laRegione
27.02.20 - 10:18

Raiffeisen col segno più lo scorso anno

Nel 2019 il gruppo bancario sangallese ha registrato una crescita dell'utile netto, passato 835 milioni di franchi

raiffeisen-col-segno-piu-lo-scorso-anno
Annata positiva (Ti-Press)

Raiffeisen ha realizzato un risultato solido nell'esercizio 2019. L'utile netto del gruppo bancario sangallese è aumentato del 54,4% su base annua, a 835 milioni di franchi. Il fatturato complessivo è invece sceso di poco (-0,9%), fissandosi a 3,05 miliardi di franchi. L'utile operativo si è attestato a 929 milioni, con un forte incremento del 33,0%, indica la banca in un comunicato stampa.

In un contesto impegnativo, la banca ha mostrato ancora una volta la sua forza operativa, ottenendo un'ottima chiusura annuale, ha rilevato Heinz Huber, presidente della direzione, citato in una nota. Il gruppo è fortemente cresciuto soprattutto negli affari con la clientela. Nel 2019 sono stati acquisiti 36'000 clienti e 12'000 soci. Particolarmente soddisfacente per la direzione è il forte aumento di 15 miliardi di franchi del patrimonio gestito, passato così a 211 miliardi (+7,6%). In particolare i depositi della clientela hanno registrato una significativa crescita del 6,3%, attestandosi a 176 miliardi.

Crediti ipotecari in aumento, ma meno rispetto all'anno precedente

Nel settore ipotecario, l'aumento del 3,2% dei crediti, a 185,3 miliardi di franchi, è stato più lento rispetto all'anno precedente. Ciò era in linea con l'ambizione dell'istituto di crescere all'incirca allo stesso livello del mercato. La banca è stata così in grado di mantenere la propria posizione nel suo core business, afferma il gruppo.

Raiffeisen è riuscita a migliorare sensibilmente i costi. Quelli di esercizio sono scesi del 6,3% a 1,9 miliardi di franchi. In particolare a seguito del completamento dell'introduzione del sistema bancario core a fine 2018, i costi per il personale e gli altri costi d'esercizio si sono sensibilmente ridotti. Il rapporto costi/ricavi è passato dal 64,9 al 61,3%.

Per il 2020 Raiffeisen si aspetta "una performance commerciale stabile in un ambiente che rimane impegnativo come sempre". Il gruppo prevede tuttavia una crescita leggermente più debole nel settore delle ipoteche e poche variazioni nel settore dei tassi d'interesse.
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Speciale Economia
3 gior
Partenza in tromba nell’Eurozona
Economia
1 sett
Per Ubs il 2022 si chiude con il segno positivo
Nel quarto trimestre la banca ha registrato un utile di 1,65 miliardi, per un totale complessivo di 7,63 sull’arco dell’intero anno
Economia
2 sett
Banca Migros supera il milione di clienti
La clientela nel 2022 registra un +27% rispetto all’anno precedente, sulla scia dell’introduzione della nuova carta di credito Cumulus
Economia
2 sett
Credit Suisse prevede un’inflazione più alta
La banca scommette su un rincaro 2023 che dovrebbe raggiungere l’1,7%, oltre a un aumento pari a 1,75% anche per i tassi della Banca nazionale svizzera
Economia
2 sett
Blocchi regionali e protezionismo contro le economie emergenti
I Paesi Non Allineati Nuovi (Nan) temono che la loro crescita venga ostacolata dai muri commerciali eretti da Stati Uniti, Europa e Cina
Economia
2 sett
E all’improvviso nulla più turba le Borse
Inflazione, tassi d’interessi più elevati, rallentamento cinese, timori di recessione: in Europa e negli Usa l’ottimismo si diffonde, nonostante tutto
Economia
3 sett
Lufthansa vuole comprare una quota di Ita Airways
È l’unica offerta arrivata al Governo italiano, tedeschi pronti a rilevare l’intera compagnia aerea
Economia
3 sett
Importante cessione nel settore chimico
Sika, gruppo attivo nelle specialità chimiche, ha deciso di vendere una parte dell’ex filiale del colosso tedesco Basf
Speciale Economia
3 sett
La deglobalizzazione non è la strada giusta
Economia
4 sett
Il franco si indebolisce sull’euro: moneta europea sopra 1,00
È la prima volta dall’inizio di luglio 2022 che l’euro torna sopra la parità
© Regiopress, All rights reserved