laRegione
credit-suisse-negligente-nell-assicurare-fondi-greensill
(archivio Ti-Press)
Economia
01.04.21 - 18:100
Aggiornamento : 18:53

Credit Suisse negligente nell’assicurare fondi Greensill

Lo affermano all’agenzia Reuters fonti insider vicine al dossier. La liquidazione ammonterebbe a 10 miliardi di franchi

Londra - Secondo fonti insider, Credit Suisse non si è curato a sufficienza di garantire l’efficacia della copertura assicurativa di un fondo gestito insieme a Greensill Capital. Lo hanno rivelato due persone vicine al dossier all’agenzia Reuters.

La grande banca non ha ottenuto direttamente dall’assicuratore giapponese Tokio Marine la conferma che la sua polizza era valida e che essa copriva tutti i titoli inclusi nei fondi. Si sarebbe invece limitata a fidarsi degli aggiornamenti via e-mail sulle polizze del broker Marsh & McLennan.

All’inizio di marzo, Credit Suisse aveva avviato la liquidazione di quattro fondi di finanziamento dal volume totale di circa dieci miliardi di dollari. A innescare questa mossa era stata la decisione dell’assicuratore nipponico Tokio Marine di rifiutare di rinnovare la copertura dei titoli di debito della Creensill Capital detenuti nei fondi Credit Suisse. Gli investitori dei fondi rischiano ora forti perdite, mentre nel frattempo Greensill ha presentato domanda di insolvenza

I titoli di debito acquistati dai fondi del Credit Suisse erano emessi da Greensill e garantiti da prestiti fatti dalla società britannico-australiana ad altre aziende. Per limitare il rischio, Greensill aveva stipulato un’assicurazione sul credito. Nei documenti di marketing riguardanti il più grande dei quattro fondi, dal volume di 7,3 miliardi di dollari, Credit Suisse assicurava ai clienti che i titoli di debito erano a basso rischio.

Interpellata dalla Reuters, Credit Suisse non ha voluto rispondere riguardo a quali informazioni avesse ottenuto sull’assicurazione da Tokio Marine, da Marsh, da Greensill o altri. Neppure Greensill, Marsh e Tokio Marine hanno ritenuto opportuno rispondere alle domande sulla copertura assicurativa.

Intanto proseguono i rimborsi dei fondi legati a Greensill

Credit Suisse promette ulteriori rimborsi di fondi legati a Greensill entro la metà di aprile. I quattro fondi della banca collegati alla fallita società finanziaria britannica, con sede in Lussemburgo e Liechtenstein, includono liquidità per un importo di 1,5 miliardi di dollari al 29 marzo.

Credit Suisse prevede “che la maggior parte degli investimenti nei fondi sarà recuperata nell'ambito del processo di liquidazione”. La banca non esclude di ricorrere alla giustizia per riuscirci, indica una nota di Credit Suisse di cui l’agenzia Awp ne dispone di una copia.

All’inizio di marzo, Credit Suisse ha annunciato l’inizio del rimborso di circa 10 miliardi di dollari (9,44 miliardi di franchi) investiti in questi strumenti chiamati ‘Supply Chain Finance’. Sono interessati più di mille investitori.


 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
1 gior
Credit Suisse inasprisce le condizioni per gli hedge fund
In particolare Credit Suisse sta passando da requisiti di margine statici a dinamici, scrive l'agenzia Bloomberg facendo riferimento a Insider
Economia
2 gior
Riserve di divise in crescita per la Banca nazionale
L'insieme delle riserve (oro escluso) è passato da 920,55 a 937,40 miliardi. Quinto incremento consecutivo.
Economia
3 gior
Fmi: finora la Svizzera ha gestito bene la pandemia
Il Fondo monetario internazionale per l'anno in corso prospetta una crescita del 3,5% e per il prossimo del 2,8% per la Svizzera
Economia
3 gior
Credit Suisse: le incertezze restano elevate
Dopo l'annuncio delle perdite legate al fallimento dell'hedge fund Archegos e i cambi in direzione la situazione resta incerta
Economia
4 gior
Credit Suisse, prevista perdita di 900 milioni
Il n°1 dell'investment banking Brian Chin e la "Chief Risk and Compliance Officer" Lara Warner lasciano i loro ruoli rispettivamente a fine mese e oggi
Economia
1 sett
Il programma di investimenti Usa fa gola alle aziende svizzere
Gran parte degli analisti ritiene che l'economia elvetica trarrà vantaggio dal programma di investimenti americano
Economia
1 sett
Acquisizioni, Firestone Building passa a Lafargeholcim
Il gruppo franco-svizzero rileva ditta statunitense specializzata in coperture per tre miliardi di franchi. Il via libera all'accordo dalle autorità Usa
Economia
1 sett
Autogrill cede le attività autostradali americane
Le ha rilevate un consorzio guidato da Blackstone Infrastructure Partners per 375 milioni di dollari
Economia
1 sett
Medacta, maggiori ricavi nonostante il calo delle vendite
Il produttore di dispositivi ortopedici ha registrato un utile netto di oltre 40 milioni di franchi.
Economia
1 sett
La Finma ridà libertà di fare acquisizioni a Julius Bär
L'autorità di vigilanza ha revocato il divieto temporaneo imposto l'anno scorso a causa di gravi carenze nella lotta contro il riciclaggio di denaro
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile