laRegione
le-autorita-usa-accusano-facebook-di-aver-ingannato-gli-utenti
Keystone
Economia
23.07.19 - 23:470

Le autorità Usa accusano Facebook di aver ingannato gli utenti

Stando alla Federal Trade Commission, il social network non è stato trasparente sulla gestione dei numeri di telefono e sul riconoscimento facciale

La Federal Trade Commission (Ftc) si appresta ad accusare Facebook di aver ingannato i suoi utenti per la gestione dei loro numeri di telefono. Ma anche di non aver fornito informazioni sufficienti sulla possibilità di disattivare il riconoscimento facciale nel suggerire coloro da 'taggare' nelle foto.

Sono queste, riporta il 'Washington Pos't, alcune delle accuse che la Ftc avanzerà probabilmente già domani contro Facebook al termine delle indagini sui ripetuti scandali sulla privacy. Le accuse saranno elaborate nell'ambito del patteggiamento con Facebook, che include un maxi multa da 5 miliardi di dollari.

Indagine antitrust sulle big della Silicon Valley

Intanto, in attesa dell'ufficializzazione della stangata a Facebook, il Dipartimento di Giustizia statunitense lancia l'affondo sulla Silicon Valley: le autorità hanno aperto un'ampia indagine antitrust sulle grandi aziende tecnologiche. Un'inchiesta che aumenta la pressione su Apple, Amazon, Google e Facebook, da tempo nel mirino delle critiche di Washington.

L'indagine - spiega il Dipartimento di Giustizia in una nota - punta ad accertare come le maggiori piattaforme tecnologiche hanno raggiunto l'attuale forza di mercato, se hanno attuato o meno pratiche per ridurre la concorrenza, ostacolare l'innovazione e in generale politiche a danno dei consumatori. L'obiettivo - aggiungono le autorità statunitensi - è una valutazione del mercato online per assicurare che gli americani abbiano accesso a mercati in cui le aziende competono sulla base dei meriti e dei servizi offerti. Se fossero accertate violazioni, il Dipartimento procederà con il chiedere le appropriate correzioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
1 gior
A Credit Suisse sarebbero in forse centinaia di posti
Nulla ancora deciso, ma vi sarebbero piani abbozzati secondo il domenicale Sonntagszeitung. L'istituto non ha negato riflessioni relative a possibili economie
Economia
3 gior
Investire nel solare può creare 14'000 posti di lavoro
Ne è convinta la Fondazione svizzera dell'energia (SES), che propone questa soluzione per ridurre la disoccupazione, cresciuta a seguito del coronavirus
Economia
3 gior
Il coronavirus fa esplodere il debito pubblico mondiale
Oltre il 100% e al livello più alto da sempre: ha superato anche il picco post-Seconda guerra mondiale
Economia
4 gior
Le imprese scommettono sulla ripresa, anche in Ticino
Gli effetti della pandemia sono stati più forti al Sud delle Alpi, ma secondo gli esperti di Ubs le prospettive sono positive. Pil a -5,5% quest'anno. Poi su
Economia
4 gior
Svizzera, il covid non ferma le due ruote
Malgrado l'emergenza sanitaria, le vendite di motocicli nel nostro Paese hanno conosciuto...un'impennata
Economia
4 gior
Aviazione, United taglia 36mila posti di lavoro
La compagnia statunitense pronta a rinunciare alla metà dei suoi dipendenti se non vi saranno segnali di ripresa dopo l'emergenza Covid
Economia
4 gior
I salari dei frontalieri spiegati da un economista
Gli ultimi dati confermano la differenza nelle retribuzioni. C'entra il dumping, ma non solo. E revocare la libera circolazione porterebbe "chiusure e fallimenti"
Economia
5 gior
Bancarotta per Brooks Brothers, marchio icona di Wall Street
Il produttore di abbigliamento formale soccombe alla crisi creata dal coronavirus. Si cerca di evitare la liquidazione
Economia
5 gior
Tui Suisse taglia 70 posti di lavoro e chiude otto succursali
La filiale dell'agenzia viaggi tedesca riduce la sua presenza nella Confederazione a causa della crisi del coronavirus
Economia
5 gior
Nespresso amplia il centro di produzione di Romont
Annunciato un investimento di 160 milioni di franchi per soddisfare la richiesta dei clienti e supportare lo sviluppo internazionale nei prossimi anni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile