laRegione
credit-suisse-sale-l-utile-si-riducono-le-succursali
Non tutti hanno perso durante la crisi innescata dal Covid (Keystone)
Economia
30.07.20 - 12:410
Aggiornamento : 14:27

Credit Suisse: sale l'utile, si riducono le succursali

Utile netto cresciuto del 24% per la banca elvetica (1,16 miliardi di franchi), che ha varato un piano di risparmio di 400 milioni

Nel secondo trimestre Credit Suisse ha registrato un utile netto di 1,16 miliardi di franchi, il 24% in più dello stesso periodo dell'anno scorso. La grande banca annuncia anche di volersi dotare di nuove strutture e punta a risparmiare circa 400 milioni di franchi all'anno entro il 2022.

L'utile ante-imposte si è attestato a 1,55 miliardi, pari a una progressione del 19% su base annua, indica un comunicato diramato oggi. I ricavi sono salire dell'11% a 6,19 miliardi di franchi.

"In un contesto di mercato volatile abbiamo ottenuto un forte risultato", afferma nella nota il presidente della direzione Thomas Gottstein.

Le cifre superano le attese degli analisti consultati dall'agenzia AWP, che tuttavia variavano molto. In media avevano anticipato un giro d'affari di 5,62 miliardi, un utile prima delle imposte di 1,03 miliardi e un utile netto di 675 milioni di franchi.

Guardando al futuro la banca afferma che continua ad essere difficile giudicare l'ampiezza degli effetti economici negativi scaturiti dall'epidemia di Covid-19 e l'andamento della ripresa. L'istituto è tuttavia ben messo in vista di ulteriori potenziali rischi ed elevate incertezze geopolitiche e in grado di mantenere in una prestazione finanziaria resistente e una base di capitale solida.

Il numero di succursali in Svizzera dovrebbe ridursi da 120 a 100

Il programma di risparmi da 400 milioni di franchi all'anno annunciato da Credit Suisse interesserà anche la rete di succursali in Svizzera: il numero di filiali dovrebbe scendere da 120 a 100, ha affermato il Ceo Thomas Gottstein in margine alla presentazione dei risultati semestrali.

Il manager non ha fornito indicazioni sul periodo temporale in cui ciò accadrà, limitandosi a sottolineare come sulla scia della digitalizzazione e dell'esperienza fatta con il coronavirus potrebbero anche essere pensabili "nuove forme" di succursali.

'La riduzione dei posti di lavoro sarà molto limitata'

La riduzione di posti di lavoro causata dalla riorganizzazione delle strutture di Credit Suisse sarà "molto limitata", al netto dei vari cambiamenti. Lo ha detto il Ceo Thomas Gottstein, commentando in un'intervista diffusa da Bloomberg i risultati semestrali comunicati oggi.

A cambiare sarà in primo luogo ad esempio l'organigramma dell'investment bankng, con i singoli comparti che torneranno a essere riuniti in un'unica unità. La divisione era stata decisa dal predecessore Tidjane Thiam.

I piani di Gottstein dovrebbero consentire un risparmio annuo di 400 milioni di franchi a partire dal 2022. La ristrutturazione, che sarà attuata entro un anno, genererà inoltre costi complessivi per circa 300-400 milioni di franchi.

Sulla stampa un paio di settimane or sono si parlava di mutazioni che avrebbero potuto mettere a rischio centinaia di impieghi.

TOP NEWS Economia
Economia
4 gior
Svizzera, edilizia e industria soffrono a causa del covid
Il settore secondario ha conseguito un fatturato, nel terzo semestre, in calo del 6%. Lo rende noto l'Ufficio federale di statistica
Economia
4 gior
Germania, Thyssen taglia 11 mila posti di lavoro
L'industria del metallo ha annunciato la misura, che sarà attuata nel giro di tre anni. Una decisione da ricondurre all'impatto del coronavirus sui mercati
Economia
6 gior
Causa pandemia, in calo i prelievi ai bancomat in Svizzera
Secondo Six, nel 2020 atteso un calo del 20-25% dei prelievi di contante. Entro 5 anni il numero dei bancomat potrebbe essere il 30-40% in meno
Economia
1 sett
La piazza finanziaria ticinese si sta stabilizzando
Secondo l'annuario 2019 del Centro studi Villa Negroni il processo di concentrazione in atto nel settore bancario cantonale è stato ‘meno rilevante’
Economia
1 sett
Il più grande accordo di libero scambio con la Cina
Quindici Paesi dell'Asia-Pacifico hanno firmato l'intesa commerciale storica. L'influenza di Pechino crescerà di molto
Economia
1 sett
Ubs, ‘per il momento nessuna ristrutturazione del personale’
Il presidente del CdA Axel Weber afferma che ‘non vogliamo far pagare le incertezze del futuro ai collaboratori’
Economia
1 sett
'Meno regole per produrre dolci e biscotti in Svizzera'
Lo chiede l'associazione di categoria Biscosuisse visto il calo delle esportazioni. Il prezzo delle materie prime e gli eccessivi oneri amministrativi
Economia
1 sett
Le banche potranno dedurre le multe ricevute all'estero
Lo prevede la modifica di legge proposta dal Consiglio federale. La deducibilità varrà solo a determinate condizioni
Economia
1 sett
Coronavirus, servono nuovi crediti per le aziende
Lo sostiene il direttore del Kof, il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo
Economia
1 sett
Raiffeisen: ‘Indipendenti per favorire i nostri clienti’
Karin Valenzano Rossi del Cda di Raiffeisen Svizzera spiega le ragioni dell’abbandono dell’Associazione svizzera dei banchieri
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile