laRegione
20.08.20 - 07:50
Aggiornamento: 08:19

L'azienda tecnologica Kudelski taglia quasi 500 posti di lavoro

La pandemia avrebbe inciso pesantemente su risultati semestrali e tagli al personale. La riduzione della forza lavoro è del 14%, dalla fine del 2019

Ats, a cura de laRegione
l-azienda-tecnologica-kudelski-taglia-quasi-500-posti-di-lavoro
Circuiti informatici (foto archivio Ti-Press)

Oltre a incidere pesantemente sui risultati semestrali, la crisi del coronavirus ha spinto Kudelski a ricorrere in modo massiccio al lavoro ridotto. Il gruppo specializzato nelle soluzioni informatiche ed elettroniche per la televisione a pagamento ha annunciato che da inizio anno si contano 489 equivalenti a tempo pieno in meno.

L'azienda ha così diminuito gli effettivi impiegati del 14% tra fine dicembre 2019 e fine giugno 2020, si legge in una nota odierna. La società ha sede a Cheseaux-sur-Lausanne (VD), ma è presente in tutto il mondo e ha pure un quartier generale negli Usa, più precisamente a Phoenix, Arizona.

Fatturato al ribasso. Perdita milionaria nel primo semestre del 2020

Come detto, la pandemia ha notevolmente influito sugli affari di Kudelski, che ha registrato un fatturato in ribasso del 20,1% su base annua a 320,1 milioni di dollari (292,8 milioni di franchi). Il primo semestre è stato archiviato con una perdita netta di 27,1 milioni, un deficit peggiore di quello accusato dodici mesi fa, ovvero 20,4 milioni.

Sensibile calo anche per il risultato operativo Ebitda, sceso da 15,5 a 4,9 milioni. In generale, le cifre sono nettamente inferiori alle previsioni formulate dagli analisti interrogati dall'agenzia finanziaria AWP. Questi ipotizzavano un volume d'affari nell'ordine di 384 milioni e addirittura un utile di 0,9 milioni.

Per il prosieguo dell'esercizio il gruppo romando si aspetta una progressione dei ricavi legati alla tv digitale, la sua più grande divisione. L'azienda ha comunque dovuto correggere il tiro riguardo ai numeri annuali: per esempio prima puntava a un Ebitda fra i 70 e i 90 milioni, mentre ora giudica più realistico che esso si situi nella forbice 45-55.

 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Speciale Economia
1 gior
Partenza in tromba nell’Eurozona
Economia
1 sett
Per Ubs il 2022 si chiude con il segno positivo
Nel quarto trimestre la banca ha registrato un utile di 1,65 miliardi, per un totale complessivo di 7,63 sull’arco dell’intero anno
Economia
2 sett
Banca Migros supera il milione di clienti
La clientela nel 2022 registra un +27% rispetto all’anno precedente, sulla scia dell’introduzione della nuova carta di credito Cumulus
Economia
2 sett
Credit Suisse prevede un’inflazione più alta
La banca scommette su un rincaro 2023 che dovrebbe raggiungere l’1,7%, oltre a un aumento pari a 1,75% anche per i tassi della Banca nazionale svizzera
Economia
2 sett
Blocchi regionali e protezionismo contro le economie emergenti
I Paesi Non Allineati Nuovi (Nan) temono che la loro crescita venga ostacolata dai muri commerciali eretti da Stati Uniti, Europa e Cina
Economia
2 sett
E all’improvviso nulla più turba le Borse
Inflazione, tassi d’interessi più elevati, rallentamento cinese, timori di recessione: in Europa e negli Usa l’ottimismo si diffonde, nonostante tutto
Economia
2 sett
Lufthansa vuole comprare una quota di Ita Airways
È l’unica offerta arrivata al Governo italiano, tedeschi pronti a rilevare l’intera compagnia aerea
Economia
3 sett
Importante cessione nel settore chimico
Sika, gruppo attivo nelle specialità chimiche, ha deciso di vendere una parte dell’ex filiale del colosso tedesco Basf
Speciale Economia
3 sett
La deglobalizzazione non è la strada giusta
Economia
3 sett
Il franco si indebolisce sull’euro: moneta europea sopra 1,00
È la prima volta dall’inizio di luglio 2022 che l’euro torna sopra la parità
© Regiopress, All rights reserved