laRegione
rischio-bolla-immobiliare-in-aumento-a-causa-della-pandemia
Finché non scoppia ... (Ti-Press)
Economia
06.08.20 - 12:170
Aggiornamento : 14:14

Rischio bolla immobiliare in aumento a causa della pandemia

Lo sostiene un'analisi condotta da Ubs. Lo Swiss Real Estate Bubble Index è salito a 1,52 punti contro l'1,30 registrato nei primi tre mesi del 2020

Il rischio di una bolla immobiliare è aumentato nel contesto della pandemia di coronavirus. Lo sostiene un'analisi trimestrale condotta da economisti di UBS. Tuttavia, aggiungono, la situazione dovrebbe normalizzarsi entro il 2021.

L'UBS Swiss Real Estate Bubble Index - questo il nome dell'indice - nel secondo trimestre dell'anno è salito a 1,52 punti contro l'1,30 registrato nei primi tre mesi del 2020. Ciò è dovuto all'aumento del prezzo di acquisto delle case, con una crescita di quasi il 4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Si tratta del maggiore incremento dal 2013.

Si tratta di un aumento che bisogna relativizzare, sottolineano gli esperti di UBS, aggiungendo che esso è dovuto allo choc a breve termine della pandemia. La crisi ha infatti accentuato gli squilibri sul mercato immobiliare.

"Gli aumenti dei prezzi come quelli attuali non sono sostenibili, dato il calo dei redditi delle famiglie", avvertono gli economisti del numero uno bancario elvetico. Questi ultimi prevedono che l'indice tornerà al livello precedente alla pandemia entro il 2021, anche se i prezzi del mercato degli immobili di proprietà non scenderanno.

Le regioni a rischio rimangono invariate, con gli squilibri più significativi osservati intorno al Lago di Zurigo, Losanna e Basilea. Il Luganese è l'unica regione considerata a rischio dall'istituto in Ticino o nei Grigioni.

TOP NEWS Economia
Economia
12 ore
Matrimonio tra Ubs e Credit Suisse, trattative ferme
Lo sostiene il periodico Bilanz, citando due fonti direttamente coinvolte nei colloqui che riferiscono di come i contatti non siano ripresi dopo l'estate
Economia
1 gior
Ermotti: 'Le fusioni bancarie sono inevitabili'
Dopo l'ipotesi Ubs-Credit Suisse si fa strada l'idea di mega-fusioni bancarie, anche con istituti esteri
Economia
1 gior
Forum economico 2021, Lugano in corsa
Per il dopo Davos tra le possibili location ci sarebbero, oltre alla città sul Ceresio, Montreaux e il Bürgenstock
Economia
1 gior
L'edizione 2021 del Wef non si terrà a Davos
il Forum economico mondiale non si terrà nella cittadina grigionese, nemmeno in estate, come invece speravano gli operatori del settore alberghiero
Economia
1 gior
Alpiq: lascia André Schnidrig, gli subentra Antje Kannglesser
Il Ceo abbandona per motivi di salute, con effetto immediato. Il perfezionamento del passaggio entro aprile
Economia
2 gior
La lotta al riciclaggio in Svizzera non funziona
L'ex numero uno del Mros cita il Ticino e parla di un sistema normativo che punisce i pesci piccoli, ma che risparmia spesso quelli grossi
Economia
3 gior
O la borsa o la vita: la finanziarizzazione della vita quotidiana
La sociologa dell'Usi Léna Pellandini-Simányi ci spiega le conseguenze di una vita ormai colonizzata da mutui, carte di credito, fondi.
Economia
6 gior
Sunrise non ha violato il contratto firmato con Salt
In una nota diffusa stamane da Sunrise si precisa che la decisione può essere impugnata presso il Tribunale federale.
Economia
1 sett
Moderna sbarca in Svizzera, prima volta fuori da Nord America
Recentemente la Confederazione ha sottoscritto un accordo con Moderna per la fornitura di 4,5 milioni di dosi del vaccino contro il Covid-19
Economia
1 sett
Artigiani dall'Italia, dopo il lockdown torna la pressione
Lo dice l'Associazione interprofessionale di controllo che verifica il rispetto delle regole. E avverte: senza libera circolazione meno tutele
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile