laRegione
annunci-web-attivi-troppo-a-lungo-cala-la-domanda-di-case
(Ti-Press)
Economia
04.05.21 - 15:140

Annunci web attivi (troppo) a lungo, cala la domanda di case

Il valore del Ticino (147 giorni nel 2020) ha fatto schizzare verso l'alto i tempi di inserzione media in tutta la Svizzera

La domanda di case unifamiliari risulta chiaramente in calo in Ticino, almeno a giudicare dai tempi in cui un'inserzione di vendita rimane attiva: a sud delle Alpi questo periodo nel 2020 è stato di 147 giorni, un dato in fortissimo aumento rispetto all'anno prima (+60%) e che ammonta a più del triplo dei 43 giorni registrati a Zurigo.

Il valore del Ticino - insieme a quello della regione Vaud/Vallese - ha fatto schizzare verso l'alto i tempi di inserzione media in tutta la Svizzera, che sono passati da 61 a 77 giorni, emerge da un'analisi periodica semestrale (Online Home Market Analysis, OHMA) basata sugli annunci pubblicati sui principali portali online elvetici e di cui danno notizia oggi una di queste piattaforme, Homegate, e lo Swiss Real Estate Institute. Le altre sei regioni prese in considerazione dagli esperti presentano infatti tempi più brevi in rapporto al 2019.

Con i suoi 147 giorni il cantone italofono risulta anche avere i tempi di inserzione chiaramente più lunghi: al secondo posto si trova infatti Vaud-Vallese, molto staccato con 71 giorni. Seguono Ginevra (62 giorni), Svizzera nord-occidentale (61), Espace Mittelland (59), Svizzera orientale (58), Svizzera centrale (49) e Zurigo (43).

Nel 2020 sui portali web elvetici sono stati pubblicati più di 72'000 annunci relativi a case unifamiliari, mentre il tempo medio di inserzione è risultato di 77 giorni. Dal momento che il numero di annunci ha registrato una crescita solo marginale, pari al 4%, e che i tempi di inserzione sono invece aumentati di circa il 25%, secondo gli specialisti si può affermare che la domanda ha registrato un calo. Un possibile motivo è rappresentato dall'insicurezza registrata durante l'anno della pandemia, che potrebbe avere indotto molte persone a rimandare temporaneamente l'acquisto di un'abitazione. Nel 2019 la richiesta di alloggi in proprietà era infatti ancora in crescita.

Nell'anno caratterizzato dal coronavirus è stata spesso avanzata l'ipotesi secondo cui la popolazione tende sempre più ad abbandonare le città densamente popolate per spostarsi in campagna dal momento che, anche per via del telelavoro, è possibile mettere in conto tempi di spostamento più lunghi per raggiungere l'ufficio. Con riferimento al mercato delle case unifamiliari non è tuttavia stato possibile confermare questa ipotesi, affermano gli specialisti di Homegate e dello Swiss Real Estate Institute.

TOP NEWS Economia
Economia
12 ore
Credit Suisse avrebbe per anni infranto i regolamenti
Tre domenicali svizzero tedeschi scrivono che i dirigenti della banca hanno ignorato più di cento segnalazioni di avvertimento su violazioni
Economia
2 gior
Swiss Life ‘fa pace’ con il Dipartimento di giustizia Usa
Multa da 70 milioni di franchi per le attività cross border con clienti statunitensi risalente agli anni scorsi. Importo già accantonato e imputato all’esercizio 2020
Economia
3 gior
Elon Musk rinnega i bitcoin, la criptovaluta crolla del 16%
Il patron di Tesla fa retromarcia a causa della preoccupazione per l'utilizzo di fonti fossili nella produzione, annunciando che il gruppo non li accetterà più
Economia
3 gior
Il patron di Tesla abbandona i bitcoin
La criptovaluta non sarà più accettata come forma di pagamento. Per produrla si usa troppa energia fossile
Economia
5 gior
Previdenza, il coronavirus non ha intaccato le casse pensioni
La maggior parte degli istituti di previdenza professionale ha chiuso l’esercizio 2020 con tassi di copertura al rialzo raggiungendo il livello più alto dal 2012
Economia
1 sett
Ma le banconote svizzere non ‘scadono’ mai
I biglietti della sesta e ottava serie non sono più accettate come mezzo di pagamento forzoso, ma possono essere ancora scambiate uno a uno con quelle nuove
Economia
1 sett
Accordo BancaStato-Efg ‘concluso con successo’
Trasferiti oltre 5’400 clienti dal settore ‘retail e commerciale’ ticinese di Efg International a Banca Stato
Economia
1 sett
Credit Suisse limita l'esposizione al rischio
Dopo il caso Archegos, il livello di attivi ponderati in base al rischio e quello dell'indebitamento saranno limitati
Economia
1 sett
Implenia taglia nei Grigioni, ‘ballano’ 150 impieghi
Il gruppo edile zurighese chiude cinque siti per concentrarsi su ‘grandi e complessi progetti’. Consultazioni in corso con i sindacati, forse un piano sociale.
Economia
1 sett
Cambio di presidenza alla Banca del Sempione
Giovanni Crameri è stato eletto dall’assemblea degli azionisti alla guida del Consiglio di amministrazione. Subentra a Fiorenzo Perucchi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile