di riferimento. E secondo gli analisti non è finita
Economia
2 sett
Raiffeisen riconferma il CdA per i prossimi due anni
Assemblea generale ieri a Locarno. Il presidente Thomas A. Müller è stato confermato alla carica con il 96% dei voti
Economia
2 sett
Altri guai giudiziari per la filiale francese di Ubs
L’istituto bancario elvetico verrà processato per presunte molestie sui due ex dipendenti all’origine delle rivelazioni di frode fiscale
Economia
2 sett
Ubs e Credit Suisse rafforzano le loro basi patrimoniali
Entrambe le banche hanno superato i requisiti della regolamentazione ‘too big to fail’. Lo indica un rapporto sulla stabilità della Bns
Economia
2 sett
Competitività economica, la Danimarca fa meglio
La Svizzera perde il primato in classifica: ora è seconda in un podio completato da Singapore. Italia 41esima
© Regiopress, All rights reserved