laRegione
usa-il-pil-crolla-nel-secondo-trimestre-32-9
La prova che il problema non è il lockdown, è la pandemia (Keystone)
Economia
30.07.20 - 15:210
Aggiornamento : 15:36

Usa, il Pil crolla nel secondo trimestre: -32.9%

Anche se migliore rispetto alle attese degli analisti il calo è comunque senza precedenti per la sua severità

L'economia americana si è contratta nel secondo trimestre (su base annua) del 32,9%, ha indicato oggi il Dipartimento del commercio. Si tratta di un crollo record, anche se migliore delle attese degli analisti che scommettevano su -34,5%. Il calo è comunque senza precedenti per la sua severità. Gli unici paragoni possibili nella storia americana moderna è con la Grande Depressione e la Seconda Guerra Mondiale, ovvero prima che iniziasse la raccolta dei dati ufficiale dal 1947.

Le richieste di sussidio alla disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana sono salite a 1'434'000. Il dato pubblicato oggi dal Dipartimento del lavoro è migliore delle attese degli analisti, che scommettevano 1,45 milioni.

Due trimestri di calo Pil, confermata recessione

Il prodotto interno lordo (Pil) americano si contrae per il secondo trimestre consecutivo, confermando che l'Azienda America è ufficialmente in recessione.

Agli inizi di giugno il National Bureau of Economic Reserach (Nber), considerato l'arbitro per quanto riguarda la durata dei periodi di recessione negli Usa, aveva certificato che la recessione americana era iniziata in febbraio. Il -32,9% del pil del secondo trimestre segue il -5% dei primi tre mesi dell'anno.

TOP NEWS Economia
Economia
4 gior
Svizzera, edilizia e industria soffrono a causa del covid
Il settore secondario ha conseguito un fatturato, nel terzo semestre, in calo del 6%. Lo rende noto l'Ufficio federale di statistica
Economia
4 gior
Germania, Thyssen taglia 11 mila posti di lavoro
L'industria del metallo ha annunciato la misura, che sarà attuata nel giro di tre anni. Una decisione da ricondurre all'impatto del coronavirus sui mercati
Economia
6 gior
Causa pandemia, in calo i prelievi ai bancomat in Svizzera
Secondo Six, nel 2020 atteso un calo del 20-25% dei prelievi di contante. Entro 5 anni il numero dei bancomat potrebbe essere il 30-40% in meno
Economia
1 sett
La piazza finanziaria ticinese si sta stabilizzando
Secondo l'annuario 2019 del Centro studi Villa Negroni il processo di concentrazione in atto nel settore bancario cantonale è stato ‘meno rilevante’
Economia
1 sett
Il più grande accordo di libero scambio con la Cina
Quindici Paesi dell'Asia-Pacifico hanno firmato l'intesa commerciale storica. L'influenza di Pechino crescerà di molto
Economia
1 sett
Ubs, ‘per il momento nessuna ristrutturazione del personale’
Il presidente del CdA Axel Weber afferma che ‘non vogliamo far pagare le incertezze del futuro ai collaboratori’
Economia
1 sett
'Meno regole per produrre dolci e biscotti in Svizzera'
Lo chiede l'associazione di categoria Biscosuisse visto il calo delle esportazioni. Il prezzo delle materie prime e gli eccessivi oneri amministrativi
Economia
1 sett
Le banche potranno dedurre le multe ricevute all'estero
Lo prevede la modifica di legge proposta dal Consiglio federale. La deducibilità varrà solo a determinate condizioni
Economia
1 sett
Coronavirus, servono nuovi crediti per le aziende
Lo sostiene il direttore del Kof, il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo
Economia
1 sett
Raiffeisen: ‘Indipendenti per favorire i nostri clienti’
Karin Valenzano Rossi del Cda di Raiffeisen Svizzera spiega le ragioni dell’abbandono dell’Associazione svizzera dei banchieri
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile