laRegione
ricchezza-privata-patrimoni-a-livello-record-in-svizzera
Depositphotos
10.06.21 - 09:20
Ats, a cura de laRegione

Ricchezza privata, patrimoni a livello record in Svizzera

Salgono a 5000 miliardi di dollari, grazie in particolare al buon andamento del mercato azionario e di quello immobiliare

Crisi o non crisi, in Svizzera nel 2020 i patrimoni privati sono saliti a un livello record: hanno raggiunto 5000 miliardi di dollari, grazie in particolare al buon andamento del mercato azionario e di quello immobiliare.

Stando allo studio "Global Wealth Report 2021" pubblicato oggi dalla società di consulenza Boston Consulting Group (Bcg) la progressione rispetto al 2019 è del 4%. A livello mondiale l'aumento è stato ancora più marcato, pari all'8%, per raggiungere la cifra da primato di 431'000 miliardi di dollari. Nella Confederazione si trova quindi l'1,2% della ricchezza delle persone.

Gli attivi in questione sono composti da posizioni finanziarie (azioni, obbligazioni, averi di cassa pensione, assicurazioni sulla vita, ecc.) e materiali (immobili, beni di consumo), meno le passività. Nel 2020 le prime nei 26 cantoni elvetici ammontavano a 3300 miliardi, le seconde a 2800 miliardi; a questi importi sono poi stati detratti 1100 miliardi di crediti passivi e ipoteche.

Stando agli autori della ricerca i patrimoni degli svizzeri sono destinati a crescere ancora, di circa il 3% all'anno, per raggiungere nel 2025 la cifra di 5700 miliardi. Dal 2015 al 2020 l'incremento annuo si è attestato al 4%. A livello globale è atteso un +5% all'anno, ciò che porterà l'importo totale a 544'000 miliardi nel 2025.

Il numero di milionari e miliardari in Svizzera dovrebbe aumentare significativamente nei prossimi anni, passando da 600'000 a 700'000: saranno il 2,2% dei ricchi dell'intero pianeta e circa l'8% della popolazione elvetica. In cifre assolute la Confederazione si inserisce al quinto posto fra i paesi che ospitano più benestanti: prima di lei figurano - nell'ordine - Stati Uniti (che vedranno i ricchi salire da 17,1 a 19,8 milioni), Cina, Giappone e Regno Unito.

La maggiore crescita della ricchezza sta però avvenendo in Asia: stando ai ricercatori questo si rifletterà nel fatto che entro il 2025 Hong Kong dovrebbe aver superato la Svizzera come il più grande attore mondiale nella gestione patrimoniale transfrontaliera. Attualmente la Svizzera amministra 2400 miliardi di dollari e Hong Kong 2100 miliardi. Forti afflussi dalla Cina continentale spingeranno gli attivi gestiti dall'ex colonia britannica a 3200 miliardi. Singapore dovrebbe rimanere al terzo posto. In netta progressione in questo comparto (è previsto un +7% annuo) sono anche gli Stati Uniti, che dovrebbero salire a 1300 miliardi grazie al sensibile afflusso di denaro da clienti privati latinoamericani.

Dove ci sono i ricchi ci sono però anche i super-ricchi: persone che hanno oltre 100 milioni di dollari. L'anno scorso il loro numero è aumentato di circa 6000, raggiungendo 60'000 unità. Insieme controllano 22'000 miliardi. In questa categoria gli esperti di BCG si aspettano che entro la fine del decennio la Cina sostituirà gli Stati Uniti in cima alla graduatoria.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
patrimoni ricchezza ricchezza privata svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
1 ora
Il franco praticamente ai massimi di sempre sull’euro
Nel pomeriggio la moneta europea valeva 0,9875 franchi: minimo storico astraendo dal 15 gennaio 2015, giorno dello stop al cambio minimo fissato dalla Bns
Economia
1 gior
Euro ai minimi storici nelle quotazioni con il dollaro
Il rallentamento dell’economia e la politica meno aggressiva sui tassi da parte della Banca centrale europea zavorrano la moneta unica
Economia
6 gior
Per la Bns 5,74 miliardi di franchi in valuta estera
È l’ammontare dei riacquisti operati dalla Banca nazionale svizzera nel primo trimestre dell’anno
Economia
6 gior
Prospettive fosche per l’economia svizzera
Lo indica l’Istituto di ricerche congiunturali (Kof) del Politecnico di Zurigo. Difficoltà in particolare per le esportazioni e la produzione industriale.
Economia
6 gior
Commercio al dettaglio, vendite stabili in maggio
Rispetto all’anno scorso, tenendo conto di rincaro e giorni lavorativi, in termini reali il giro d’affari è diminuito dell’1,6%
Economia
1 sett
La Fed ha perso 6-7 mesi e ora deve inseguire gli eventi
La conseguenza: una pericolosa accelerazione della stretta monetaria. Quadro economico assai incerto, soprattutto in Europa
Economia
2 sett
Ecco servito il caro-ipoteche: tassi ai massimi da dieci anni
Prime conseguenze dopo la decisione della Banca nazionale di alzare il tasso di riferimento. E secondo gli analisti non è finita
Economia
2 sett
Raiffeisen riconferma il CdA per i prossimi due anni
Assemblea generale ieri a Locarno. Il presidente Thomas A. Müller è stato confermato alla carica con il 96% dei voti
Economia
2 sett
Altri guai giudiziari per la filiale francese di Ubs
L’istituto bancario elvetico verrà processato per presunte molestie sui due ex dipendenti all’origine delle rivelazioni di frode fiscale
Economia
2 sett
Ubs e Credit Suisse rafforzano le loro basi patrimoniali
Entrambe le banche hanno superato i requisiti della regolamentazione ‘too big to fail’. Lo indica un rapporto sulla stabilità della Bns
© Regiopress, All rights reserved